venerdì, 28 Febbraio - 03:56
Sportweb
pub_728_90

Il bluff del “concorsone”: oltre 12 mila idonei senza riconoscimenti

i più letti

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano....

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il...
Vito Balzano
Caporedattore, giornalista. Laureato in Scienze della Comunicazione Sociale, Istituzionale e Politica. Dottore di Ricerca in Dinamiche Formative ed Educazione alla Politica.

Concorso-pubblicoSi tratta di una questione molto delicata che sta interessando l’intera penisola italiana: gli idonei del concorso a cattedra 2012, docenti a tutti gli effetti, dopo aver superato le complesse prove di quello che è stato definito “il concorsone”, fortemente voluto dall’ex Ministro dell’Istruzione Profumo, sono rientrati in una graduatoria di merito senza però essere effettivamente assunti, in molti casi, o comunque senza veder riconosciuto un qualche merito nonostante l’idoneità all’attività d’insegnamento dimostrata proprio attraverso il superamento di tutte le prove.

Purtroppo, a fronte dei sacrifici di studio ed economici, il loro merito non viene riconosciuto; gli idonei stanno lottando da mesi contro uno Stato che li ignora, che considera inutile la loro fatica, che li ritiene degli “invisibili”. Nel reclutamento del personale docente sono, addirittura, equiparati a dei neolaureati: viene loro negato lo scorrimento della graduatoria, l’abilitazione e l’inserimento nella graduatoria permanente.

In una situazione come questa, gli idonei hanno deciso di organizzarsi, dando vita ad alcuni gruppi su Facebook, che raccolgono complessivamente più di 8000 degli oltre 12000 idonei; sono arrivati a manifestare a Roma, ad avere un incontro col Capo di Gabinetto del Miur, ad avere voce alla Camera, ad avere l’attenzione dei media, ed ad avere l’appoggio di alcuni parlamentari. Dopo il mancato inserimento di questi docenti nel decreto che prevedeva l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, gli “invisibili” hanno deciso di mettere in atto un twitterbombing contro il Miur, contro la Ministra Giannini, il suo staff, e contro i maggiori esponenti politici, a partire da Matteo Renzi.

L’iniziativa è stata un vero e proprio gesto pacifico, con oltre 9400 messaggi in 24 ore, che hanno fatto conquistare all’hashtag #idoneiconcorsone2012 la prima posizione nei trendingtopic della politica; l’hashtag dei docenti è stato per oltre 36 ore d’avanti al M5S, al Pd e a tutte le altre forze politiche, ma più twittato anche del famosissimo “calciomercato”. E’ chiaro, perciò, che si tratta di un tema importante che la politica, di qualsiasi parte, non può sottovalutare.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Coronavirus, negativo il caso sospetto di San Severo

Il caso sospetto di Coronavirus registrato ieri sera presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di San Severo è risultato negativo....

Caso sospetto di Coronavirus nel foggiano. Paziente trasferito da San Severo a Bari

Caso sospetto di Coronavirus in provincia di Foggia. Ad informare è una nota dell'ASL Foggia. Nella serata di ieri è stato registrato un caso...

Tutti i dettagli sul primo caso pugliese di COVID-19

Sviluppi e nuovi dettagli in merito al primo caso pugliese di Coronavirus. Non avrebbe più febbre e al momento sarebbe asintomatico il 43enne di Torricella...

Fuggì dopo aver investito finanziere in pieno centro: obbligo di dimora per un incensurato di Cerignola

Era la notte di domenica 23 giugno 2019 quando un Appuntato della Guardia di Finanza in forza presso il Gruppo ATPI di Bari, impegnato...

Primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è il governatore Emiliano

C'è il primo caso di Coronavirus in Puglia. A comunicarlo è stato il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. «Come avevamo previsto abbiamo il...