More

    HomeNotizieCulturaAnniversario morte Giuseppe Di Vittorio: il ricordo della figlia Baldina. Anche Camusso...

    Anniversario morte Giuseppe Di Vittorio: il ricordo della figlia Baldina. Anche Camusso presenzierà

    Pubblicato il

    Baldina Di Vittorio, figlia del Sindacalista Giuseppe Di Vittorio, fondatore della CGIL, a ridosso del 3 Novembre, anniversario della morte dello stesso, ricorda l’importanza della figura storica, e della Camera del Lavoro quale luogo di incontro e discussione dei problemi dei lavoratori. Di seguito il documento completo inviatoci dall’Associazione Casa Di Vittorio.

    Autorità, cari amici, cari compagni,

    apprezzo molto che in occasione del 3 Novembre, a Cerignola, si ricordi e si riprenda il tema dell’importanza delle Camere del Lavoro così vicino all’intuizione che mio padre ne ebbe fin dalla prima gioventù. Camere del Lavoro come luogo di incontro di tutti i lavoratori in quanto lavoratori: indipendentemente dall’appartenenza a differenti identità politiche, religiose e sindacali. Luogo di affratellamento e di confronto e discussione. Con questi pensieri auguro una proficua discussione che, ne sono certa, arricchirà il lavoro di tutti noi.

    E il tema si arricchisce con la presenza della Camusso, Segretario Nazionale CGIL, nella stessa giornata, proprio a Cerignola per ricordare la figura di Giuseppe Di Vittorio. Di seguito il comunicato, sempre proveniente dall’Associazione Casa Di Vittorio, sull’evento.

    La feconda relazione tra la CGIL e il territorio in cui opera è il tema dell’incontro “Di Vittorio e le Camera del Lavoro: diritti, partecipazione, democrazia” che si svolgerà a Cerignola il prossimo 3 novembre alla presenza del segretario generale Susanna Camusso. Organizzata dall’associazione Casa Di Vittorio e dalla Camera del Lavoro provinciale, l’iniziativa nella città natale del fondatore del più grande sindacato italiano si svolgerà nel Teatro Mercadante, a partire dalle 17.00, e vi parteciperanno: il segretario generale della CGIL Susanna Camusso, lo storico Antonio Leuzzi, il direttore scientifico della Fondazione Di Vittorio Adolfo Pepe, il segretario generale della CGIL Foggia Mara De Felici. Il loro intervento sarà preceduto dai saluti istituzionali del sindaco di Cerignola Antonio Giannatempo e dell’assessore regionale al Lavoro e Welfare Elena Gentile. “L’attualità dell’attività sindacale di Giuseppe Di Vittorio si legge nelle drammatiche cifre sulla disoccupazione, nel lacerante conflitto tra lavoro e salute, nell’improduttiva ricerca di un nuovo sistema di welfare – commenta la direttrice di Casa Di Vittorio Giovanna Zunino – Ora come allora, le Camere del Lavoro possono e devono diventare luogo vitale di confronto ed elaborazione aperto alle forze sane della comunità in cui operano, alle quali offrire anche il bagaglio di esperienza e memoria che deriva dalla più che secolare storia della CGIL. Il nostro compito è offrire tracce e percorsi di lettura di questa appassionante storia e del contributo che fu capace di apportare uno tra i suoi principali protagonisti. Negli scritti, nei discorsi, nelle iniziative sindacali e politiche di Giuseppe Di Vittorio – conclude Giovanna Zunino – possiamo trovare e ritrovare tanto le ragioni del rinnovato impegno civico che le radici da cui far crescere rigogliosa la pianta dei diritti, dell’uguaglianza, delle opportunità”.