Sportweb
pub_728_90

La Solenergy Udas diverte e si diverte: terzo successo consecutivo

i più letti

Una 43enne originaria di Cerignola arrestata per spendita di denaro falso a Candela

I Carabinieri della Stazione di Candela hanno arrestato in flagranza di reato per spendita di monete falsificate e truffa...

E’ oggi la “Bambnell”. A Cerignola si mangiano i “cucoli” fritti

Una tradizione tutta cerignolana quella della festa della “Bambinella” (Bambnell in dialetto, ndr) momento nel quale secondo festività cristiana vi è la...

La Mafia a Cerignola è tutta un’invenzione. Senzadubbiamente

Se non fossimo lontani dal set del film che oggi esce nelle sale (“Cetto c’è. Senzadubbiamente” di Antonio Albanese)...

Un PalaBasket Nando Dileo così gremito non si era mai visto, eppure siamo solo alla terza di campionato, uno stadio al chiuso, una bolgia, un sostegno continuo, alla fine la degna cornice di una grande e meritata festa. Vittoria e primato in classifica, nel girone A della Serie D maschile di pallacanestro, per la SOLENERGY UDAS di coach Saracino vincente in tutte le partite giocate fino a questo momento. Una partenza col botto per gli udassini, che hanno saputo contenere l’esuberanza del tiratore scelto ospite, Milos Markovic, tanto da guidare di un solo punto (19-18) il primo quarto. Peccato per i baresi, che tra le fila udassine c’è un certo Hugo Sierra, 29 punti a referto, non in una delle sue giornate migliori (figuratevi!!!).

Tutti estremamente bravi i ragazzi bianco–azzurri e lo dimostra la soddisfazione finale del Presidente Di Giorgio, padre di questa famiglia cerignolana, l’Udas, che sta regalando grandi emozioni alla città di Cerignola. Sulle righe, la prestazione di Ciccio Visaggio, a tratti osannato dalla tifoseria per la grinta e i punti messi a segno nei momenti caldi del match, a detta dei molti presenti, il migliore in campo contro la temibile Angiulli. Una partita vinta, lasciatecelo passare, soprattutto da chi dirige le operazioni dalla panchina, quel Rosario Saracino, che con i cambi giusti al momento giusto e con le scelte difensive opportunamente usate nei minuti clou della gara, ha saputo portare a casa i 2 punti fondamentali per restare lassù in classifica e guardare gli altri dall’alto. Alla fine, una liberazione questa vittoria, giunta, come può sembrare, in scioltezza, ma resa possibile solo col sudore e con la classe dei giocatori della Solenergy, che hanno omaggiato le centinaia di persone accorse al Palazzotto con giocate ai limiti dell’NBA. Finalmente, una squadra cerignolana al comando di qualche campionato importante, in questo caso la pallacanestro. Una bravura, quella degli udassini, che lascia ben sperare per il prossimo incontro, Domenica 16 ottobre alle ore 16 in quel di Apricena contro la BK Club, fanalino di coda di questo duro campionato.

TABELLINI: SOLENERGY UDAS 78 – Angiulli Bari 66

UDAS Sierra 29, Visaggio 21, Susbielles 9, Tiani 10, Rizzi 8, Sciascia 6,  Totaro, Mancini, Marinelli, Mele.

Coach: Rosario Saracino

 

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Una 43enne originaria di Cerignola arrestata per spendita di denaro falso a Candela

I Carabinieri della Stazione di Candela hanno arrestato in flagranza di reato per spendita di monete falsificate e truffa...

Giovani in Consiglio regionale: fra gli eletti due studenti delle scuole di Cerignola

“Giovani in Consiglio: da Osservatori a Protagonisti", il progetto di cittadinanza attiva del Consiglio regionale della Puglia a favore dei ragazzi entra a regime,...

LetteraTour, gli incontri proseguono con protagonista Alda Merini

«Ho la sensazione di durare troppo, di non riuscire a spegnermi: come tutti i vecchi le mie radici stentano a mollare la terra. Ma...

Si festeggia la Virgo Fidelis, Patrona dell’Arma dei Carabinieri. Messa in Duomo

SI festeggia oggi la Virgo Fidelis, protettrice dei Carabinieri. La ricorrenza della Patrona è fissata dunque il giorno 21 del mese di novembre, in...

La Mafia a Cerignola è tutta un’invenzione. Senzadubbiamente

Se non fossimo lontani dal set del film che oggi esce nelle sale (“Cetto c’è. Senzadubbiamente” di Antonio Albanese) ci sarebbe solo da ridere...