More

    HomeNotizieAttualitàAncora blocco dei TIR sulla A-14. A Cerignola è già emergenza carburante

    Ancora blocco dei TIR sulla A-14. A Cerignola è già emergenza carburante

    Pubblicato il

    I blocchi a opera degli autotrasportatori proseguono senza sosta e a detta di molti le zone più critiche, dopo la Sicilia, sembrano essere le città della Capitanata. Tanta Rabbia, e voglia di cambiare un corso troppo tragico per la categoria dei trasporti su gomma. Con questo intento i Forconi del foggiano, presso l’area di servizio “Le Saline”, sul tratto Autostradale A14 tra Cerignola est e Foggia, hanno creato uno stop forzoso della circolazione, chiedendo al governo nazionale una manovra equa e congrua per arginare l’innalzarsi del prezzo del carburante e dei pedaggi autostradali. «Non se ne può più – afferma Antonio, un autotrasportatore, raggiunto proprio nella zona del blocco, in esclusiva a lanotiziawebaumenta il prezzo del carburante, aumenta il prezzo dell’autostrada e si riducono sempre più le paghe per noi. Io faccio questo lavoro da una quindicina di anni, e vi posso giurare che prima eravamo rispettati, avevamo dignità. Oggi ci hanno tolto anche quella. Ti danno 600 o 700 euro al massimo per un viaggio fino a Milano, se ti va bene tra carburante e autostrada riesci a mettertene una sessantina di euro puliti in tasca. E se ti si fora una gomma, ci hai rimesso».

    Il problema del caro carburante però non sembra essere l’unica preoccupazione per i trasportatori. Esiste, infatti, come ci spiega il nostro amico Antonio, anche un problema di lavoro nero sottopagato «oggi se gli dai 500 euro a uno straniero, questo si mette nel camion e fa il viaggio senza problemi, guadagnando anche solo pochi euro. Io ho moglie e due figli, e dopo che torno da un viaggio di 4 giorni, non posso entrare a casa con 20 euro». Evidentemente ora si è giunti a un punto di esasperazione tale per cui queste persone non riescono più a gestire un mestiere che per anni, a Cerignola, ha dato guadagni dignitosi, giusti per il tempo e la fatica impiegati. Oggi, tra il lavoro nero, e i rincari sempre più forti, queste persone non ce la fanno più. «Dicono che tra di noi ci sono infiltrati estremisti e io dico solo una cosa, ed è il pensiero di noi tutti: queste persone non sono dei nostri, non ci servono e non li vogliamo. Noi manifestiamo per i nostri diritti non per cose politiche. Chi la pensa come noi può partecipare, ma per il bene di tutti i cittadini e non dei politici», ha concluso l’autotrasportatore.

    Certo quello che non manca a queste persone è l’etica e il buon senso: infatti, lasciano passare ambulanze e automobili che trasportano ammalati e beni di prima necessità. Ma per quanto tempo ancora il buon senso riuscirà a sopraffare la voglia di rivendicare un diritto sacrosanto come quello di una buona vita? Urge una manovra concreta da parte dello stato, e forse un aiuto dai politici non per accaparrarsi voti alle prossime elezioni, ma per dare un sostegno concreto alla lotta di questi cittadini. I disagi però non mancano. E’ di ieri sera, infatti, la notizia che numerosi distributori della città di Cerignola hanno esaurito le scorte di carburante. Se si andrà avanti così nei prossimi giorni cominceranno a mancare anche altri beni e servizi per i cittadini.

    11 COMMENTS

    1. Devo dare atto ieri mattina nell’espletare un trasferimento di un paziente, sia in autostrada che nel tratto extraurbano non hanno posto resistenza permettendo il passaggio sicuro e libero dell’ambulanza…

    2. purtroppo la protesta a cerignola è tutt’altro che pacifica…oggi mio marito che portava medicinali a bordo di un’ auto aziendale, è stato intimato a fermarsi e lasciare lì la macchina sotto minaccia di botte e altro di peggio, ..ha visto un fattorino di una ditta di consegne tirato fuori dall’auto e preso a calci in faccia e avere la faccia piena di sangue..altro che far passare ambulanze e medicine…
      mio marito l’hanno lasciato andare a tarda sera lasciando a terra la merce..dato che non lo lasciavano passare ha chiesto se almeno potesse tornare a casa…nemmeno quello …la protesta deve essere pacifica e tranquilla…con la violenza non si risolve nn…sono stati delle bestie…

    3. io sono pro sciopero dei camionisti poi so per certo che fanno passare le ambulanze in quanto operatore 118 e per i camion con i farmaci li fanno passare e lo dico con certezza in quanto stamattina siamo andati a soccorrere un povero camionista con le coliche renali fermo al blocco vicino al antico casello e in quel momento è arrivato un camion con i farmaci e lo hanno fatto passare tranquillamente dopo aver accertato che trsp farmaci quinti…..
      ammiro i camionisti perchè sciperano ma le altre categorie che stanno sempre a lamentarsi con le dovute ragioni dove stanno???? parlo di agricoltori commercianti operai ecc che aspettate scioperate con i camionisti e cambiamo l’italia rendendola più vivibile

      • purtroppo mio marito era a bordo di una semplice panda aziendale con alcuni scatoloni di medicinali non l’hanno fatta passare…forse avranna avuto pietà del povero collega e vi hanno fatto passare ma vi assicuro che ieri c’erano scene raccrappiccianti…ripeto ok la protesta ma pacifica…poi esiste il diritto do sciopero e quello di andare a lavorare…se un povero operaio porta a casa 900 euro e deve mantebere la famiglia e a stento arriva a fine mese e se sciopera gli tolgono le giornate…mi dici tu come può mai far sciopero????a fine mese una settimana di sciopero si sente….di questi esempi ne conosco tanti ma veramente tanti…chi può scioperi ma nin buttare veleno e fango su chi per necessità deve andare a lavorare.

    4. volevo solo dire l’unione fa la forza !!!!!
      quindi uniamoci tt per il ns bene e il bene dei ns figli

    5. per pietro
      allora te sei contentio di pagare il gasolio a 2 euro al litro e aumentanto gasolio autostrade etc etc aumenta tutto
      chi nn protesta nn a diritto a lamentarsi sta bene

      • CARO SCYTVG GRAZIE A DIO STO BENE E COMUNQUE NON SONO CONTENTIO (CONTENTO) A TUTTI GLI AUMENTI E A QUANTO STA ACCADENDO, HO DIRITTO SIA A LAMENTARMI CHE A PROTESTARE SENZA COSTRINGERE GLI ALTRI CHE NON VOGLIONO O NON POSSONO LAMENTARSI E PROTESTARE, CON QUESTO VOGLIO DIRE CHE SAREBBE OPPORTUNO BLOCCARE CHI PUO’ CAMBIARE LE COSE (I NOSTRI POLITICI) E NON CHI NON PUO’ FAR NULLA PER CAMBIARE LA SITUAZIONE (POVERO RAPPRESENTANTE DI MEDICINALI), QUINDI BLOCCHIAMO I POLITICI A ROMA OVE LA SIG.A MINISTRA QUESTA MATTINA HA DICHIARATO DI AVER RIMOSSO I BLOCCHI CIO’ DIMOSTRA CHE NON SA’ QUELLO CHE SUCCEDE A CERIGNOLA E ZONE LIMITROFE, POTEVAMO FORSE FAR SENTIRE LA NS VOCE DI PROTESTA AI NS POLITICI QUALCHE SERA FA’ IN OCCASIONE DELL’ARRIVO DELL’ON. CESA – UDC – ALL’INNAGUARAZIONE DELLA NUOVA SEDE DELL’UDC A CERIGNOLA, ECCO POTEVAMO BLOCCARLO PACIFICAMENTE SOLO PER POCHI MINUTI FORSE LA NS VOCE SAREBBE ARRIVATA A ROMA. QUELLO CHE SI STA FACENDO STA CREANDO SOLO DISAGI AI NS CITTADINI E COME CI INSEGNA LA STORIA SOLO MARCIANDO SU ROMA QUALCUNO CI ASCOLTERA’

    6. volevo sapere x quanto tempo andrà avanti lo sciopero..xkè devo viaggiare altrimenti nn mangio.. aspetto esaudiente risposta grx….

      • Secondo fonti ufficiali i blocchi dureranno fino a venerdì, ma non è escluso che, se fino a venerdì non saranno raggiunti accordi, i blocchi potrebbero proseguire ad oltranza. Al momento non abbiamo altre notizie certe. Redazione!!!

    7. …ma per piacere, sig.Anna, ma quali botte, sangue e sequestri di persona!!! Ma non dica cazzate. Passo tutti i giorni di lá perché la coro a Foggia e mi fanno passare, cosí come agli altri. Per piacere non diciamo minchiate, mi faccia vedere se ha sporto denuncia dopo il “pestaggio”. Lei guarda troppe puntate di soap-opera!!!

    Comments are closed.

    Ultimora

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...

    Due nuovi eventi di Giuseppe Amorese tra Roma e Pesaro

    A distanza di poche settimane, due eventi che vedono protagonista l’arte di Giuseppe Amorese....

    Venerdì 14 giugno nuova seduta del Consiglio comunale di Cerignola

    Il Presidente del Consiglio ha convocato il Consiglio comunale, in seduta ordinaria, per venerdì...

    Anticipazioni delle partite: gli avversari dell’Italia nella fase a gironi di Euro 2024

    La sfida per l'Italia all'EURO 2024 sarà ardua, specialmente dopo il trionfo nel 2020....

    Altro su lanotiziaweb.it

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...