pub_728_90
Sportweb

Un altro Movimento Civico può contribuire alla rinascita politica di Cerignola?

i più letti

Cerignola, incandidabilità di Sindaco & Co. Udienza fissata martedì 21

Dopo lo scioglimento del consiglio comunale e il commissariamento, cominciano a vedersi le prime conseguenze, i primi strascichi del...

Smantellata organizzazione italo-albanese attiva nello spaccio di stupefacenti, 22 arresti

Alle prime luci dell’alba, la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza con cui si dispone la misura cautelare della...

Cerignola, fermati in quattro per possesso di moto rubate

Alcuni giorni fa una pattuglia della Stazione di Cerignola, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree...

E’ la sfida proposta da Pinuccio Bruno, Matteo Capuano e Luigi Doria. I tre, già attivi con gruppi ambientalisti locali, sempre attenti alla salvaguardia del territorio, oggi si propongono come alternativa per la rinascita politica della città E lo fanno proponendo un nuovo gruppo civico, dal basso, fatto da tutti quei cittadini di buona volontà. Ecco di seguito in comunicato completo.

Premesso che, Il periodo di crisi economico-finanziario cui tutti noi italiani stiamo attraversando è senza ombra di dubbio tra i peggiori dall’ultimo dopoguerra in poi. Ad averlo originato secondo il nostro modesto parere di noi scriventi, è stato un insieme di più fattori. Alcuno dei quali sono: globalizzazione; passaggio dalla lira a l’euro; debito pubblico; e cattiva politica italiana attuata dai partiti attraverso un vero e proprio ceto politico egoista ed irresponsabile.

     Detta politica, principale artefice del malessere italiano, per come è stata gestita soprattutto nell’ultimo decennio, constatiamo un abnorme aumento della immoralità negli apparati dello Stato, dello squilibrio sociale e del fenomeno di cleptocrazia, inoltre, sempre la stessa, ha consentito: primo, di far arricchire ancor più chi lo era già attraverso speculazioni finanziarie, leggi speciali ed altri sistemi simili al limite della legalità, a discapito delle classi meno abbienti; secondo, di fare arricchire pure i partiti politici (in pratica se stessi) introitando miliardi di vecchie lire dei contribuenti italiani adottando lo stratagemma del rimborso elettorale, eludendo la volontà popolare espressa attraverso il referendum de 1993, il cui esito negava inconfutabilmente il contributo ai partiti; terzo, di far fiorire in maniera esponenziale sia la corruzione nella pubblica amministrazione, sia lo sperpero e lo spreco di denaro nella gestione della cosa pubblica. E l’elenco potrebbe continuare a lungo.

          Ritornando alla crisi di cui sopra, essa come è noto sta viaggiando sull’orlo del baratro e nessuno e in grado di poter dire con certezza quando si fermerà. E se la stessa, continua ad essere recessiva e senza una concreta prospettiva di sbocco, si corre il rischio che la popolazione , in preda alla esasperazione, si vede costretta scendere in piazza con i forconi (in senso metaforico), in analogia a quanto già avviene in altri paesi europei.

         Infatti, l’aumento costante della disoccupazione giovanile; la perdita di posti di lavoro  l’aumento indiscriminato e a dismisura di tasse ed imposte sia nazionali che locali (e queste ultime, a proposito, a breve le toccheremo con mano tramite gli inviti di pagamento che perverranno da parte dell’ufficio comunale competente), costituiscono elementi scatenanti di sommosse popolari, se non addirittura di rivoluzione.

     Evitare, che questa sciagurata ipotesi possa concretizzarsi, secondo noi, è possibile a condizioni che si attui il prima possibile una equa, sana ed onesta politica molto simile a quella espressa qualche decennio fa da uomini di grande spessore culturale, etico e morale. La realtà e che, i partiti   ridottosi ad essere senza né  capo e né coda ed in fase di caduta libera, non crediamo siano più in grado di garantire una politica con le suddette caratteristiche. Ciò, sia per la perdita di credibilità e di affidabilità, sia per la  ostinata presenza di oligarchie conservative all’interno di essi.

     Infatti, ogni partito ne ha una propria, decisa a non mollare l’osso e quindi non intenzionata a farsi da parte spontaneamente per consentire la rinascita e formazione di una nuova  classe politica al passo coi tempi, ma piuttosto a conservare il potere per interessi di bottega.

