Oltre la metà d’anno, il Ferragosto è il punto mediano dell’estate o la chiusura dei periodi di ferie; il giorno in cui non si lavora ma anche il momento in cui si è certo che l’estate sta finendo.

Augurare buon ferragosto è d’obbligo, ma lo è ancor di più farlo a chi resiste e tiene alte le proprie idee (qualsiasi siano), difende le cose in cui crede, protegge i propri diritti. E dunque, in salsa cerignolana, auguri a chi:

  • sogna di poter trovare, tenere e non perdere il lavoro
  • nonostante mille difficoltà riesce ad andare avanti e a far crescere sereni i propri figli
  • paga le tasse e tira la cinta o non riesce a pagarle pur volendolo fare
  • per necessità è costretto a fare cose che non vorrebbe fare
  • non fa una settimana di ferie da anni
  • lotta per riconquistare la propria salute
  • si sente precario, immigrato, diverso
  • protegge il proprio futuro e quello altrui
  • denuncia e anche chi non ha il coraggio di farlo

Auguri a chi resiste!