Sportweb
Pubblicità
pub_728_90

“Alessia e Livia, vi ricordate della vostra mamma?”: l’appello social per le gemelline Schepp scomparse nel 2011

Quattromila condivisioni, centinaia di commenti. Le gemelline Schepp non sono state dimenticate, e non soltanto dalla loro mamma Irina Lucidi: l’ultimo appello per ritrovare Alessia e Livia, scomparse quando avevano 6 anni nel 2011, ha raggiunto decine di migliaia di persone sui social attraverso la fondazione Missing Children Switzerland, creata proprio dall’avvocata di origini italiane che ha perso le due figlie. Un appello che mostra anche che aspetto avrebbero ora, a 15 anni.

Il 30 gennaio 2011 il padre delle bambine, Mathias Schepp, passò a prendere le piccole dalla loro casa di Saint Sulpice, sobborgo di Losanna: lui e la moglie Irina Lucidi si erano appena separati e Alessia e Livia avrebbero trascorso il fine settimana con l’uomo. Il 3 febbraio lui morì suicida sotto un treno a Cerignola, a migliaia di chilometri di distanza, dopo un viaggio dell’orrore attraverso la Francia e l’Italia. Delle bambine nessuna traccia.

Dopo la sua morte arrivarono a casa di Irina Lucidi in Svizzera due lettere scritte dall’ingegnere di 44 anni prima di morire: “Le ho uccise”. E poi: “Le bambine riposano in pace, non hanno sofferto. Non le rivedrai più”. Una era stata spedita da Tolone, l’altra da Cerignola. Il messaggio lasciava poche speranze ma i corpi delle bambine nono sono mai stati trovati. Oggi Alessia e Livia avrebbero 15 anni e la fondazione Missing Children Switzerland ha da poco pubblicato un nuovo post per ritrovarle.

“Alessia e Livia, vi ricordate della vostra mamma?”. E sotto la simulazione in foto dell’aspetto che avrebbero ora le due sorelle. Con un appello, secco ma non per questo meno straziante: “Se vedi qualcuno che assomiglia a queste foto mostragli questo avviso e le foto associate”. (laRepubblica)

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

50enne positivo al Coronavirus viola la quarantena: denunciato per epidemia colposa

È un 50enne del quartiere Carbonara di Bari la prima persona denunciata nell’area metropolitana del capoluogo pugliese per epidemia...

Al via la fase due del piano ospedaliero della Regione Puglia sul Coronavirus

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, insieme al direttore del dipartimento Politiche per la Salute Vito Montanaro e al responsabile del coordinamento emergenze...

Soldi al posto dei “buoni spesa”: la soluzione “fuori legge” degli ex-amministratori

Neppure di fronte all’emergenza Coronavirus si ferma la speculazione politica. Parlare di “soldi" alle famiglie può sembrare apparentemente giusto, se solo non fosse di fatto...

«Misure prorogate fino al 13 aprile». Le novità del dpcm firmato ieri

Misure in vigore prorogate fino al 13 di aprile. Il premier Giuseppe Conte ha firmato stasera il dpcm (decreto del presidente del Consiglio) che...

582mila euro per l’emergenza. Ecco come richiedere e ricevere i buoni spesa

Era già circolata la notizia dei 582mila euro stanziati per il comune di Cerignola, denaro liquido per sopperire all'emergenza Coronavirus da utilizzare per la...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Coronavirus, dopo giorni in rianimazione il decesso. La storia di una famiglia di Cerignola

Le famiglie dei contagiati da Covid-19 sono spesso lasciate sole a vivere una quotidianità di silenzi, con la paura che possa...

Latitante di Cerignola arrestato a Civitavecchia, rientrava dalla Spagna

Arrestato al porto di Civitavecchia un latitante che proveniva dalla Spagna. Si tratta di un pregiudicato originario di Cerignola,...

Dati Covid-19 Cerignola 1 aprile: 35 contagiati (6 decessi) più 81 in quarantena

Come da comunicazione della Responsabile del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, il numero dei contagiati ufficiali sul territorio comunale...