More

    HomeEvidenzaUna riunione con le istituzioni per fare chiarezza sugli Inceneritori

    Una riunione con le istituzioni per fare chiarezza sugli Inceneritori

    Pubblicato il

    Pubblichiamo di seguito una nota del Comitato cittadino contro gli Inceneritori riguardante la riunione di lunedì 19 settembre quando, nella sala consiliare a palazzo di città, si riuniranno con le forze governative, dal Sindaco all’Ass. all’Ambiente, per discutere sui problemi del’inceneritore in Zona Industriale e quello sito in Borgo Tressanti. Ecco il documento completo.

    ll Coordinamento Cittadino contro gli inceneritori ha inviato una lettera alle forze politiche locali, per sollecitare i rappresentanti dei partiti e favorire ad un dialogo-confronto costruttivo su 2 problemi gravi che affliggono il nostro territorio e minacciano la salute di tutti: l’inceneritore sito nella zona industriale e quello vicino Borgo Tressanti. L’esito degli incontri verrà comunicato alla cittadinanza lunedì 19 settembre alle 19:00 nella sala consiliare di Palazzo di Città a Cerignola, durante un’assemblea pubblica, alla presenza dei rappresentanti dei partiti, tutti invitati. In questa occasione si potrà valutare la risposta della politica locale all’accorato appello di cittadini che hanno al cuore il destino del territorio e la tutela della salute pubblica. Obbiettivo della serata: ottenere, con la collaborazione di tutti, anche dei singoli cittadini,
    l’individuazione di nuove e sempre più valide forme di lotta contro gli inceneritori. Tra gli invitati: il sindaco Giannatempo, l’assessore Palladino e numerosi rappresentanti di associazioni di categoria. Tra coloro che interverranno certa è la presenza del dott. Giuseppe Mancino.

    6 COMMENTS

    1. A quando un comitato contro l’inquinamento da traffico? Sappiate che provoca più danni di un inceneritore spento, anche se non è un buon elemento di propaganda politica.

      • Non esistono danni paragonabili: un’ inceneritore spento ha cmq un impatto sul territorio. Cosa c’era in quell’aria prima?
        Poi un’inceneritore spento oggi è un’inceneritore acceso domani, che facciamo? Rimandiamo il problema, credendo che così ppossa risolversi?
        I danni di un ‘termovalorizztore sono per sempre.
        Inoltre il traffico si può ‘spegnere’ con politiche cittadine molto più semplici rispetto ai macro sistemi che governano la gestione dei rifiuti, sopratutto perchè il traffico non nasconde nessun interesse economico diretto…

        Non mi sembra poco.

    2. Abbandonate le logiche politiche è agite nel solo interesse del bene e della salute dei cittadini.
      Baste con le ipocrisie e con inutili addebiti di responsabilità.
      A CERIGNOLA SONO SEMPRE PIù NUMEROSI I CASI DI TUMORE E DI VARIE ALTRE GRAVI PATOLOGIE. Sono gli stessi medici che indicano nell’inquinamento ambientale e atmosferico le cause di questi mali.
      CHI HA IL POTERE FACCIA QUALCOSA PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!!!!

    3. Signori se i casi di tumore sono in aumento non è certo per colpa di un termovalorizzatore (e non inceneritore non facciamo confuzione) spento, e che nessuno osi dire il contrario. Se qualcuno mi avesse ascoltato un anno fa l’incenaritore di Ecocapitanata sarebbe stato controllato prima e magari messo in sicurezza evitando un anno di emissioni nocive. Ora il problema grosso è questo traffico caotico con auto non catalizzate che magari vanno pure a carburante agricolo. Cosa c’era nell’area del termovalorizzatore? Saranno stati problemi del proprietario del suolo.
      I termovalorizzatori funzionano in tutte le parti del mondo e solo qui si fa tutto ‘sto casino SOLO PER RACCATTARE CONSENSI POLITICI.
      Se la gente si ammala provvediamo a rimuovere la causa, cominciamo ad educare i nostri concittadini ad uscire a piedi, a non usare carburante adatto ad altri scopi, a non bruciare i rifiuti, a non bruciare il polistirolo, a non bruciare le stoppie, a rimuovere l’eternit dalle abitazioni e dai capannoni e poi, eventualmente, parliamo di altro.

