More

    HomeEvidenzaDercole (Fli), "convenzione con AC Foggia contrasta con la normativa in materia...

    Dercole (Fli), “convenzione con AC Foggia contrasta con la normativa in materia d’appalti”

    Pubblicato il

    Pubblichiamo di seguito una nota del rappresentante di Fli, Carlo Dercole, il quale rileva delle irregolarità nella convenzione tra comune di Cerignola e AC Foggia per la gestione della sosta a pagamento. Ecco il documento completo.

    La convenzione stipulata tra il Comune di Cerignola ed Ac Foggia per la sosta a pagamento ed i due autovelox posizionati sulla 16bis, uno in direzione Foggia, e l’altro in direzione Bari, in prossimità dell’entrata al nostro comune, contrasta con la normativa posta a tutela della concorrenza e del mercato, dal momento che l’affidamento del servizio, con la determinazione delle relative caratteristiche e modalità di gestione, non è stato preceduto dall’espletamento di una procedura di evidenza pubblica (gara d’appalto), così da garantire la concorrenza per il mercato. Ove anche i nostri amministratori facessero figurare l’Ac Foggia come ente pubblico non economico, appellandosi all’art. 15 della legge 241/90, secondo il quale un accordo tra pubbliche amministrazioni non viola il principio di evidenza pubblica, l’art. 1, n. 8 della direttiva europea 18/2004, primo e secondo comma, smentirebbe completamente l’eventuale difesa di Giannatempo & co, poiché riconosce la qualità di operatore economico a ogni ente pubblico che offra servizi sul mercato. Compresa l’Ac Foggia. Esiste, poi, un precedente: anche il Comune di Chieuti ha stipulato una convenzione identica, con l’Ac Foggia, che i consiglieri di minoranza hanno segnalato all’Autorità Garante della concorrenza e del mercato. Pare opportuno, pertanto, che anche le nostre forze di opposizione facciano la stessa cosa. La trasparenza è uno dei principali modi di essere del nuovo, futuro amministratore. Che deve “puzzare di onestà, integrità e moralità da un chilometro”. Vero, avvocato?