More

    HomeSportCalcioAudace, se ripescato, nuova linfa da Grieco e Castellano? Chissà...

    Audace, se ripescato, nuova linfa da Grieco e Castellano? Chissà…

    Pubblicato il

    Gira voce tra i tifosi che, in caso di un possibile ripescaggio dell’Audace Cerignola, a compartecipare, fattivamente ed economicamente, potrebbero essere i due imprenditori Grieco e Castellano. In realtà di questi tempi i nomi abbondano e spesso nessuna delle ipotesi diventa realtà. Il cammino per il ripescaggio infatti è lungo. Bisognerebbe presentar domanda, cosa che l’Audace non ha ancora fatto (almeno ufficialmente). Poi bisogna attendere la graduatoria e conoscere anche il numero di squadre rinunciatarie. Una prassi che non troverà esiti finali prima di luglio. Intanto la possibilità che due imprenditori sostengano la causa è fatto importante, anche perché solo per la domanda occorrono circa 30mila euro. Intervistato Pierfrancesco Castellano non da risposte definitive, rispetto alle voci di corridoio: «Non so se c’è stato un contatto in questi ultimi giorni con la mia famiglia. Circa un mese fa se ne parlò, in riferimento alla nostra azienda, ma è rimasto un semplice pour parler». Magari nei prossimi giorni potrebbero giungere conferme, o smentite.

    Fatto sta che, dall’appello di mister Trallo nella lettera aperta della settimana scorsa (il quale ha auspicato un tavolo tra dirigenza ed Amministrazione per concertare al più presto le strategie per il futuro della società), non sembra essersi mosso nulla: come detto, la questione potrebbe protrarsi fino a fine luglio e la possibile richiesta di ripescaggio dovrebbe essere presentata entro la fine del mese. Al momento risulta allo stesso modo complicato provare ad intuire le reali o fattibili possibilità che la chiamata in serie D possa avverarsi; ciò dipenderà dal numero di iscritte mancanti nei campionati superiori (soprattutto serie D ed in caso, Lega Pro). Tuttavia, pur trovandosi in una situazione nettamente migliore rispetto allo scorso anno, il Cerignola non ha garantito il passaggio alla categoria superiore, nonostante possa vantare alcuni coefficienti molto buoni. Ma, ripetiamo, la vicenda è tutta da decifrare e sarà necessario seguirne gli sviluppi: è ancora fresca per ora, la delusione della sconfitta contro il Città de la Cava nella semifinale nazionale playoff.