pub_728_90
Pubblicità
Sportweb

Cerignola, scovata discarica di rifiuti speciali

discarica sequestrataSvolto dai Carabinieri del Comando Provinciale capillare servizio di controllo del territorio nel Capoluogo ed in tutta la provincia. Coadiuvati da personale della Compagnia di Intervento Operativo, un velivolo del NEC di Bari ed unità cinofile i Carabinieri hanno svolto una permeante attività preventiva volta a contrastare forme di criminalità predatoria e diffusa, illeciti amministrativi inerenti violazioni del codice della strada e repressione dei reati in violazione della normativa sulle sostanze stupefacenti.

Oltre 90 i Carabinieri impegnati che hanno eseguito: 19 arresti (di cui 14 in flagranza di reato), controllati 150 mezzi, identificate 2800 persone, controllati 22 soggetti sottoposti agli arresti domiciliari o a misure i prevenzione.

MARGHERITA DI SAVOIA: ARRESTATI DAI CARABINIERI TRE “TOPI D’APPARTAMENTO”

In Margherita di Savoia i Carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato, PAVONE Cosimo Damiano, classe 1991, già noto alle FF.PP.,  responsabile di furto in abitazione in concorso con due diciassettenni. La telefonata al 112 di un anonimo interlocutore ha segnalato un furto in atto presso un’abitazione in via Maggiore Galliano, nel centro abitato del comune salinaro. I Carabinieri sono subito accorsi sul luogo ed hanno trovato la porta di un’abitazione divelta. Entrati con circospezione hanno sorpreso PAVONE e gli altri due minorenni che, dopo aver messo a soqquadro l’intero appartamento, erano saliti al piano superiore. Informate le competi Autorità Giudiziarie i tre sono stati tratti in arresto per concorso in furto aggravato in abitazione.

CERIGNOLA: SEQUESTRATA DAI CARABINIERI DISCARICA DI RIFIUTI SPECIALI

I Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno sottoposto a sequestro una discarica non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi sita a ridosso della strada denominata Corso Vecchio, nel comune di Cerignola. L’area si estende su una superficie di 900 metri quadrati. Sul luogo, nel tempo, sono stati depositati rifiuti di vario genere: sfalci di potatura, lana di vetro bruciata, rifiuti da costruzione e demolizione, parti in plastica di autovetture, vetri, televisori ed altri elettrodomestici fuori uso, penumatici usurati, resti di mobili in legno, lastre di cemento amianto, olio esausto riversato sul terreno e varie carcasse di animali morti. Sono in corso le indagini dei Carabinieri per l’identificazione di chi ha alimentato la discarica mentre è stata avviata la bonifica dell’intera area.

discarica sequestrata

LESINA: SPACCIAVA DROGA IN ABITAZIONE. ARRESTATO DAI CARABINIERI GIOVANE MAROCCHINO.

HAMODUN Hassan, marocchino classe 1985, già noto alle FF.PP. è stato tratto in arresto dai Carabinieri  per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I servizi di osservazione posti in essere dai Carabinieri nei giorni precedenti in prossimità dell’abitazione dell’extracomunitario, sono culminati allorquando due suoi connazionali sono stati visti entrare nel domicilio dell’HAMODUN. Uno dei due in precedenza era stato notato in una tabaccheria lì vicina acquistare cartine per il confezionamento delle sigarette. I Carabinieri hanno approfittato del loro ingresso per introdursi nell’appartamento in modo da non consentire all’arrestato di disfarsi dello stupefacente. I Carabinieri hanno rinvenuto in una tasca dei pantaloni e del giubbotto indossati dall’HAMODUN 17 barrette di hashish già pronte per la cessione e la somma di 120 euro in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento della vendita dello stupefacente. Ben nascosti in un armadio vi erano tre panetti di hashish ancora da dividere nonché un bilancino di precisione, un taglierino ed un coltello necessari per pesatura e suddivisione dello stupefacente del peso complessivo di 230 grammi.

