mercoledì, 1 Aprile - 12:05
Sportweb
Pubblicità
pub_728_90

Debutto amaro nei playoff per la Castellano Udas, l’Adria Bari vince al “Dileo”

Udas 5 maggioDebutto amaro per la Castellano Udas nei playoffs del campionato regionale di serie C. A guastare la festa udassina ci ha pensato l’ottima franchigia dell’Adria Bari, formazione forte di grosse individualità e buona coesione di gruppo. Davanti al solito, splendido pubblico biancazzurro gli uomini dei coachs Bufo e Totaro non sono riusciti nell’impresa di portarsi in vantaggio col favore del fattore campo sia a causa di grossi problemi di infermeria, sia per una insolita fragilità mentale che ne ha condizionato il rendimento. Coach Loizzo schiera Scavo, Laquintana, Delli Carri, Binetti e Perrelli, messi in campo con l’abituale modulo box & 1, per contenere il talento di Sierra. I tecnici cerignolani, con Francesco D’Arrissi fermato da uno stiramento al polpaccio, ed il fratello Vincenzo afflitto da problemi al ginocchio, mandano sul parquet Rizzi ‘centro’ con Dinanni e Sierra alle ali, Vincenzo D’Arrissi di guardia e Susbielles in cabina regia. Avvio entusiasmante per la Castellano Udas che evidenzia sin da subito la grande serata di Dinanni, e la forma smagliante di Sierra. La compagine barese appare intimidita da tanta classe, e si limita a contenere i danni perchè i suoi cecchini, in avvio, sono in grave difficoltà a chiudere le azioni di attacco. Sembra tutto facile al termine del primo quarto, quando il tabellone segna un eloquente 24-12 per i padroni di casa. Ma gli ospiti non ci stanno. Forti del talento di Delli Carri e della classe di Laquintana, i baresi iniziano una velocissima rimonta proprio nel momento in cui la Castellano Udas aveva prodotto il suo massimo vantaggio sul più 15. Coach Loizzo cambia registro e decide di proseguire la gara con un quintetto ‘basso’, per contrastare gli avversari sull’arco. La mossa ha il suo effetto, favorita dal rientro in panchina di Rizzi e Susbielles, caricati dai falli. I cecchini biancorossi si muovono con grande efficacia sul campo, rendendo possibile la chiusura dell’azione con tiri più comodi. La Castellano Udas sente il contraccolpo e stenta a trovare lo smalto di avvio di gara. Con l’acuirsi dei problemi realizzativi, lasciati al solo Sierra in questa fase, i ragazzi di Loizzo si riportano sotto e chiudono il primo tempo sotto di un solo punto.

La ripresa inizia con la continua alternanza delle due squadre al comando della gara. La Castellano Udas soffre la scarsità numerica della sua panchina, ma si tiene a galla grazie alle triple di Sierra e Dinanni, aiutati da Rizzi. Ma proprio il lungo cerignolano è costretto a giocare in stop & go, a causa dei falli personali che ne limitano il rendimento. Dall’altra parte si staglia la grande personalità di Delli Carri che, da buon capitano, non si esime dalla responsabilità di mandare la palla a scuotere la retina con precisione eccezionale. Il testa a testa si protrae per tutto il terzo quarto, che si chiude con gli ospiti in vantaggio di un punto, e prosegue per l’intera parte finale di gara. Vincenzo D’Arrissi, pur menomato dai ricordati problemi fisici, è costretto a scendere in campo e tiene sempre vivo l’attacco biancazzurro con tre triple stupende. Gli rispondono con pari efficacia Laquintana e Delli Carri che con le loro conclusioni dalla distanza mantengono il risultato in bilico fino agli ultimissimi secondi. Sfavorita da alcune decisioni arbitrali discutibili, la Castellano Udas ha comunque a disposizione la palla per chiudere la gara ma l’occasione viene malamente sciupata da Susbirlles che addirittura regala agli ospiti il tiro sulla sirena, sfruttato con abilità da Loprieno dopo il time-out chiamato da Loizzo. Beffati in extremis, ai padroni di casa non resta che affidarsi alle proprie infinite risorse in gara due, di scena al PalaBalestrazzi giovedì 9 alle 21.00.

TABELLINI

1° quarto 24-12; 2° quarto 19-30; 3° quarto 18-20; 4° quarto 19-20

Realizzatori:

Castellano Udas: Sierra 32; Dinanni 24; V. D’Arrissi 14; Susbilles 5; Rizzi 3; Giordano 2.

Tecnomedica Adria Bari: Laquintana 28; Delli Carri 24; Binetti 11; De Feo 6; Loprieno 5; Scavo 4; Perrelli e Altamura 2.

Out per falli: Perrelli al 34° per l’Adria Bari, V. D’Arrissi al 38° per la Castellano Udas.

[nggallery id=21]

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

“Una foto per la vita”, anche i fotografi scendono in campo per l’emergenza Covid-19

«La nostra Italia ha bisogno di noi, e il nostro meraviglioso lavoro può contribuire a salvare tante vite. Forse...

Avviato “laboratorio virtuale” di recitazione dall’Aps Puglia Spettacolo

In questo periodo di emergenza sociale, sanitaria ed economica è fondamentale fare un’attività ricreativa, divertente, formativa e interattiva. Per questo motivo l’APS Puglia Spettacolo ha creato...

Coronavirus, dopo giorni in rianimazione il decesso. La storia di una famiglia di Cerignola

Le famiglie dei contagiati da Covid-19 sono spesso lasciate sole a vivere una quotidianità di silenzi, con la paura che possa squillare il telefono e giungere...

Latitante di Cerignola arrestato a Civitavecchia, rientrava dalla Spagna

Arrestato al porto di Civitavecchia un latitante che proveniva dalla Spagna. Si tratta di un pregiudicato originario di Cerignola, in provincia di Foggia, ricercato...

Raccolta cibo: da un gruppo di amici a decine di adesioni

«E' iniziato tutto tra amici. Mettiamo 20 euro a testa per aiutare famiglie che hanno bisogno? E li abbiamo raccolti. Da qui abbiamo cominciato...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Coronavirus, dopo giorni in rianimazione il decesso. La storia di una famiglia di Cerignola

Le famiglie dei contagiati da Covid-19 sono spesso lasciate sole a vivere una quotidianità di silenzi, con la paura che possa...

Covid-19, oggi un nuovo caso a Cerignola, 33 in tutto. Restano 77 le persone in quarantena

Come da comunicazione della Responsabile del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, il numero dei contagiati ufficiali sul territorio comunale...

Cerignola, tenta di rubare un’auto: arrestato dai carabinieri | Video

Stava manomettendo la centralina di una Fiat Doblò family, mentre un complice faceva il “palo”, quando una pattuglia della...