Pubblicità
Sportweb
pub_728_90

Una morte che interroga le nostre coscienze: messaggio del Vescovo Renna

La donna nigeriana è deceduta all'ospedale "Tatarella" ed era ospite nella comunità di "Tre Titoli"

Riceviamo e pubblichiamo di seguito un messaggio del Vescovo della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, Mons. Luigi Renna, circa la morte di una donna nigeriana, ospite a “Tre Titoli”. L’ennesima storia di abbandono e degrado di gente povera e in cerca di migliori condizioni di vita.

Cari fratelli e sorelle,

in questi giorni in cui la nostra attenzione di cittadini è stata catturata dallo scioglimento dell’Amministrazione Comunale di Cerignola, una triste notizia è passata inosservata, ed è giunto il momento di renderla nota. Una donna nigeriana, che viveva in una situazione di degrado, come tante sue connazionali, dopo giorni di malattia e dopo il ricovero nell’Ospedale “G. Tatarella” di Cerignola per interessamento di suor Paola Palmieri delle Figlie della Carità e i volontari che operano a “Tre Titoli” presso il Centro “Santa Giuseppina Bakhita”, è morta la sera del 10 ottobre scorso. Si chiamava A. ed aveva 44 anni. Da alcuni giorni la sua salma è nell’obitorio e domani, venerdì 18 ottobre, i funerali saranno celebrati nella chiesa parrocchiale della Beata Vergine Maria del Buon Consiglio a Cerignola.

La morte dei poveri e delle donne sfruttate, le schiave del nostro tempo, non fa rumore. Anzi, qualcuno vorrebbe distogliere lo sguardo da quella situazione. Vorrebbero distoglierlo gli uomini e le donne di “Tre Titoli”, complici di un degrado che li vede ora carnefici ora vittime, nella guerra tra i poveri in cui qualcuno è divenuto così povero da perdere persino la pietà. Vorrebbero distoglierlo quegli adulti e giovani che frequentano “Tre Titoli” per i loro laidi interessi e non hanno rispetto né del loro corpo, né di quello altrui e, se sono sposati, del sacro letto nuziale. Io prego che la morte di A. inquieti la nostra coscienza, tolga il sonno di chi viola il tempio di Dio, il corpo di creature che Dio ha voluto a sua immagine. Io prego che quelli che sguazzano e beneficiano di questo degrado: si consumino di rimorsi, tutti quanti.

Mi vengono in mente le parole di Primo Levi, che così descrive le donne che erano nei campi di concentramento:

Considerate se questa è una donna/Senza capelli e senza nome/Senza più forza di ricordare/Vuoti gli occhi e freddo il grembo/Come una rana d’inverno/Meditate che questo è stato…

Ho ricordato queste parole quando sono stato a visitarla in obitorio, sabato scorso. Ma poi ho rammentato il brano del Vangelo in cui si parla del ladrone che, accanto a Gesù sulla croce, gli chiede: “Ricordati di me quando sarai nel tuo Regno”. E Gesù gli dice: “Oggi sarai come in paradiso”. Perché a questa povera donna era rimasto solo il privilegio della preghiera, di chiamare Dio col nome di “Padre”, anche se nessuno gli si poteva dire fratello. Che la sua morte faccia riflettere tutti…Che il Signore la consoli con il suo abbraccio di Padre…Che ciascuno di noi pensi che questo potrebbe ancora accadere…

Il vostro Vescovo Luigi

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
Cala la pasta

Ultim'ora

La Giunta regionale rifinanzia il Red con 36 milioni di euro ed estende la platea di beneficiari

La Giunta regionale rifinanzia ReD, il reddito di dignità, con 36 milioni di euro ed estende la platea degli...

Dato ufficiale Cerignola: 2 nuovi positivi. Sale a 32 il totale con 77 in quarantena

Da comunicazione di questo pomeriggio del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) la situazione dei contagi alle ore 18,00 è di 2 nuovi contagi. Come da comunicazione...

Coronavirus, oggi 28 positivi nel foggiano. Sono 163 i nuovi casi, 1712 il totale in Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì...

Covid-19, per TgCOM24 ce ne liberiamo entro maggio. Frena la velocità del contagio per Repubblica

«L'Italia dovrebbe arrivare a quota zero nei contagi da coronavirus entro un mese, un mese e mezzo. E' quanto afferma l’Einaudi Institute for Economics and...

Lopalco: «Corsa dei contagi rallenta, ma siamo seduti su una polveriera»

"Sicuramente quello cui stiamo assistendo è un rallentamento nella corsa del virus. Però le catene di contagio sono aperte. Stiamo seduti su una polveriera...

SOSTIENI LANOTIZIAWEB.IT

LANOTIZIAWEB.IT è il tuo quotidiano, quello che leggi gratis da dieci anni. I giornalisti della Redazione in questo particolare periodo (#emergenzaCoronavirus) stanno lavorando giorno e notte per offrire un’informazione precisa, puntuale ed affidabile. Per supportarci oggi ti chiediamo (se puoi e vuoi) un piccolo contributo. Non è un abbonamento o una sponsorizzazione: sarà una semplice donazione. Grazie!

Dona Adesso

i più letti

Coronavirus, nuovo positivo a Cerignola. Sono 30 in totale più 112 persone in quarantena

Come da comunicazione della Responsabile del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, il numero dei contagiati ufficiali sul territorio comunale...

La testimonianza di un operatore del 118: «Restate a casa, quando ci chiamate non mentite sui sintomi perché ne va della salute di tutti»

Riceviamo e pubblichiamo una accorata testimonianza di uno degli operatori della postazione 118 di Cerignola, impegnato ormai da settimane...

582mila euro per Cerignola. Un sostegno alle famiglie per l’emergenza Coronavirus

Quasi 600mila euro per Cerignola come sostengono alle famiglie in difficoltà. Come annunciato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel...