giovedì, 27 Febbraio - 21:03
Sportweb
pub_728_90

Cerignola, arrestati due pregiudicati: una ennesima centrale del ricambio da auto rubate

i più letti

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano....

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri...

Nuovo sequestro di componenti di mezzi pesanti a Cerignola, in area già visitata giorni fa dalla Polizia

Nella giornata di ieri, Agenti del Commissariato di P.S. di Cerignola e del Reparto Prevenzione Crimine di San Severo...

È evidentemente sempre molto redditizio, nonostante gli appelli e i richiami che da più parti si levano per il rispetto della legalità, il mercato dell’autoricambio proveniente da mezzi rubati. È, purtroppo, quindi altrettanto evidente che la “domanda” del mercato non viene troppo influenzata da “inutili remore o, peggio ancora, antieconomici moralismi”.

Nel pomeriggio di venerdì scorso i Carabinieri della Stazione di Cerignola, impegnati in un servizio perlustrativo delle aree più periferiche della città ofantina, insospettiti dai movimenti di due soggetti notati nei pressi di un capannone isolato in località Viro Padula, hanno sorpreso due pregiudicati mentre, appena scaricate da un furgone, stavano “ripulendo” da ogni segno identificativo le parti meccaniche e di carrozzeria di un’autovettura cannibalizzata, che è risultata essere una Volkswagen Golf asportata appena poche ore prima a Margherita di Savoia. Sono allora scattate le manette ai polsi dei due pregiudicati cerignolani, un 59enne ed un 35enne.

Nel capannone e in un box attiguo, presi in locazione da uno dei due, i Carabinieri hanno trovato poi numerosi altri motori, parti meccaniche e di carrozzeria di auto di varie marche, la cui provenienza è ora in corso di accertamento. Un autentico bazar del pezzo di ricambio rubato. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro e i due sono stati dichiarati in arresto. Dopo le formalità di rito sono entrambi stati associati alla casa circondariale di Foggia, a disposizione della Procura della Repubblica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Coronavirus, negativo il caso sospetto di San Severo

Il caso sospetto di Coronavirus registrato ieri sera presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di San Severo è risultato negativo....

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri è stato registrato un caso...

Tutti i dettagli sul primo caso pugliese di COVID-19

Sviluppi e nuovi dettagli in merito al primo caso pugliese di Coronavirus. Non avrebbe più febbre e al momento sarebbe asintomatico il 43enne di Torricella...

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il Gruppo ATPI di Bari, impegnato...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. «Come avevamo previsto abbiamo il...