More

    HomeEvidenzaGiannatempo a Cerignola come Emiliano a Bari. Ordinanza e niente botti a...

    Giannatempo a Cerignola come Emiliano a Bari. Ordinanza e niente botti a capodanno

    Pubblicato il

    A Cerignola saranno vietati botti e fuochi d’artificio pericolosi per il periodo di Capodanno. Lo ha deciso il sindaco Antonio Giannatempo, che stamattina ha pubblicato un’ordinanza ad hoc da trasmettere alle forze dell’ordine. Cerignola aderisce così ad un’iniziativa che ha visto protagonisti già diversi comuni italiani, all’insegna di sani festeggiamenti senza rischi e nel rispetto di tutti. “Abbiamo pensato ad un provvedimento del genere – spiega il primo cittadino – per garantire la sicurezza ai cittadini. Lo sparo ed il lancio di botti viene effettuato molte volte anche da minori, esposti ad un pericolo reale e concreto per se stessi e per le persone vicine”. L’ordinanza avrà valore per i giorni compresi tra il 30 dicembre ed il 2 gennaio.

    A farne richiesta esplicita, il presidente della Commissione Cultura e Servizi alla Persona, Gianvito Casarella. “Non sarà facile vigilare – ammette il consigliere comunale – ma occorre dare un segnale di civiltà, limitando il più possibile danni e rumori molesti per bambini, anziani, cardiopatici ed animali”. “Nelle aree pubbliche sarà vietato far esplodere petardi e botti di qualsiasi tipologia – spiega l’Assessore alla Sicurezza, Franco Reddavide –. L’obiettivo è anche combattere la vendita stessa di materiale esplosivo, eccetto che negli esercizi commerciali abilitati”. Per i trasgressori sono previste pene pecuniarie. A dare l’esempio del Capodanno senza botti e rischi, i festeggiamenti che l’amministrazione comunale ha preparato in Piazza Matteotti, con ospiti prestigiosi del calibro del comico di Zelig, Pino Campagna, e delle dj e violinista, le Blond Label.

    12 COMMENTS

    1. Scusate, ma ho notato che la vendita abusiva di botti e fuochi d’artificio vari è iniziata parecchi giorni prima di Natale.
      Vi posso garantire che sono tutte bancarelle abusive, totalmente illegali.
      Ho visto più volte passare auto dei Vigili, che non sono mai intervenuti per contrastarli.
      Rivolgo un appello ai Vigili Urbani : “per favore mettete fine a questo scempio”.
      Forza Vigili Urbani !

    2. a proposito di botti due sere fà un bravo ragazzo lanciò dal finestrino della sua auto due “cipolle” di cui una espolode facendo un rumore atroce spaventando bambini e adulti, mentre l’altra non esplode, allora il sottoscritto credento di stare in un paese civile chiamo: chi chiamo? boh provo a chiamare il 112, mi rispondono “non dovete chiamare noi ma bensì i vigili del fuoco, atenda in linea ve li passo io” così fece parlo con i vigili, e con tono molto scocciato mi sento rispondere perchè avete chiamato noi? non è compito nostro dovete chiamare i carabinieri, cos’ ho fatto chiamo il 112, mi risponde un a persona molto maleducata e con tono scocciato ed incazzato dicendomi ” perchè ha chiamato noi lo sà che non è compito nostro? beh ragazzi non cio visto più ho mandato a quel paese il sig. del 112 ed ho chiuso il telefono, ho preso con due stecche di legno il pedardo buttandolo nel cassonetto dell’immondizia.
      Ho cercato di fare qualcosa di buono ma mi fanno cadere le braccia, e poi dicono che i cittadini non collaborano con le forze dell’ordine ….. come disse il mitico TOTO’ ” ma mi faccia il piacere….”

      • che brutto episodio e che rabbia fa sapere che ognuno scarica il compito all’altro! fossi stato in te, caro mik, mi sarei munito di foto e video del petardo non esploso, avrei registrato le chiamate fatte e sarebbe partita una bella denuncia a chi di dovere! Il troppo “lasciamo correre” a volte porta a dimenticare qual è il ruolo che noi tutti dovremmo svolgere, specie le forze dell’ordine e della sicurezza! Un gran bel gesto il tuo, comunque. Penso di dirlo a nome di tutti gli onesti cittadini di questo paese. Grazie.

