cerignola-duomo

Ogni inizio ha una fine e anche per il lavoro arriva il meritato momento della pensione. Sarà così dal primo settembre per il Dirigente Scolastico della scuola secondaria di primo grado “Pavoncelli” di Cerignola, il professor Vito Panebianco, e per due storici direttori dei servizi amministrativi (dsga): Rosario Mirra del Liceo Classico “Zingarelli” e Titina Caputo dell’Istituto Comprensivo Carducci-Paolillo.

PANEBIANCO Professore prima, di lingue, e dirigente poi. Vito Panebianco ha prima svolto il ruolo di “vice”, passando solo successivamente alla funzione dirigenziale. Per anni alla Don Bosco, è poi passato alla Pavoncelli dove ha concluso la sua carriera. Sotto la sua guida l’istituto del centro ofantino ha vissuto una luminosa stagione formativa con numerose iniziative per lo scambio culturale internazionale. Nonostante le numerose difficoltà, caratteristiche della forbice d’età di chi frequenta le scuole secondarie di I grado, Panebianco ha saputo declinare momenti di aggregazione e condivisione sempre con un occhio attento al rispetto delle regole.

CAPUTO Già in servizio nello stesso ruolo nello storico I Circolo “Carducci”, Nunzia Caputo, per tutti Titina, è stata la memoria storica in una scuola che l’ha vista a lavoro per oltre trent’anni. Nel delicatissimo compito di direzione amministrativa, specialmente negli ultimi anni per la scuola italiana, con professionalità e senso di responsabilità ha contribuito in modo significativo alla crescita dell’oggi Comprensivo cerignolano. Non a caso, oggi, l’intera comunità cerignolana, non solo quella scolastica, le tributa gratitudine e stima per quanto dimostrato in termini professionali e umani.

MIRRA Dopo 43 anni di attività in servizio. La comunità scolastica lo ha salutato nel collegio di fine anno in cui gli ha rivolto sentiti ringraziamenti per il suo operato nella direzione amministrativa della scuola. Rosario Mirra è stato punto di riferimento non solo dello Zingarelli, ma anche delle scuole del territorio a cui ha sempre offerto la sua disponibilità e professionalità, frutto di costante studio ed esperienza pluriennale. La sua presenza vigile e costante negli affari amministrativo-contabili e di gestione delle risorse finanziarie e strumentali non è mai stata imposta, ma richiesta e valorizzata dai Capi di Istituto che gli hanno sempre attribuito grande merito per professionalità, serietà, attenzione, efficienza e competenza. A questo si è sempre aggiunta una carica di umanità e rispetto, ingrediente fondamentale in una comunità di docenti, studenti e famiglie.