More

    HomeNotizieCultura"Libera Cerignola" esprime la propria preoccupazione per i recenti fatti di cronaca

    “Libera Cerignola” esprime la propria preoccupazione per i recenti fatti di cronaca

    Pubblicato il

    Pubblichiamo di seguito un comunicato dal Presidio cittadino di Libera Cerignola, che esprime il proprio pensiero in merito ai recenti eventi di criminalità che hanno coinvolto politici locali. Ecco il documento completo.

    Il presidio cittadino di Libera-Cerignola, in vista del vertice nazionale sulla legalità che si terrà lunedì 26 settembre alle ore 10 presso il Teatro Mercadante, coglie l’occasione per esternare la propria viva preoccupazione per il clima che la città sta respirando e per rinnovare il proprio impegno sui temi della legalità, dei diritti e del contrasto alle mafie. La presenza del sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano e del Procuratore distrettuale antimafia di Bari Laudati, non possono, infatti, che rappresentare un autentico momento di svolta per una terra vessata da una lunga scia di episodi criminosi, che nell’ultimo periodo, si sono trasformati in una vera e propria spirale di violenza. L’episodio che ha visto il leader de La Cicogna, Franco Metta, vedersi recapitare una busta con due proiettili calibro 7.65 accompagnati da una lettera dal contenuto minatorio, non è che l’ultimo tassello di un mosaico a dir poco preoccupante. Un clima di illegalità diffusa, da quella “di strada” (con rapine e spaccio a farla da padroni) a quella di “alto borgo”, come i numerosi episodi di frodi fiscali da parte di privati ed il fenomeno delle false indennità di disoccupazione, hanno fatto sì che l’ “agire criminale” sia diventato prima ancora un “pensare criminale”. Il presidio cittadino di Libera, dopo la straordinaria esperienza dei campi lavoro sui terreni confiscati di Toro e Scarafone, s’impegna con l’intera città a continuare il difficile e tortuoso percorso intrapreso. Convinti che, mai come in questo momento, le energie migliori della città siano chiamate a rimboccarsi le maniche per risollevare il destino di un’intera comunità.

    2 COMMENTS

    1. Cerignola, a differenza di altri centri maggiormente urbanizzati, è un medio paese circoscritto da migliaia di ettari di terra.
      Quindi non è complicato controllarne la criminalità.
      Sarebbe sufficiente una maggior repressione attuata dalle forze dell’ordine per un periodo lungo.
      Quindi, si chiede una maggiore attività e vivacità delle forze dell’ordine che spesso sono molto blande e rilassati durante le ore di servizio.

    2. Questa città anche se di medio livello, come dice Mario, non è da meno a nessuna delle realtà “criminali” esistenti sul territorio meridionale, vedi “San Luca” in Calabria, Scampia in Campania. Le realtà malavitose sono molto agguerrite e radicate, hanno l’accoglienza di una parte della società “cosidetta” civile, che ne spartisce gli intendimenti ed i programmi. Il continuo “fiancheggiare” da parte di alcune categorie notabili ha fatto in modo che ci sia “una malata sinergia”, qui è radicata la furbizia, l’invidia tra esseri umani, l’ostentazione becera, la prevaricazione materiale. Sentimenti elementari di amicizia poco diffusi, va di moda il fregare il prossimo, subire silenti senza avere la “possibilità” di ribellarsi. Anche le “cosidette” Istituzioni sono ricurve su se stesse, demotivate e sfiduciate per quanto avviene intorno.
      La “repressione” si può ottenere colpendo le famiglie intere nei propri interessi, cominciando a requisire e espropriare quello che legalmente o illegalmente detieni, specie se dei primi non sai giustificarne la provenienza .
      Le conseguenze illegali anche dei propri figli dovrebbero intaccare “i patrimoni” della famiglia. Il miracolo in questo modo si compie!
      Ora et labora!

    Comments are closed.

    Ultimora

    Presentato alla Camera dei Deputati il libro “Una vita su uno sgabello” di Antonella Migliorati

    Lo scorso 17 giugno alla Camera dei Deputati si è svolto “Autrici a confronto”,...

    Altre due conferme per la Pallavolo Cerignola: Pettinari e Adorni

    La Mandwinery Pallavolo Cerignola SSD arl è lieta di annunciare il rinnovo della centrale...

    Roberta Recchia presenta a Cerignola “Tutta la vita che resta”, il suo romanzo d’esordio

    Lunedì 24 giugno, alle ore 19:00, presso il Mondadori Point di Cerignola (via Bari,...

    Dalla palestra alle aule di scuola: la Kick Boxing come stile di vita nella tesina di Veronica Anzalotta | Video

    Le funzioni educative e formative dello sport in generale, e di alcune discipline in...

    Audace Cerignola, interesse in attacco per Cuppone del Pescara

    In vista dell’apertura imminente della sessione estiva di calciomercato, l’intenzione dell’Audace Cerignola sarà non...

    Furti di tombini a Cerignola: ne sono stati asportati 27 fra città e zona industriale

    Ben 27 chiusini in ghisa rubati in sole 72 ore anche in vie principali...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Presentato alla Camera dei Deputati il libro “Una vita su uno sgabello” di Antonella Migliorati

    Lo scorso 17 giugno alla Camera dei Deputati si è svolto “Autrici a confronto”,...

    Altre due conferme per la Pallavolo Cerignola: Pettinari e Adorni

    La Mandwinery Pallavolo Cerignola SSD arl è lieta di annunciare il rinnovo della centrale...

    Roberta Recchia presenta a Cerignola “Tutta la vita che resta”, il suo romanzo d’esordio

    Lunedì 24 giugno, alle ore 19:00, presso il Mondadori Point di Cerignola (via Bari,...