    3. Giannatempo, fai togliere all’angolo di via fratelli rosselli quello che vende i botti senza permesso ,senza contare edicole case private e tutto il resto della compagnia che vende a tutti compreso bambini botti senza permesso .Voglio informarvi che a Cerignola una sola armeria puo vendere i botti perche munita di permesso e locale idoneo alla suddetta vendita ,però non li vende perche giustamente li vendono tutti piu facilmente per strada .Vogliamo fare le cose serie la normativa sulla vendita dei botti e molto articolata e dettagliata non è da tutti averla.

    4. Ciò che è successo a Mik è cosa comune e quotidiana non solo a Cerignola, ma in gran parte dell’Italia Meridionale. Il sistema pubblico, i servizi pubblici, i dipendenti pubblici sono ormai incapaci di svolgere correttamente il loro lavoro. L’inefficienza del sistema pubblico è grave e spesso noi cittadini preferiamo “scavalcare” questa inefficienza e inettitudine rivolgendoci agli amici degli amici anche solo per soddisfare i nostri più elementari diritti. L’esempio di vigili, carabienieri e vigili del fuoco che si rimpallano una responsabilità comune è emblematico. ma quanto successo a Mik succede quotidianamente nella ASL, negli ospedali, nei Comuni, nei meandri indecifrabili e labirintici degli uffici delle Regioni, negli inutili uffici delle Provincie, nei ministeri ecc. ecc.
      Che fare? L’unico modo per fare qualcosa è protestare in modo energico, pretendere gentilezza e servizio, precisione e puntualità, pretendere responsabilità e ricordare a questa gente che la loro unica fortuna è che, da pubblici dipendenti, ahimè, fortuna loro, non possono essere licenziati se un cittadino reclama di non aver visto soddisfatto un propio legittimo diritto.

    5. ….Esprimo comunque un apprezzamento al Sindaco per il provveddimento emesso, anche se dubito che tale provvedimento verrà rispettato, non certo per sua volontà, ma per la totale mancanza di senso del dovere da parte di chi, tali provvedimenti, deve far rispettare.

    6. Spiego a Mikele il significato della differenza,i botti legali fanno saltare i palazzi,quelli inlegali viceversa li vendono al comune sotto forma di tasse facendo saltare i cittadini nel nuovo anno ‘mo ca veitt!!

    7. nella strada di casa ci sono circa una quarantina di cartucce di fucile,questa notte nessuno ha vigilato sull’ordinanza,come mai????a cosa serve fare un ordinanza se nn cè la possibilità di farla rispettere???ricordo ke ki doveva vigilare su sta pagliacciata si strovava a fare il butta fuori e da sentito dire ha alzato le mani ad un ragazzo ubriaco.ecco questa è cerignola.

    8. non è un’ordinanza che può cambiare la cultura di una città. è un paesaccio e lo rimarrà per sempre. colui che verrà sarà ancora peggio!

    Comments are closed.

    Ultimora

    Controlli sull’autotrasporto internazionale: la Polizia Locale ha sanzionato 4 mezzi pesanti

    Nel pomeriggio di ieri, gli agenti della Polizia Locale di Cerignola hanno condotto un'operazione...

    Giornata Mondiale del Rifugiato, a Cerignola una festa per accogliere

    Anche quest'anno, l'associazione San Giuseppe Onlus risponde con gioia all’appello del Centro Servizi Per...

    Grano, CIA Puglia: “Bari e Foggia tornino a quotare il prodotto”

    “Con la campagna di raccolta in pieno svolgimento, occorre che le Borse Merci di...

    Cerignola, 17 locali comunali in comodato d’uso gratuito per gli enti del terzo settore

    Il Comune di Cerignola promuove l’associazionismo e l’animazione socioculturale mettendo a disposizione 17 locali...

    Serie C, il campionato 2024/25 prenderà il via domenica 25 agosto

    Tramite un comunicato ufficiale, la Lega Pro ha diffuso le date principali della stagione...

    Cerignola, stretta sulle bici elettriche: dieci sequestri dopo trenta requisizioni nel weekend

    Sono dieci le bici elettriche sequestrate questa mattina dopo i controlli effettuati dalla Polizia...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Controlli sull’autotrasporto internazionale: la Polizia Locale ha sanzionato 4 mezzi pesanti

    Nel pomeriggio di ieri, gli agenti della Polizia Locale di Cerignola hanno condotto un'operazione...

    Giornata Mondiale del Rifugiato, a Cerignola una festa per accogliere

    Anche quest'anno, l'associazione San Giuseppe Onlus risponde con gioia all’appello del Centro Servizi Per...

    Grano, CIA Puglia: “Bari e Foggia tornino a quotare il prodotto”

    “Con la campagna di raccolta in pieno svolgimento, occorre che le Borse Merci di...