Pubblicità
pub_728_90
Sportweb

A Foggia c’è una sede Dia. «E adesso più denunce»

Apre la Direzione antimafia. Il ministro: «Segnale importante»

La Puglia ha la terza sede della Dia, la direzione investigativa antimafia, da ieri operativa a Foggia dopo quelle di Bari e Lecce. Ad inaugurarla il ministro degli Interni, Lamorgese, accompagnata dal capo della Polizia, Gabrielli, dal direttore della Dia, Giuseppe Governale e dal prefetto di Foggia, Raffaele Grassi.

Un presidio atteso da anni quello della Dia a Foggia e che il ministro Lamorgese – va detto – aveva previsto prima dell’escalation di atti criminosi ad inizio anno, dato che aveva annunciato l’istituzione della Direzione investigativa antimafia in un vertice tenuto al Palazzo del Governo del capoluogo dauno lo scorso 23 dicembre. Non una risposta emotiva, dunque, ma l’istituzione di un presidio che va a rafforzare gli apparati dello Stato a Foggia ed in Capitanata, dopo l’istituzione dei Ros e dei Cacciatori di Puglia al Comando carabinieri di Foggia, del reparto prevenzione crimine nella sede di San Severo e del gruppo dei baschi verdi alla Guardia di Finanza di Foggia. Ora si attende con fiducia l’accelerazione per l’istituzione della Corte d’appello e della Dia, anche sulla scorta delle rassicurazioni del premier Conte a proposito dell’attenzione dello Stato in Capitanata.

«Credo che il segnale che abbiamo dato sia importantissimo perché l’apertura di una sezione della Dia in così poco tempo e con un organico gia ben definito è un segnale più concreto della presenza dello Stato», ha detto il ministro Lamorgese nel corso della cerimonia inaugurale Nella caserma Miale, dove la Dia di Foggia ha trovato sede in una palazzina. «Tutto questo in tempi cosi ravvicinati non sarebbe stato possibile senza la sinergia che c’è in questo territorio. Teniamo conto di un’altra cosa. Qui abbiamo mandato 91 uomini, quindi abbiamo operato in maniera concreta con un numero elevatissimo di forze di polizia. Statisticamente parlando, è sceso di molto il numero dei reati verificatisi nell’ultimo periodo. Dobbiamo guardare al complessivo: la risposta c’è stata ed è stata una risposta forte e i risultati si vedono. Essere qui oggi insieme a tutte le istituzioni è un grande segnale che diamo all città di Foggia», ha aggiunto il ministro che ha annunciato il ritorno a Foggia il 10 marzo per partecipare all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università e ha partecipato ad una riunione con il prefetto Grassi e il capo della Po- lizia, Gabrielli, oltre che il capocentro Dia di Foggia, il tenente colonello dei carabinieri Paolo Iannucci e dei massimi responsabili dell’ordine e della sicurezza pubblica della provincia di Foggia.

L’inaugurazione della Dia è stata anticipata dall’esplosione di un ordigno rudimentale davanti alla saracinesca di un negozio in allestimento a Lucera, il grosso centro a venti chilometri da Foggia. Il titolare ha escluso di aver ricevuto minacce. A margine dell’inaugurazione anche la presenza di una ventina di migranti che vivono nella ex pista di Borgo Mezzanone e nel Gran Ghetto tra San Severo e Rignano Garganico che hanno chiesto con striscioni e slogan, i documenti di soggiorno.

Filippo Santigliano
La Gazzetta del Mezzogiorno

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

50enne positivo al Coronavirus viola la quarantena: denunciato per epidemia colposa

È un 50enne del quartiere Carbonara di Bari la prima persona denunciata nell’area metropolitana del capoluogo pugliese per epidemia...

Al via la fase due del piano ospedaliero della Regione Puglia sul Coronavirus

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, insieme al direttore del dipartimento Politiche per la Salute Vito Montanaro e al responsabile del coordinamento emergenze...

Soldi al posto dei “buoni spesa”: la soluzione “fuori legge” degli ex-amministratori

Neppure di fronte all’emergenza Coronavirus si ferma la speculazione politica. Parlare di “soldi" alle famiglie può sembrare apparentemente giusto, se solo non fosse di fatto...

«Misure prorogate fino al 13 aprile». Le novità del dpcm firmato ieri

Misure in vigore prorogate fino al 13 di aprile. Il premier Giuseppe Conte ha firmato stasera il dpcm (decreto del presidente del Consiglio) che...

582mila euro per l’emergenza. Ecco come richiedere e ricevere i buoni spesa

Era già circolata la notizia dei 582mila euro stanziati per il comune di Cerignola, denaro liquido per sopperire all'emergenza Coronavirus da utilizzare per la...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Coronavirus, dopo giorni in rianimazione il decesso. La storia di una famiglia di Cerignola

Le famiglie dei contagiati da Covid-19 sono spesso lasciate sole a vivere una quotidianità di silenzi, con la paura che possa...

Latitante di Cerignola arrestato a Civitavecchia, rientrava dalla Spagna

Arrestato al porto di Civitavecchia un latitante che proveniva dalla Spagna. Si tratta di un pregiudicato originario di Cerignola,...

Dati Covid-19 Cerignola 1 aprile: 35 contagiati (6 decessi) più 81 in quarantena

Come da comunicazione della Responsabile del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, il numero dei contagiati ufficiali sul territorio comunale...