More

    HomeEvidenza"Nun te reggae +": nuovo appuntamento con Satyricon...tutto da gustare

    “Nun te reggae +”: nuovo appuntamento con Satyricon…tutto da gustare

    Pubblicato il

    Questa volta maggiore attenzione sul “locale”. Cerignola offre tanti spunti anche per chi vuole (provare a) fare satira. Ci stiamo “urbanizzando”? Intanto Satyricon vi segnala una freddura a suo parere irresistibile apparsa sul sito di satira foggiana “Foggbook”: «Sagra della patata a Zapponeta. Annunciata la presenza di Berlusconi». Concisa ed immediata. Buona lettura!
    • “Serata no autorità”: fuori i politici e dentro gli “indigenti”, questa la proposta di Metta per la prima al Mercadante. In attesa del Consiglio di Stato Monterisi deve stare fuori o può entrare?
    • Enzo Pece a proposito dei contenziosi intentati dai cittadini contro il Comune afferma: «Molti di questi “sinistri” sono falsi». Panico tra quelli di Sel: «Cazzo, ci hanno scoperto !».
    • Irruzione degli ex lavoratori Asia nell’ultimo consiglio comunale: «Vogliamo le liquidazioni!». Giannatempo li accontenta. Riceve una delegazione e il colloquio dura cinque minuti. Subito “liquidati”.
    • Serata “No autorità” al Mercadante, Franco Conte (Udc) annuncia: «Io entrerò lo stesso». Ne ha pieno diritto. L’ invito a non entrare era solo per le “autorità”.
    • Sulla Tuscolana aumentano le “trans” “bone”. Da noi aumentano solo le “transazioni” “bonarie” di Pece. Marrazzo non sarà mai cittadino onorario di Cerignola.
    • Anche il Vescovo contro l’inceneritore: « La Chiesa farà sentire la sua voce in nome del rispetto del Creato». “Far sentire la propria voce” e “rispetto del creato”: due concetti ben noti ai ripetitori di Radio Vaticana.
    • Gaffe di Fini: «Il Governo non ha i numeri». E allora come potrebbe “dare” una cosa che non ha ?
    • Mansi e Moccia dell’Udc denunciano: «I cassonetti dei rifiuti vengono continuamente spostati dalle loro collocazioni». Diteglielo a Palladino che la “raccolta porta a porta” è già iniziata.
    • Aucello del Pd in versione umoristica durante l’ultimo consiglio: «Se facciamo i due grattacieli in stile americano a Porta Rivolese non è che ce li vengono ad abbattere ?». Peccato che un pelato che si improvvisa politico Zelig l’abbia già trovato da tempo.
    • I due grattacieli di Porta Rivolese rientrano nell’ “edilizia popolare”. Esultano i marxisti. L’ ”assalto al cielo” può cominciare.
    • L’assessore Reddavide legge le “Supposte” di Marchiodoc e s’incazza: «Questi non mi hanno chiesto nemmeno il copyright».

    2 COMMENTS