Maxi-operazione dei Carabinieri, il Comandante Aquilio: «su Cerignola servizio molto robusto»

Sull'assalto al Bancomat: «questi criminali sicuramente verranno assicurati alla giustizia, è solo questione di tempo»

0
3007

Comando Carabinieri FoggiaRobuste e muscolari le tre maxi operazioni messa a segno dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia in tre grossi centri della Capitanata. Nelle ultime 72 ore battute a tappeto le città di San Severo, Cerignola, e, questa notte, Foggia. «E’ un’attività robusta di controllo del territorio sviluppata a tutto tondo – ha detto il Comandante Provinciale, il colonnello Marco Aquilio -, dai controlli alle perquisizioni domiciliari, controlli alla circolazione stradale e tutto quello che può contribuire a dare maggiore sicurezza alla cittadinanza. Questi tre giorni si vanno ad inserire in un’attività più ampia che parte dal potenziamento dei nostri presidi, controllo contro il caporalato, ai lidi balneari, maggiore potenziamento dei servizi notturni».

Marco Aquilio
Marco Aquilio, Comandante provinciale dei Carabinieri di Foggia

A Cerignola, nella notte tra lunedì e martedì i militari, supportati dai Reparti specializzati dell’Arma ed in particolare dei “Cacciatori di Puglia” hanno effettuato perquisizioni presso le abitazioni di pregiudicati o nei riguardi di soggetti ristretti agli arresti domiciliari o sottoposti alla sorveglianza speciale. Diversi anche i posti di blocco e di controllo approntati dai Carabinieri sia nel centro storico che in periferia, arrivando addirittura a cinturare alcune aree sensibili di Cerignola. Un’azione che ha seguito l’assalto al bancomat dello scorso sabato su cui sono in corso le indagini proprio dei Carabinieri. Sulla questione il colonnello Aquilio ha fatto il punto precisando che «questi criminali sicuramente verranno assicurati alla giustizia, è solo questione di tempo. E’ un assalto al Bancomat in un orario e un luogo diverso dal solito, per altro è andato anche male. Su Cerignola – ha proseguito l’ufficiale – abbiamo sviluppato questo servizio molto robusto, sono state recuperate delle armi, 3 pistole perfettamente funzionanti, numeroso munizionamento, più di mezzo chilo di cocaina. I Carabinieri di Cerignola sono stati molto bravi in questo, con l’ausilio anche dello squadrone Carabinieri Eliportato. Devo dire che i risultati parlano da soli. E ancora un controllo maggiore, anche alla circolazione stradale, perché la sicurezza si fa anche con il contributo di tutti i cittadini nel rispetto delle regole basilari. Mai come in questo periodo si sono registrati incidenti anche mortali molto gravi e spesso la distrazione è la causa di questi incidenti, con l’utilizzo di sostanze con l’utilizzo di alcool o altri elementi sui quali possiamo intervenire con la prevenzione».

Massima attenzione dunque sull’intero territorio con un lavoro che non si risolve nei soli blitz. «Quello di oggi non è un resoconto di quello che si è fatto. E’ semplicemente un punto di situazione, un voler fornire una chiave di lettura su quello che sta accadendo, perché la cittadinanza ha anche diritto di sapere che cosa si sta facendo. Non sono soltanto blitz – ha concluso il colonnello Aquilio -. E’ mettere a sistema tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione per dare sicurezza ai cittadini».