MANFREDONIA: ARRESTATI DAI CARABINIERI QUATTRO RUMENI PER FURTO DI ENERGIA ELETTRICA

PETRE Wintnetu classe 1973, PETRE Samuel classe 1994, VARZARU Radu Ionut classe 1992, e DIMA Iulica classe 1977, tutti di origine rumena, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri perché responsabili di furto aggravato di energia elettrica. Sono stati effettuati numerosi controlli nell’agro del comune di Manfredonia e Zapponeta finalizzati al contrasto di reati predatori in aree rurali, censendo alcuni insediamenti di stranieri nelle campagne e verificando alcuni casolari abitati da famiglie di lavoratori stagionali. Nell’area di “Borgo Amendola”, in agro di Manfredonia, tre immobili sono risultati occupati da più nuclei familiari di rumeni. Durante gli accertamenti i Carabinieri hanno verificato che l’alimentazione elettrica delle abitazioni avveniva tramite un allaccio abusivo alla rete Enel. La centralina in una cassetta di derivazione posta su di un palo era stata manomessa, la serratura e il lucchetto di bloccaggio rotti ed occultati all’interno; di lì alle modifiche apportate; si dipanava un cavo lungo 26 metri che, attraverso un solco scavato nell’asfalto della strada, raggiungeva le abitazioni.

Una squadra di tecnici dell’ENEL ha accertato la sussistenza dell’allaccio abusivo e del furto di energia, procedendo al ripristino delle condizioni preesistenti e , sostituendo le componenti danneggiate.

CERIGNOLA: RIFIUTA DI FORNIRE LE PROPRIE GENERALITA’ RUMENO UBRIACO ARRESTATO DAI CARABINIERI

STOICA Adrian
STOICA Adrian

STOICA Adrian, classe 1980, di origine rumena ma domiciliato a Cerignola, è stato arrestato dai Carabinieri. Con una richiesta di intervento sul 112 è stata segnalata la presenza di un ubriaco che stava creando scompiglio nel supermercato Penny Market di via Ofantina. I Carabinieri sul posto hanno trovato STOICA in evidente stato di ebbrezza che urlava e si dimenava inveendo contro i presenti. Vano il tentativo dei militari di ricondurlo alla calma, il rumeno alla richiesta dei Carabinieri di fornir loro le generalità si è scagliato contro gli stessi tanto da costringerli a bloccarlo e trarlo in arresto per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto di indicare le proprie generalità personali.

LUCERA: SPENDONO BANCONOTE FALSE ARRESTATI DAI CARABINBIERI

IENCO Francesco, 39enne e RICCI Carmen, 35enne conviventi di Lucera e già noti alle Forze di Polizia, sono stati arrestati dai Carabinieri perché ritenuti responsabili, in concorso tra loro, del reato di spendita di banconote false. I due sono sati fermati subito dopo aver speso una banconota falsa del taglio di 100 euro all’interno di un esercizio commerciale, dove avevano acquistato degli utensili (chiavi svita bulloni). A seguito di perquisizione è stata rinvenuta nelle loro disponibilità un’altra banconota, anche questa falsa, identica all’altra. I due  sono stati associati presso le case circondariali di Foggia e Lucera.

LUCERA: UN ARRESTO E DUE DENUNCE IN STATO DI LIBERTA’

PER DETENZIONE E GUIDA SOTTO L’EFFETTO DI STUPEFACENTI

DE MUTIIS Tommaso, 20enne di Volturino, è stato arrestato dai Carabinieri in quanto ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti. A seguito di perquisizione presso la sua abitazione, sono stati rinvenuti, all’interno di uno zaino, 5 grammi di hashish, suddivisi in 7 dosi e 5 grammi di marijuana divisi in 3 dosi, nonché 60 semi di cannabis indica e un bilancino elettronico di precisione. Lo stupefacente e il materiale sono stati sequestrati,  l’arrestato  sottoposto agli arresti domiciliari.

