More

    HomeEvidenzaCerignola diffida la Rai e il Ministero per lo Sviluppo Economico

    Cerignola diffida la Rai e il Ministero per lo Sviluppo Economico

    Pubblicato il

    Cerignola lì 21/06/2012

    Al Ministero dello Sviluppo Economico

                                 Dipartimento per le Comunicazioni

                                                                                                                                             Capo Dipartimento

                                                                                                                                              c.a. Dott. Roberto Sambuco

                                                                                                                                            Viale America n. 201 00144 – ROMA

    Anticipata Via Fax al n. 06 54442101 e via mail segreteria.sambuco@sviluppoeconomico.gov.it

    Anticipata Via mail ufficiostampa@rai.it

    Alla RAI – Radio Televisione Italiana

    V.le Mazzini n. 14

    00195 – ROMA

    OGGETTO: Diffida per possibile interruzione di Pubblico Servizio – Art. 18 Regolamento del MSE 14/11/2008 e del D.Lgs. n.262/1999.

    L’attivazione dello Switch-off per la zona della provincia di Foggia sin dalla sua iniziazione ha incontrato notevoli momenti di criticità più volte manifestati a mezzo dei numeri verdi attivati per detto servizio, da buona parte della popolazione provinciale. Nella fattispecie detto fenomeno di drastica interruzione delle trasmissioni, prevalentemente di quelle relative ai canali RAI e MEDIASET, per la quasi interezza del territorio del Comune di Cerignola, ha trovato la sua punta di massimo allarme sociale, in concomitanza della partita degli Europei 2012 di calcio Italia-Irlanda, trasmessa dalla RAI dalle ore 20,30 di Lunedì 18 Giugno 2012, quando, quasi l’80% dei cittadini di Cerignola (FG), possessori di televisori muniti di digitale terrestre, i quali, pur avendo regolarmente pagato il canone Rai, non hanno potuto vedere l’incontro di calcio, in quanto le trasmissioni sono state interrotte a causa proprio dell’inefficacia e/o inefficienza dell’attivazione dello Switch-off.

    Nel rappresentare alle Istituzioni in indirizzo, l’inopportunità di aver attivato lo Switch-off proprio in concomitanza degli Europei di Calcio 2012 essendo ben a conoscenza dei possibili e sistematici disservizi legati all’attivazione del digitale terrestre, già sperimentati in altri contesti, si DIFFIDANO le stesse Istituzioni in indirizzo in ottemperanza a quanto previsto dall’Art. 18 Regolamento del MSE 14/11/2008 e del D.Lgs. n.262/1999 ad attivarsi a che, quanto avvenuto nella partita Italia-Irlanda, non possa ripetersi in special modo in concomitanza degli incontri della Nazionale Italiana. Con la presente questa Amministrazione Comunale si riserva di costituirsi parte civile in rappresentanza dei propri cittadini contribuenti e titolari di Abbonamento RAI per il risarcimento danni scaturenti da tutti i disservizi passati e futuri, con precisazione che quanto denunciato con la presente, rappresenta all’interno della comunità cittadina un forte “allarme sociale” e che ciò è comunque riconducibile, ove non sono state attivate le opportune misure cautelative, al reato di “Sospensione di Pubblico Servizio”. Certi di un sollecito e risolutivo riscontro Cordiali Saluti.