venerdì, 28 Febbraio - 08:07
pub_728_90
Sportweb

Schepp, bimbe e donna bionda avvistati in Italia

i più letti

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano....

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il...

Matthias Schepp, il suicida morto a Cerignola, è stato avvistato a Como, in un paesino, in un fine settimana di metà gennaio in compagnia delle due figlie gemelle Alessia e Livia e una donna. La segnalazione è stata fatta da una signora che ha telefontato alla trasmissione ‘Chi l’ha visto?’. Schepp, la donna e le piccole sarebbero stati visti vicino ad un negozio di giocattoli. La donna corrisponderebbe a Katia Iritano, 27enne, che è poi scomparsa il 25 gennaio da Montbovon (Svizzera). A quanto pare sarebbe stata proprio lei a dire alla signora che ha segnalato l’avvistamento in trasmissione, che le bimbe che le avevano rivolto lo sguardo erano gemelle.

Irina Lucidi, la vedova di Schepp, ha commentato freddamente: “Dovrei vedere l’agenda, ma è possibile che in quel periodo Matthias fosse in un fine settimana in compagnia delle due bambine”.

Una seconda persona avrebbe visto in provincia di Como a metà gennaio Matthias Schepp con le due figlie e una donna che corrisponderebbe a Katia Iritano. E’ un uomo che, telefonando stasera a ‘Chi l’ha visto’, ha indicato di aver visto Schepp, la donna e le bimbe un sabato di gennaio nel reparto giocattoli del centro commerciale Bennet di Cantù (Como). «Schepp e la donna – ha detto l’uomo al telefono – non parlavano italiano, le bimbe portavano gli occhiali e si somigliavano tra loro. Ho solo fatto la riflessione che le bambine non somigliavano affatto alla signora». In precedenza una donna di Cantù aveva telefonato a ‘Chi l’ha visto?’ indicando anche lei di aver visto in un fine settimana Schepp, le bambine e una signora, che corrisponderebbe alla Iritano, vicino ad un negozio di giocattoli dello stesso paese. (da GdM)

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Coronavirus, negativo il caso sospetto di San Severo

Il caso sospetto di Coronavirus registrato ieri sera presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di San Severo è risultato negativo....

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri è stato registrato un caso...

Tutti i dettagli sul primo caso pugliese di COVID-19

Sviluppi e nuovi dettagli in merito al primo caso pugliese di Coronavirus. Non avrebbe più febbre e al momento sarebbe asintomatico il 43enne di Torricella...

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il Gruppo ATPI di Bari, impegnato...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. «Come avevamo previsto abbiamo il...