I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bari, a Cerignola, nell’ambito di indagine coordinata e diretta dalla Procura della Repubblica di Foggia, hanno dato esecuzione al Decreto di sequestro preventivo dell’intero canale Lagrimaro, richiesto dall’ufficio inquirente foggiano in quanto l’invaso, nel tempo, si è trasformato in una discarica abusiva di rifiuti anche pericolosi, con conseguente pericolo di scarico di sostanze inquinanti in mare.

Il provvedimento emesso dal gip di Foggia è stato notificato dai militari operanti, affinché le Pubbliche Autorità cerignolane possano porvi rimedio, al sindaco, al Dirigente del Settore Lavori Pubblici ed Ambiente, al Responsabile dell’Ufficio Ambiente ed al Presidente del Consorzio di Bonifica per la Capitanata. 

L’attività di indagine rappresenta la risposta dello Stato alle iniziative Istituzionali promosse a seguito di Interrogazione Parlamentare n. 4.02830 dell’onorevole Lovecchio e di servizio giornalistico datato 01/04/2019 del tg satirico “Striscia la notizia”.