Dopo averne annunciato la costituzione (con l’unione delle società de La Fenice e della Libera Virtus) e nominato Lucrezia Ciffo come presidente della nuova realtà, la FLV Cerignola ha reso note le designazioni di tutti gli altri incarichi societari, combinando fra loro le figure più importanti delle due precedenti società. Il vicepresidente sarà Nino Ficco, riconosciuto da tutti come uno dei più grandi dirigenti sportivi: oltre 35 anni di attività in più associazioni cerignolane, creano un bagaglio di esperienza importantissimo per tutto il movimento. Sponda Libera Virtus, sin dal 2012, anno della sua fondazione, è sempre stato un punto di riferimento per chiunque frequentasse il Pala Dileo. Francesco De Luca, già massimo dirigente de La Fenice, assume pieno controllo del suo ambito preferito, assumendosi la responsabilità del Marketing e della Comunicazione. Uomo dotato di una grande inclinazione per il dialogo con tutte le forze di una società, si è sempre per primo sporcato le mani, lavorando per il bene comune: continuerà quest’avventura nel mondo del volley, che così tanto lo ha affascinato negli ultimi tempi.

Altro fedelissimo della Libera Virtus, Michele Pilato sarà il direttore operativo, con mansioni in ambito organizzativo ed amministrativo. Il direttore sportivo invece risponde al nome di Sabino Belluna, il demiurgo delle rose delle ultime stagioni della società virtussina: lavorando sottotraccia e non cercando mai la ribalta personale, ha condotto in porto due importanti campionati in B1, punto mai toccato prima d’ora dalla pallavolo femminile ofantina. Prova ne sia l’aver sfiorato i playoff nel torneo conclusosi a maggio, avendo allestito una rosa competitiva: si promette un’altra grande campagna acquisti nei giorni a seguire. Francesco Sorbo (fra le colonne portanti del sodalizio rossonero) ricoprirà il ruolo di direttore tecnico, collante fra le varie categorie di formazioni, dalle giovanili alle prime squadre: figura che avrà il compito di unire i vari ambiti societari dal punto di vista tecnico e mettere in atto le linee guida etiche, morali e disciplinari fondanti della società e inoltre, seguire gli allenatori e metterli in grado di interagire, tra di loro, per creare sinergia costruttiva. 

L’attenzione della nuova società è rivolta però davvero a tutti gli aspetti: non solo alle questioni di campo, ma anche all’organizzazione in toto. Così si spiegano le investiture di Luca Vitolazzo quale responsabile tifoseria ed eventi e di Angela Pia Lionetti come responsabile dell’attività associativa. Messe a punto tutte le cariche, a breve si attendono le prime mosse di mercato per un campionato che si prospetta assai ambizioso.