Sportweb
pub_728_90

Arrestato un 26enne cerignolano a Barletta. Trasportava resti di auto rubate

i più letti

Omicidio-suicidio a Cerignola, “I disagi non devono mai vivere nel silenzio, vanno sempre denunciati”

Il Presidente dell’Ordine degli Psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia, interviene sulla tragedia che ha coinvolto due donne...

Protesta e sciopero della fame. I dipendenti del “verde” rivogliono il proprio lavoro

Sciopero della fame ad oltranza per i dipendenti del comparto verde pubblico. Questa la decisione presa dai lavoratori della...

Premio Zingarelli, il bando della dodicesima edizione

La data di scadenza del bando prevista il 29 febbraio 2020 dà a tutti la possibilità di partecipare al...

Intercettato a bordo di furgone carico di pezzi di auto di dubbia provenienza è stato bloccato al termine di un inseguimento, finendo in carcere. È accaduto a Barletta dove i Carabinieri della locale Compagnia hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, un 26enne di Cerignola, già noto alle forze dell’ordine, con le accuse di ricettazione, riciclaggio e resistenza a pubblico ufficiale. I militari, durante un servizio di perlustrazione, di passaggio in località San Procopio hanno notato un furgone Ford Transit, proveniente da una stradina secondaria, che s’immetteva sulla strada provinciale n. 12. Insospettitisi, gli operanti hanno intimato l’alt al conducente il quale, dopo aver dato l’impressione di fermarsi, è ripartito rapidamente, dando vita così ad un pericoloso inseguimento protrattosi per alcuni chilometri, durante il quale non ha esitato ad impegnare incroci stradali senza adottare la minima cautela. Una volta bloccato, gli operanti hanno proceduto all’identificazione del fuggitivo e ad una rapida ispezione del veicolo. Nel vano posteriore, infatti, sono stati rinvenuti numerose parti meccaniche di autovetture, verosimilmente di provenienza furtiva e riconducibili ad una Opel Corsa e ad una Citroen C4, oltre a numerosi attrezzi atti allo scasso. Sottoposto a fermo, il giovane è stato poi associato al carcere di Trani, mentre la refurtiva e il furgone sono stati posti sotto sequestro.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Omicidio-suicidio a Cerignola, “I disagi non devono mai vivere nel silenzio, vanno sempre denunciati”

Il Presidente dell’Ordine degli Psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia, interviene sulla tragedia che ha coinvolto due donne...

Protesta e sciopero della fame. I dipendenti del “verde” rivogliono il proprio lavoro

Sciopero della fame ad oltranza per i dipendenti del comparto verde pubblico. Questa la decisione presa dai lavoratori della Cooperativa "il Giglio", precedentemente "Mondoservice",...

Premio Zingarelli, il bando della dodicesima edizione

La data di scadenza del bando prevista il 29 febbraio 2020 dà a tutti la possibilità di partecipare al Premio Letterario Nazionale “Nicola Zingarelli”...

Omicidio-suicidio in agro di Cerignola. Due morti e una donna ferita

E' accaduto in agro di Cerignola a metà mattinata. Non si è ben compreso dalle prime rilevazioni cosa sia accaduto precisamente. Quel che è...

Picchia la madre mentre è ai domiciliari: torna in carcere un 32enne di Cerignola

Nello scorso fine settimana, gli Agenti del Commissariato di P.S. di Cerignola hanno eseguito l’ordine di sospensione della detenzione domiciliare e ripristino della custodia...