Nella giornata di sabato, l’Audace Cerignola ha inoltrato un nuovo ricorso al Collegio di Garanzia del Coni, nel quale si impugna il comunicato ufficiale della Figc (il 37/A del 25 luglio) che ha sancito la mancata integrazione della società gialloblu nel campionato di serie C e gli atti conseguenti, fra cui la compilazione dei calendari. Nel frattempo, il sindaco Metta nella mattinata di ieri ha trasmesso alla Procura della Repubblica di Roma la denuncia per falso ed abuso di ufficio nei confronti di Gabriele Gravina (presidente Figc) e Francesco Ghirelli (presidente della Lega Pro).

LA STRATEGIA DELLA SOCIETA’ L’avvocato Cesare Di Cintio, che tutela gli interessi dell’Audace, insisterà sulla falsariga del primo pronunciamento del Collegio di Garanzia, sostenendo che gli ofantini meritano a tutti gli effetti di far parte del torneo di terza serie. Con la possibilità e la volontà di accedere agli atti, il difensore del sodalizio dauno avrà modo di evidenziare come (nelle precedenti stagioni o in quella che sta per avere inizio) alcune società abbiano giocato o ricevuto parere positivo in sede di iscrizione con gli stessi identici documenti di idoneità del terreno di gioco posseduti dal Cerignola. Si chiederà dunque l’ammissione in sovrannumero, con la cifra delle partecipanti alla serie C che andrebbe così a 61. Il dibattimento è stato fissato al 2 agosto a Roma (dalle ore 15.30), con la nuova sentenza.

OGGI CONSIGLIO FIGC Nel pomeriggio di oggi, con inizio alle ore 14, si riunirà il Consiglio Federale della Figc: fra i temi all’ordine del giorno, la ratifica delle decisioni adottate il 25 luglio, con l’ufficializzazione della riammissione del Bisceglie e l’esclusione dalla C dell’Audace. Il Consiglio Federale dovrebbe (condizionale obbligatorio) convalidare quanto stabilito giovedì scorso, ma in ogni caso la partita sarebbe ben lungi dal definirsi chiusa. E’ abbastanza improbabile infatti che il Collegio di Garanzia del Coni si sconfessi in così poco tempo, e tutto porta a far pensare che accolga nuovamente le istanze cerignolane. A quel punto, alla Figc non resterà che adeguarsi ma opponendosi con procedura di urgenza al Tar Lazio, con l’intenzione -secondo gli esponenti federali- di far prevalere senza se e senza ma i caratteri perentori dei termini stabiliti nella indizione per ottenere la Licenza Nazionale per giocare in serie C. L’iter potrebbe concludersi entro l’inizio del campionato, fissato per il 25 agosto.

SQUADRA IN RITIRO DA OGGI Dopo la presentazione ufficiale di Alessandro Potenza ed Elio Di Toro, nuovi allenatore e direttore sportivo, partirà ufficialmente la stagione 2019/20 con il viaggio alla volta di Palena per iniziare il ritiro precampionato. In questi giorni, Di Toro lavorerà alacremente per allestire l’organico da mettere a disposizione del tecnico ex Fidelis Andria: sono attese a breve ufficializzazioni, prima fra tutte quella che porta al nome del difensore Giuseppe Mattera, nella passata stagione al Bari. Rumors di mercato indicano altri nomi papabili: dal centrocampista Marco Palermo all’attaccante Andrea Razzitti, fino ad arrivare all’ex Cavese Tripoli. Il gruppo in procinto di stabilirsi in Abruzzo conterà al momento di una quindicina di elementi, ben presto però ci saranno novità.