pub_728_90
Sportweb

Palladino: “Tutti a manifestare contro l’inceneritore domani sera”

i più letti

Scende dalla macchina e viene gambizzato. Vittima un 44enne demolitore di Cerignola

E’ rimasto ferito nella mattinata di ieri un 44enne del posto, raggiunto da un colpo di pistola al polpaccio....

Cerignola, tre arresti dei Carabinieri: eseguiti provvedimenti restrittivi per condanne da scontare

Nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno eseguito sei provvedimenti restrittivi emessi dall’Autorità Giudiziaria nei confronti...

Nascondeva cocaina fra le cassette della frutta, ai domiciliari 33enne di Cerignola

Nella giornata di ieri 24 gennaio u.s., Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P. S. di Cerignola...

L’assessore comunale all’ambiente, Stefano Palladino, fa giungere in redazione una breve nota nella quale invita la cittadinanza a partecipare in massa al corteo di domani sera per dimostrare la totale ed assoluta contrarietà al termovalorizzatore Marcegaglia. Di seguito il documento completo.

TUTTI ALLA MANIFESTAZIONE CONTRO L’INCENERITORE

Sabato alle 19:00 ci conteremo davanti alla villa. La manifestazione di domani contro l’inceneritore è l’epilogo di un percorso che il comitato ha iniziato un mese fa incontrando centinaia di cittadini nelle parrocchie e nelle associazioni. I cittadini di Cerignola e dei paesi limitrofi, con una forte partecipazione, hanno il compito di dimostrare che dietro il ricorso al Capo dello Stato presentato dall’amministrazione comunale c’è un popolo intero che si ribella alla scelta dell’inceneritore. Occorre pretendere che la legge regionale, che ancora oggi prevede la chiusura del ciclo dei rifiuti con i cosiddetti termovalorizzatori, vada cambiata. E’ una legge obsoleta che non tiene conto delle tecnologie attuali e dei progressi che avvengono giornalmente circa il trattamento dei rifiuti. Le attuali tecniche già oggi ci consentono di ridurre i rifiuti alla fonte, di riutilizzarli e di riciclarli raggiungendo percentuali molto elevate, lasciando a trattamenti meccanici – biologici la chiusura del ciclo senza incenerire o inquinare nulla. Nel settore dei rifiuti non si possono accettare imposizioni che oggi non hanno senso, non si può continuare a ritenere valido un progetto che è nato oltre 10 anni fa, quando ormai il resto del mondo civile sta intraprendendo strade alternative all’incenerimento per chiudere il ciclo dei rifiuti. Mi aspetto una fiume di gente che con senso di responsabilità ed appartenenza al territorio in cui vive, manifesti sabato 18 giugno alle ore 19 il proprio no all’inceneritore ed il proprio assenso ad un nuovo modo di gestire i rifiuti compatibile con l’ambiente, la nostra salute, la nostra economia.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Dopo lo scioglimento per mafia, Rino Pezzano vuole candidarsi alla regione

Dopo lo scioglimento e il successivo commissariamento per infiltrazioni mafiose è partita - già da diversi mesi - la...

Gli studenti del Pavoncelli dei corsi Meccanica e Moda rientrati dalla formazione in Emilia Romagna

E’ terminata la formazione in alternanza scuola lavoro nell’ambito del progetto Pon “A tutta Meccanica” e “Creando s’impara” per gli studenti del Pavoncelli, dopo...

Il big match in due puntate va a Melendugno, Pallavolo Cerignola sconfitta 3-1

Termina con la vittoria per 3-1 della New Optics Melendugno l’attesa sfida valevole per la 13° e ultima giornata del girone di andata del...

“Storie da tè”, serata nel segno del crime con Romano De Marco

Si è rivolto agli appassionati del genere crime il primo appuntamento del 2020 delle “Storie da tè”, il ciclo di incontri letterari ospitato da...

Cerignola, tre arresti dei Carabinieri: eseguiti provvedimenti restrittivi per condanne da scontare

Nei giorni scorsi i carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno eseguito sei provvedimenti restrittivi emessi dall’Autorità Giudiziaria nei confronti di altrettante persone, per reati...