More

    HomeNotizieCronacaFrode sull'Iva nel commercio di auto dall'estero, otto denunciati dalla GdF

    Frode sull’Iva nel commercio di auto dall’estero, otto denunciati dalla GdF

    Pubblicato il

    Gli uomini della Guardia di Finanza di Cerignola nel corso di una verifica eseguita nei confronti di una ditta completamente sconosciuta al fisco operante nel commercio di autoveicoli usati, hanno accertato l’emissione di fatture riferite ad operazioni inesistenti per circa cinque milioni di euro di imponibile con conseguente frode all’Iva per circa un milione di euro, e l’omessa dichiarazione di proventi derivanti da attività illecita per circa 220mila euro. Gli uomini delle fiamme gialle hanno accertato che la ditta verificata, esistente solo cartolarmente, ha operato solo per intestarsi fatture di acquisto di veicoli provenienti da altri paesi dell’Unione Europea ed alla conseguente emissione di altrettante fatture a favore degli effettivi commercianti nazionali. Quest’ultimi, beneficiando di un indebito credito dell’Iva, hanno facilmente immesso sul mercato autoveicoli a prezzi molto concorrenziali, nella misura corrispondente all’imposta non pagata. In alcuni casi, gli investigatori hanno scoperto che anche dei privati non imprenditori hanno fatto ricorso a tale espediente per acquistare direttamente autovetture all’estero senza pagare l’Iva. Nel corso delle indagini è emerso, inoltre, che il titolare della ditta ha agito da prestanome di una società per la vendita di pezzi di ricambio consentendo, alla stessa, di non figurare nelle transazioni commerciali intercorse con clienti del nord Italia e, quindi, di evadere le imposte sui redditi e l’Iva. Al titolare della ditta per essersi prestato a tali illecite attività, i beneficiari gli avrebbero riconosciuto un compenso di euro 250 euro per ciascun veicolo ed una percentuale del 3% sulla vendita di pezzi di ricambio. Al termine delle indagini il titolare della ditta e’ stato denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti; sette privati sono stati denunciati per il reato di truffa ai danni dello stato. Nei confronti dei 6 rivenditori ubicati fuori provincia, sono state inoltrate apposite segnalazioni ai competenti reparti del corpo.

    1 COMMENT

    Comments are closed.

    Ultimora

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...

    Due nuovi eventi di Giuseppe Amorese tra Roma e Pesaro

    A distanza di poche settimane, due eventi che vedono protagonista l’arte di Giuseppe Amorese....

    Venerdì 14 giugno nuova seduta del Consiglio comunale di Cerignola

    Il Presidente del Consiglio ha convocato il Consiglio comunale, in seduta ordinaria, per venerdì...

    Anticipazioni delle partite: gli avversari dell’Italia nella fase a gironi di Euro 2024

    La sfida per l'Italia all'EURO 2024 sarà ardua, specialmente dopo il trionfo nel 2020....

    Altro su lanotiziaweb.it

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...