venerdì, 28 Febbraio - 04:03
pub_728_90
Sportweb

Rifiuti all’Interporto: la delibera “smentisce” Metta

i più letti

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano....

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il...

«La deliberazione della Giunta regionale n. 1346 del 22/07/2013 “Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani (PRGRU), conclusione della fase VAS con adeguamento dei documenti di pianificazione a seguito della procedura di consultazione». Questo il documento illustrato – solo in parte – ieri da Franco Metta durante il comizio davanti alla villa comunale che, tra le altre cose, ha permesso al cicognino di sottrarsi al confronto, organizzato presso Ex Opera dal giornale l’Attacco di Foggia, con Tommaso Sgarro in vista del ballottaggio di domenica 14 giugno.

L’aggiornamento dei piani regionali di gestione dei rifiuti di cui all’articolo 199, infatti, «prende il via dalla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS), che prevedeProgramma di prevenzione della produzione dei rifiutianalisi della gestione dei rifiuti esistente negli ambiti geografici di riferimentoindividuazione delle best practices per l’attuazione di servizi di raccolta differenziataprogramma per la riduzione dei rifiuti biodegradabilidefinizione degli scenari, basata sul principio di “prossimità”».

Nessuna traccia, nella relazione poi oggetto di approvazione e, quindi, di adozione in Giunta regionale, dell’agro cerignolano, dell’Interporto, delle rotaie e di qualsiasi forma di trasporto di immondizia a Cerignola, o attraverso zone attigue al centro ofantino.

In più, nel corposo testo della delibera si recita: «L’ARPA Puglia nel prendere atto delle prescrizioni contenute nel parere di compatibilità ambientale di Valutazione ambientale strategica e Valutazione di incidenza formulato dall’Autorità competente, ha proceduto ad apportare le modifiche al Rapporto ambientale e relativa Sintesi non tecnica». Conformità tecnica e di controllo affidata ad enti accreditati, come l’ARPA Puglia, la stessa che interpellata proprio dal cicognino qualche anno fa decretò, grazie alle proprie rilevazioni ambientali, la chiusura di EcoCapitanata, inceneritore di rifiuti speciali in Zona Industriale di Cerignola.

L’adozione del PRGRU rispetta, inoltre, riferendoci al testo in delibera, tutto quanto previsto dalla normativa in materia e, in ogni caso, non decreta, né individua, alcuna zona di stoccaggio o trasporto su rotaia dei rifiuti, sia nel territorio cerignolano che in altre zone della regione. Perciò, preso atto di quanto riportato nella relazione su citata «Il Consiglio Regionale – nel quale era presente anche Elena Gentile – ha Deliberato:
di approvare, così come approva, il Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani (PRGRU) della Regione Puglia;
– di approvare, così come approva, lo “Schema di Carta dei Servizi”;
– di allegare al PRGRU la “Dichiarazione di Sintesi”, le “Misure di Monitoraggio”, nonché il “Rapporto Ambientale”, integrato con lo studio di incidenza, la relativa Sintesi non tecnica e il parere motivato espresso dall’Ufficio VAS;
di prendere atto che il Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani (PRGRU), rappresenta uno strumento dinamico che comporta un costante aggiornamento dei dati costituenti il quadro conoscitivo di riferimento e delle evoluzioni normative».

Quanto sta accadendo in città, quindi, potrebbe palesarsi come un allarmismo apperentemente infondato, se supportato da quello che ieri Metta ha pronunciato dal palco del comizio: «Andate sul sito della regione puglia, scaricate la delibera 204 dell’8 ottobre 2013 e leggete che stanno facendo, porteranno vagonate di rifiuti a stazione campagna». Abbiamo letto la delibera, per amor di verità, e per comprendere e far capire a tutti i cittadini di Cerignola quale futuro l’attende: non c’è nessuna traccia, neanche il minimo riferimento, almeno per quello che si può leggere dal testo integrale della delibera, di ciò che Metta ha affermato dal palco (nella galleria immagini allegata all’articolo è possibile scaricare il testo intero della Delibera incriminata, ndr.) ieri sera. Si tratta, piuttosto, dell’adozione, cosa prevista per legge, di un piano di riordino in materia di rifiuti che prevede numerosi elementi di modifica e rinnovamento, a partire dalla differenziata, dal controllo della pulizia dell’aria, al monitoraggio delle zone interessate (come le discariche ad esempio).

L’allarmismo, rischio più che legittimo, è cosa molto pericolosa, specialmente nella società moderna che vive immersa in una overdose informativa la cui realtà o finzione sono difficilmente definibili e riconoscibili. Sarebbe il caso, per le ultime ore prima del ballottaggio, per il bene di tutti i cittadini cerignolani, dare informazioni corrette, se necessario imparare a leggere con i propri occhi i documenti e, soprattutto, non affidare il proprio futuro a frasi estrapolate da documenti ben più corposi o frame tagliati da vecchi filmati. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Coronavirus, negativo il caso sospetto di San Severo

Il caso sospetto di Coronavirus registrato ieri sera presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di San Severo è risultato negativo....

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri è stato registrato un caso...

Tutti i dettagli sul primo caso pugliese di COVID-19

Sviluppi e nuovi dettagli in merito al primo caso pugliese di Coronavirus. Non avrebbe più febbre e al momento sarebbe asintomatico il 43enne di Torricella...

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il Gruppo ATPI di Bari, impegnato...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. «Come avevamo previsto abbiamo il...