Nell’ambito del medesimo servizio, inoltre, sono stati denunciati in stato di libertà:

– G.C. 34enne di Lucera, per il reato di guida senza patente, in quanto controllato alla guida di autovettura nonostante il provvedimento di revoca del titolo emesso dalla Prefettura;

– G.P., 40enne, di Carlantino, per i detenzione di stupefacenti e guida sotto l’influenza di sostanze psicotrope.  L’uomo era alla guida di un’autovettura nel centro abitato di Motta Montecorvino. Dati gli evidenti sintomi di alterazione psicofisica è stato sottoposto ad accertamenti clinici che hanno evidenziato l’assunzione di sostanza stupefacente. Perquisito nelle sue disponibilità è stato rinvenuto un grammo di cocaina.

SAN SEVERO: ARRESTATO DAI CARABIBNIERI SORVEGLIATO SPECIALE ALLA GUIDA DI AUTOVEICOLO

BREDICE Giovanni, classe 1958, è stato arrestato dai Carabinieri per aver violato gli obblighi della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno alla quale era da tempo sottoposto. Nell’ambito di mirati controlli alla circolazione stradale e grazie ad un’approfondita conoscenza del territorio, i Carabinieri hanno controllato un veicolo sospetto che girava per le vie di San Severo. Alla guida il BREDICE, già noto ai militari in virtù della sottoposizione alla citata misura di sicurezza, il quale conduceva il veicolo privo della patente di guida perché revocata mentre l’autovettura era sprovvista di copertura assicurativa.

TRINITAPOLI: VIOLA GLI OBBLIGHI DELLA SORVEGLIANZA SPECIALE. ARRESTATO DAI CARABINIERI

In Trinitapoli CARBONE Raimondo, classe 1979, è stato tratto in arresto in flagranza di reato poiché, sorvegliato speciale di p.s., è stato sorpreso dai Carabinieri alla guida di un ciclomotore lungo via Veneto. Il CARBONE era sprovvisto del certificato di idoneità alla guida ed il ciclomotore non era coperto da assicurazione pertanto l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia.

CARPINO: LITIGA IN FAMIGLIA ED AGGREDISCE I CARABINIERI. ARRESTATO PER RESISTENZA A P.U.

In Carpino i Carabinieri hanno tratto in arresto PAGANO Roberto, classe 1971, già noto alle Forze di Polizia, ritenuto responsabile di violenza e lesioni a pubblico ufficiale. I Carabinieri sono intervenuti in piazza Del Popolo presso l’abitazione del PAGANO al fine di sedare una lite in famiglia ma sono stati dall’uomo aggrediti dall’uomo che è stato tratto in arresto ed associato presso la Casa Circondariale di Lucera.

ASCOLI SATRIANO: ESEGUITI DAI CARABINIERI DUE PROVVEDIMENTI RESTRITTIVI PER EVASIONE

In Ascoli Satriano i Carabinieri hanno eseguito due provvedimenti restrittivi emessi dall’A.G..

A DI GIANNI Michele, classe 1973, i Carabinieri hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Foggia per essersi reso responsabile, lo scorso 27 marzo, del reato di evasione dagli arresti domiciliari. Il 40enne è stato associato presso la Casa Circondariale di Foggia.

STRAZZELLA Lorenzo, classe 1970, è stato arrestato in Ascoli Satriano in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia dovendo scontare la pena di 4 mesi di reclusione poiché ritenuto responsabile di evasione avvenuta nel novembre 2008.

CERIGNOLA: ESEGUITO DAI CARABINIERI UN ORDINE DI CARCERAZIONE PER RAPINA

GALLO Francesco, 30 12 1970
GALLO Francesco

I Carabinieri hanno tratto in arresto, in Cerignola, GALLO Francesco, classe 1970, in esecuzione di un ordine di carcerazione. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Modena essendo stato il GALLO condannato alla pena di 3 anni di reclusione per una rapina da questi perpetrata nel 2000 ai danni una banca in Castelnuovo Rangone.

