Sportweb
pub_728_90
Pubblicità

Dopo le dimissioni di Vasciaveo insorgono le opposizioni di Cerignola

lanotiziaweb.it

E’ bufera su Sia e sulla gestione del comparto rifiuti in Capitanata. Infatti, a margine delle dimissioni presentate dall’Amministratore unico Vasciaveo, con lettera indirizzata al Sindaco Giannatempo in data 9 luglio, le forze d’opposizione presenti nel Consiglio comunale di Cerignola sono insorte, rimarcando la recidività e l’emergenza per la gestione rifiuti a Cerignola e in molti dei grandi centri della provincia. Proprio il Partito Democratico, in una nota mattutina, esprime forte preoccupazione per quanto sta accadendo. «Prefetto di Foggia e Regione Puglia devono intervenire per evitare che la crisi operativa e finanziaria di Sia degenerino fino all’emergenza ambientale e al fallimento societario», afferma Rino Pezzano, evidentemente tralasciando le responsabilità provinciali. «Difficoltà e anomalie di una gestione molto ‘politica’ e poco ‘manageriale’». Importante ricordare che l’ex Ato Fg/4  raggruppa 9 Comuni del Basso Tavoliere e della BAT; mentre la società SIA gestisce il ciclo integrato dei rifiuti in house. Ma la nota non si esaurisce qui, e prosegue affibiando responsabilità politiche a Giannatempo: «L’esistenza di un debito milionario del Comune di Cerignola, capofila delle Amministrazioni consorziate, nei confronti di SIA esprime perfettamente quale circuito finanziario vizioso sia stato alimentato da Giannatempo e dalla destra: sulla società sono stati scaricati i problemi di bilancio di alcuni Comuni consorziati con la convinzione che gli introiti derivanti dal conferimento dell’immondizia prodotta in quelli extra ATO avrebbero coperto il buco. Così non e’ stato, aggiungendo la beffa finanziaria al danno ambientale. L’incendio del quinto lotto della discarica evidentemente sottovalutato dal presidente del consorzio – prosegue Pezzano -, ha determinato l’amministratore a compiere il gesto estremo delle dimissioni per imporre ai sindaci una discussione che avrebbe dovuto svolgersi qualche anno fa e che solo in pochissimi hanno testardamente ed inutilmente tentato di provocare. Giannatempo ha, invece, preferito occuparsi dell’assunzione del direttore formalizzata dopo la messa in liquidazione dell’ATO».

Una critica forte, pungente, ben strutturata e priva di proposte concrete. Il problema esiste e la nota del Pd non è isolata. Ancor prima, il Movimento Politico la Cicogna aveva analizzato i fatti, soffermandosi sulle dimissioni di Vasciaveo, in una nota di Antonio Lionetti. «L’Amministratore della discarica di Cerignola, Arch. Vasciaveo, getta la spugna – è l’incipit della nota del cicognino -. C’era da aspettarselo. Le motivazioni ufficialmente non sono ancora note, ma non è difficile immaginarle. Tante e troppe erano le difficoltà che tutti i giorni e da diversi anni l’architetto doveva affrontare, per di più in totale solitudine e senza alcun sostegno istituzionale. La condizione della discarica ha raggiunto livelli di criticità non più tollerabili. Vasciaveo aveva già manifestato l’impossibilità di poter andare avanti in una tale situazione proprio in occasione dell’incendio che pochi giorni fa ha interessato una parte di essa. Troppa immondizia da gestire in un impianto sotto dimensionato e per di più senza percepire i compensi dovuti dai diversi Comuni conferenti. La SIA avanza milioni di euro, circa tre dal Comune di Cerignola, e a stento riesce a pagare gli stipendi dei dipendenti. Si è travalicato lo stato di emergenza e continuando così si andrebbe incontro ad una serie infinita di gravi responsabilità gestionali». Con queste parole Lionetti spiega, dal suo punto di vista, così come successivamente ha fatto Pezzano, la situazione della discarica e del comparto rifiuti. Dopo, passa ad analizzare le eventuali responsabilità politiche: «La “nave” di Capitan Giannatempo veleggia a vista ed è prossima all’inesorabile affondamento. Troppe falle e si imbarcano debiti da poppa a prua. Si governa male e si accumulano debiti e anziché  lanciare l’SOS e prendere la prima scialuppa di salvataggio si preferisce galleggiare verso una nefasta deriva. Condivisibile decisione quella dell’Amministratore Vasciaveo. Certo non possiamo non considerare le pericolose ripercussioni che vi saranno nella gestione dei rifiuti della nostra città e dei circa trenta comuni della Capitanata, che da oltre un anno sversano la propria immondizia presso la nostra discarica. La situazione è allarmante e la preoccupazione è alta – conclude il cicognino -. Vedremo Giannatempo cosa tirerà fuori dal cappello questa volta. Certo è che la città di Cerignola sta vivendo il periodo più buio della sua storia».

 

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

Deceduto professore 55enne di Cerignola con coronavirus. Vano il trasporto in elisoccorso a Bari

E' deceduto un 55enne di Cerignola risultato positivo al Covid. L'uomo, un docente di una scuola cerignolana, pare non...

Chiusi a Pasqua e Pasquetta tutti gli esercizi commerciali di alimenti

Disposta la chiusura di tutti i supermercati e attività commerciali nelle giornate di Pasqua e Pasquetta. Disposta anche la chiusura dei distributori h24, poiché...

Anche la pallavolo alza bandiera bianca: Ares Flv e Brio Lingerie, termina la stagione

E' accaduto con il basket, che dalle serie minori fino alla A1 ha deciso di porre fine alla stagione agonistica 2019/20, poco fa è...

A Cerignola secondo giorno senza nuovi positivi al Coronavirus

Come da comunicazione della Responsabile del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, il numero dei contagiati ufficiali sul territorio comunale alle ore 17,00 della data...

Coronavirus, oggi 120 casi in Puglia (2634 dall’inizio). Nel foggiano 17 casi e 4 decessi

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Deceduto professore 55enne di Cerignola con coronavirus. Vano il trasporto in elisoccorso a Bari

E' deceduto un 55enne di Cerignola risultato positivo al Covid. L'uomo, un docente di una scuola cerignolana, pare non...

Incidente ad un camion di azoto liquido, gli agenti Polstrada di Cerignola liberano ferito da lamiere | Foto

Un complicato ma riuscito intervento di salvataggio è stato compiuto ieri, da due agenti della Polizia Stradale di Cerignola:...

Gioia in casa Audace Cerignola: mister Crudele, dopo il Covid-19, torna a casa

«Bentornato Pinuccio! Siamo felici di poter riabbracciare mister Pinuccio Crudele, tecnico della Juniores dell’Audace Cerignola». Così l'Audace Cerignola saluto...