        Questo nostro scetticismo trova la conferma nel fatto che oltre al motivo testè citato, vi è l’altro altrettanto fondato, in cui la “base”  fatta di iscritti e militanti (attivisti)-non mostra reattività, o perché  apatica, o quasi certamente affetta da sindrome di obbedienza incondizionata. Essa, infatti, pur essendo conscia della improcrastinabile necessità di dover procedere al rinnovamento ed innovamento  dei rispettivi partiti di appartenenza, non ha nella gambe la spinta propulsiva sufficiente per dare il “benservito” a tanti cinici paperoni o mestieranti della politica che hanno dimostrato egoismo e poco attaccamento al dovere che, oltre a far parte delle oligarchie di partito, da una generazione , occupano la poltrona di parlamentare, come fossero vincitori di concorso, malgrado abbiano procurato più danni che benefici alla nazione nel corso dei loro mandati. Questo è il grande paradosso che ci stupisce!

      Tutto ciò, sta generando nell’elettorato un disgusto verso gli stessi partiti, tanto che buona parte di esso ha deciso l’astensionismo in occasione delle prossime elezioni che si terranno  l’anno prossimo  per  rinnovare il Parlamento Italiano.

      A fronte di tale complessa situazione, emerge in maniera chiara e naturale la necessità di ripartire dal basso. Cioè, dare spazio alla nascita di movimenti politici liberi ed indipendenti in cui, i veri protagonisti siano i cittadini e non le oligarchie, come vera alternativa a questo sistema partitocratico moralmente discutibile. Movimenti che, secondo la struttura voluta, possano operare a livello nazionale e locale.

      Secondo noi, Cerignola in virtù di tale principio, è una città in cui si ravvisa di dar vita ad un altro movimento civico, o politico come dir si voglia, aperto a tutti i cittadini desiderosi di fare politica con passione, e senza interesse personale. Questo naturalmente, comporterebbe innanzitutto una ventata di aria nuova per la nostra comunità in quanto, andrebbe a soddisfare il diritto all’informazione e  della partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica locale, nonché,  ad aumentare il controllo dell’operato dell’Amministrazione comunale, e nello stesso tempo stimolarla a fare bene o meglio e laddove si rendesse necessario, sostenerla.

      Attraverso codesto lodevole mezzo di comunicazione, abbiamo pensato di lanciare questa idea per verificare se la stessa sia condivisa o meno e se vi siano le condizioni ideali per realizzarla, possibilmente insieme a quanti fossero favorevoli. In ogni caso, tale idea pur se da noi espressa, chiunque, facendola propria, può renderla concreta autonomamente. Comunque sia, ciò che importa e che si faccia qualcosa di positivo per questa città, tenendo presente che Cerignola è in totale stato di abbandono in tutti i sensi, e che è  dovere di ogni Cerignolano intervenire in tempo prima che tale situazione si tramuti in stato comatoso irreversibile .

Questo è quanto doverosamente ritenevamo di esternare senza remore, come è nostra consuetudine.

      Attendiamo ora da Voi gentili lettori il vostro parere in merito a tutto quanto sin qui descritto,  quale che sia il tenore, con l’auspicio di poter passare in tempi brevi, dalle parole ai fatti.

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Polveri bagnate per l’Audace Cerignola, finisce senza reti col Grumentum

Un roccioso Grumentum blocca sullo 0-0 un Audace Cerignola che non sa approfittare di una mezzora abbondante in superiorità...

Cerignola, fermati in quattro per possesso di moto rubate

Alcuni giorni fa una pattuglia della Stazione di Cerignola, nel corso di un servizio di perlustrazione delle vaste aree rurali e periferiche della città...

In centinaia alla marcia per la pace. Mons. Renna: «Il cammino non si ferma. Da oggi inizia un nuovo percorso»

Una folla giovane, allegra e colorata ha invaso le vie di Cerignola ieri pomeriggio prendendo parte alla marcia per la pace che ha sfilato...

Travolta l’Orsacuti 3-0, per la Brio Lingerie Pallavolo Cerignola ottimo viatico verso Melendugno

Termina con la netta vittoria per 3-0 della Brio Lingerie Pallavolo Cerignola la sfida del PalaDileo valevole per la 12^ giornata del campionato di...

Cerignola, incandidabilità di Sindaco & Co. Udienza fissata martedì 21

Dopo lo scioglimento del consiglio comunale e il commissariamento, cominciano a vedersi le prime conseguenze, i primi strascichi del provvedimento che dallo scorso 14...