SAN GIOVANNI ROTONDO: ESEGUITO UN PROVVEDIMENTO RESTRITTIVO DELL’A.G. DENUNCIATE QUATTRO PERSONE PER OMESSA CUSTODIA DI ARMI E RICETTAZIONE

In San Giovanni Rotondo URBANO Giovanni, classe 1981, è stato arrestato in esecuzione di un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Milano dovendo scontare la pena di 2 anni e 9 mesi di reclusione per i reato di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti commesso in Milano dal 2005 al 2011.

Nell’ambito dei controlli sono state denunciate quattro persone, due delle quali per violazioni di norme relative alla detenzione e custodia di armi altre due per ricettazione in concorso. Nel corso delle perquisizioni, sono stati rinvenuti due fucili da caccia e relativo munizionamento, per cui non erano state aggiornate le denunce di detenzione; è stato altresì rinvenuto un compressore/generatore, risultato rubato in San Giovanni Rotondo il 3 marzo scorso ed una grossa matassa di cavi elettrici, di provenienza illecita.

RODI GARGANICO: TRE DENUNCE IN STATO DI LIBERTA’ PER RICETTAZIONE

M.V. classe ‘76,  D.V., classe ’88 e R.E., classe ’86, tutti originari di Peschici (FG), sono stati denunciati in stato di libertà perché presunti responsabili di ricettazione in concorso.

In agro di Rodi Garganico, nell’ambito di mirati servizi volti al contrasto del dilagante fenomeno di furti di rame, i Carabinieri hanno intimato l’alt ad un’autovettura. Gli occupanti hanno invertito repentinamente la marcia e si sono dati alla fuga per evitare il controllo. Dopo un breve inseguimento lungo impervie strade interpoderali, i tre sono stati raggiunti e fermati. A seguito di perquisizione veicolare, nel cofano posteriore del veicolo, sono stati rinvenuti 26 kg di cavi di rame nudo, di dubbia provenienza. Il materiale, il cui valore ammonta ad euro 1.000,00 circa, è stato sottoposto a sequestro.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Deceduto professore 55enne di Cerignola con coronavirus. Vano il trasporto in elisoccorso a Bari

E' deceduto un 55enne di Cerignola risultato positivo al Covid. L'uomo, un docente di una scuola cerignolana, pare non...

Chiusi a Pasqua e Pasquetta tutti gli esercizi commerciali di alimenti

Disposta la chiusura di tutti i supermercati e attività commerciali nelle giornate di Pasqua e Pasquetta. Disposta anche la chiusura dei distributori h24, poiché...

Anche la pallavolo alza bandiera bianca: Ares Flv e Brio Lingerie, termina la stagione

E' accaduto con il basket, che dalle serie minori fino alla A1 ha deciso di porre fine alla stagione agonistica 2019/20, poco fa è...

A Cerignola secondo giorno senza nuovi positivi al Coronavirus

Come da comunicazione della Responsabile del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, il numero dei contagiati ufficiali sul territorio comunale alle ore 17,00 della data...

Coronavirus, oggi 120 casi in Puglia (2634 dall’inizio). Nel foggiano 17 casi e 4 decessi

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Deceduto professore 55enne di Cerignola con coronavirus. Vano il trasporto in elisoccorso a Bari

E' deceduto un 55enne di Cerignola risultato positivo al Covid. L'uomo, un docente di una scuola cerignolana, pare non...

Incidente ad un camion di azoto liquido, gli agenti Polstrada di Cerignola liberano ferito da lamiere | Foto

Un complicato ma riuscito intervento di salvataggio è stato compiuto ieri, da due agenti della Polizia Stradale di Cerignola:...

Gioia in casa Audace Cerignola: mister Crudele, dopo il Covid-19, torna a casa

«Bentornato Pinuccio! Siamo felici di poter riabbracciare mister Pinuccio Crudele, tecnico della Juniores dell’Audace Cerignola». Così l'Audace Cerignola saluto...