More

    HomeNotizieCronacaArrestato imprenditore di 48 anni di Cerignola

    Arrestato imprenditore di 48 anni di Cerignola

    Pubblicato il

    Il Nucleo di polizia Tributaria di Foggia ha arrestato un imprenditore di Cerignola nell’ambito dell’Operazione “River” condotta dalla Guardia di Finanza e che il 30 giugno scorso aveva portato all’arresto di un commercialista 50enne di Cerignola, Gerardo Catena, imprenditore barese di 54 anni, Giuseppe Liuni e Mario Sardella, 65enni di Cerignola: per loro l’accusa era di aver messo a segno una frode fiscale di oltre 461 milioni di euro. Per Michele Mallio, 48 anni, l’Ordinanza di custodia cautelare è scattata (ai domiciliari dal 13 settembre scorso) per essersi allontanato dalla propria abitazione senza autorizzazione. In manette erano finiti altri due cerignolani e un imprenditore barese.

    Il provvedimento è stato emesso dal dott. Carlo Protano, G.i.p. del Tribunale di Foggia, su richiesta del dott. Vincenzo Russo, procuratore Capo della Repubblica, e del dott. Enrico Infante, sostituto procuratore e pubblico ministero inquirente. Nell’ambito dell’Operazione River i finanzieri hanno altresì sottoposto a sequestro preventivo 22 quote di altrettante società operanti in vari settori, intestate agli arrestati, per un valore commerciale complessivo di circa 3,4 milioni di euro. Sono state sequestrate 13 società sequestrate per l’intera quota, delle altre 9 società sono sequestrate quote inferiori (50% e 10 %).

    3 COMMENTS

    1. Un imprenditore con quelle potenzialità, sicuramente è stato l’artefice dell’innalzamento del PIL locale. Un manipolo di prodi che come tanti altri ha voluto tenere alto il nome della propria città, si ha bisogno di questi personaggi in una zona come la nostra, dove non succede quasi mai niente di normale, almeno, queste sono soddisfazioni! Una volta appurate le responsabilità del gruppo da parte della magistratura, se rispondono appieno ai reati contestati, potremo affidargli le sorti dei settori in crisi e sono completamente avulsi ad iniziative, dando una spinta produttiva dei settori tradizionali: usura, evasione fiscale, riciclaggio, estorsioni etc.etc. Buon lavoro.

      • Il cervello il Signore, nostro creatore, ce lo ha donato per farlo funzionare.
        Accertare una “presunta evasione” di 461 milioni di euro, porta ad avere un reddito imponibile intorno al miliardo di euro evaso. Sono una montagna di denaro. Vi sembra plausibile questa cosa ? Quando il polverone sollevato, dico ad arte, sarà svanito e i titoloni sui giornali saranno solo un ricordo, e la giustizia avrà fatto il suo corso, solo allora si potrà parlare di responsabilità e di pene. Ora no. Ma tanto nello scontro sociale in atto, sembra di essere tornati ai tempi della peste e con i relativi “untori”. Meditate gente.

    2. Meditare è corretto, sottovalutare no. A Cerignola, come purtroppo in gran parte del sud, anzi d’Italia, vige incontrastata la legge del “frega lo Stato perchè lo Stato se ne frega di te”. E, sebbene talvolta la visione di una classe politica oramai incapace di dimostrare segnali diversi, potrebbe dare legittimazione a questo “frega tutto e tutti” senza ritegno, certamente questa è la peggiore logica che possiamo adottare. Una riflessione + attenta può condurci a concepire lo Stato come tutta quella vita che ci tocca e coinvolge al di fuori delle mura di casa. E vivere in uno Stato sporco, corrotto, insensibile a logiche di ordine e disciplina in quanto non in grado di fornire certezza della pena e sanzione alcuna (dal guidatore senza casco all’evasore indiscriminato), forse fa male a tutti. Ricordiamoci (o non dimentichiamoci) che una buona parte della nostra qualità di vita passa oramai dal “pubblico” e se questo pubblico non iniziamo a tutelarlo con le unghie e con i denti da quella parte di “noi stessi” che lo deturpa… entreremo in entropia. Occorre quindi una nuova coscienza, un diverso approccio (anche traumatico se vogliamo), che rimetta la legalità e l’ordine come valori primari al centro del vivere comune. Buonasera

    Comments are closed.

    Ultimora

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...

    Due nuovi eventi di Giuseppe Amorese tra Roma e Pesaro

    A distanza di poche settimane, due eventi che vedono protagonista l’arte di Giuseppe Amorese....

    Venerdì 14 giugno nuova seduta del Consiglio comunale di Cerignola

    Il Presidente del Consiglio ha convocato il Consiglio comunale, in seduta ordinaria, per venerdì...

    Anticipazioni delle partite: gli avversari dell’Italia nella fase a gironi di Euro 2024

    La sfida per l'Italia all'EURO 2024 sarà ardua, specialmente dopo il trionfo nel 2020....

    Altro su lanotiziaweb.it

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...