      • mi sa che tu sei uno dei proprietari del termovalorizzatore cosa centra ora l inquinamento delle auto con quello dei rifiuti ma lo sai che sono tossici al 100% sei l unico che la pensa in questo modo mi sa mi sa che sei uno di loro

    4. Il problema non è dato dagli impianti (termovalorizzatore o inceneritore) in sè, ma dal loro uso, e quindi, dalle emissioni AL DI FUORI DELLE NORME E DEI PARAMETRI DI LEGGE.
      Sappiamo bene la lentezza dei provvedimenti rispetto a violazioni accertate da ARPA o altre autorità, per cui è lecito alla fine chiedersi se l’aumento ESPONENZIALE dei casi di tumore nella nostra città sia un caso, se rientri nei range di crescita a livello nazionale, oppure no, se c’è da indagare sul territorio in modo più scientifico e sistematico di quanto non si sia fatto fino ad oggi, se le emissioni nocive di inceneritore (e del prossimo termovalorizzatore) superino o meno i livelli definiti per legge, se esistono altri fattori gravemente inquinanti in Cerignola.
      Occorrerebbe istituire una VERA commissione d’inchiesta comunale, non legata a logiche di maggioranza/opposizione, che indaghi a fondo, che realizzi una mappa dettagliata delle discariche abusive, dei centri di stoccaggio celati nei capannoni, identifichi le sostanze inquinanti rinvenute, che effettui controlli serrati sullo smaltimento effettuato da aziende e artigiani….
      Poi, è chiaro che il traffico è nocivo ed inquinante, ma una cosa non esclude la responsabilità dell’altra!

    Comments are closed.

    Ultimora

    Presentato alla Camera dei Deputati il libro “Una vita su uno sgabello” di Antonella Migliorati

    Lo scorso 17 giugno alla Camera dei Deputati si è svolto “Autrici a confronto”,...

    Altre due conferme per la Pallavolo Cerignola: Pettinari e Adorni

    La Mandwinery Pallavolo Cerignola SSD arl è lieta di annunciare il rinnovo della centrale...

    Roberta Recchia presenta a Cerignola “Tutta la vita che resta”, il suo romanzo d’esordio

    Lunedì 24 giugno, alle ore 19:00, presso il Mondadori Point di Cerignola (via Bari,...

    Dalla palestra alle aule di scuola: la Kick Boxing come stile di vita nella tesina di Veronica Anzalotta | Video

    Le funzioni educative e formative dello sport in generale, e di alcune discipline in...

    Audace Cerignola, interesse in attacco per Cuppone del Pescara

    In vista dell’apertura imminente della sessione estiva di calciomercato, l’intenzione dell’Audace Cerignola sarà non...

    Furti di tombini a Cerignola: ne sono stati asportati 27 fra città e zona industriale

    Ben 27 chiusini in ghisa rubati in sole 72 ore anche in vie principali...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Presentato alla Camera dei Deputati il libro “Una vita su uno sgabello” di Antonella Migliorati

    Lo scorso 17 giugno alla Camera dei Deputati si è svolto “Autrici a confronto”,...

    Altre due conferme per la Pallavolo Cerignola: Pettinari e Adorni

    La Mandwinery Pallavolo Cerignola SSD arl è lieta di annunciare il rinnovo della centrale...

    Roberta Recchia presenta a Cerignola “Tutta la vita che resta”, il suo romanzo d’esordio

    Lunedì 24 giugno, alle ore 19:00, presso il Mondadori Point di Cerignola (via Bari,...