More

    HomeSportBasketL'attacco della Castellano Udas non gira, sconfitta nella bolgia di Castellaneta

    L’attacco della Castellano Udas non gira, sconfitta nella bolgia di Castellaneta

    Pubblicato il

    Alla terz’ultima del girone di andata la Castellano Udas è di scena sul parquet del PalaTifo di Castellaneta, per confermare tutto quello che di buono era stato fatto sinora. Gli avversari sono una squadra che dire ostica è poco, sospinti come sono da un tifo ‘calcistico’ inusuale per un palazzetto dalle dimensioni ridotte come il loro. Coach Guarin schiera la miglior formazione disponibile con Acito, Ghirardi, Perrone, Desantis, e Mansueto, con un occhio di riguardo per i cecchini cerignolani. I Coachs Bufo/Totaro, sempre a zona, rispondono con la solita formazione di partenza (Susbielles, V. D’Arrissi, Sierra, Di Nanni e F. D’Arrissi). L’avvio è davvero molto brutto. Sarà il contesto caotico in cui si svolge la gara, o il fumo dei bengala che aleggia per tutto il tempo nel palazzetto, ma dopo 5 minuti il tabellone segna un insolito 3-4 che rende bene l’idea. Il Castellaneta gioca la palla senza molto ordine, evita sistematicamente la plancia e tenta ripetutamente da tre o da post alto, con risultati deludenti. La Castellano Udas non va meglio. Circolazione di palla incerta, schemi ripetuti e prevedibili ed inusuale imprecisione al tiro, non consentono agli ospiti di ammazzare la partita con le ormai note e micidiali transizioni. La prima sirena arriva sul 7-18, ma di buon basket se ne vede pochino. Non va meglio nella seconda frazione quando i padroni di casa tentano di riportarsi sotto in modo arrembante, ma con risultati non proprio convincenti, mentre gli udassini stentano a proporre i loro schemi e non sfruttano una certa prevalenza sotto plancia. Si va negli spogliatoi sul 25-31 con gli staff tecnici di entrambi i team che avranno parecchio da discutere con i propri atleti.

    Il secondo tempo dà il via alla rimonta dei tarantini. Colmato il gap del primo tempo, si va avanti testa a testa, fino alla terza sirena, con la coppia arbitrale in grande difficoltà tecnica e con pesanti problemi di gestione della situazione ambientale. Totaro, entrato in sostituzione di Di Nanni per la situazione falli, non riesce a dare la carica ai suoi, e neanche il rientro in campo di Di Nanni per Vincenzo D’Arrissi sembra essere la mossa azzeccata per far ritrovare smalto e brillantezza alla formazione biancazzurra. Mansueto, dal canto suo, inizia a far valere la sua esperienza, e con la collaborazione di Acito in netta ripresa nelle percentuali realizzative, porta i suoi a chiudere il terzo quarto sul 46-45. La gara inizia ora, ma sul più bello la Castellano Udas inizia a perdere pericolosamente colpi. Sierra è ben contenuto dalla difesa biancorossa, e, nella foga di riportarsi in partita, gli ospiti perdono il bandolo della matassa, con gli arbitri ancora sugli scudi per la direzione di gara assolutamente indecifrabile. Sospinti dai propri ultras, il Castellaneta prende possesso della gara che chiuderà con un eloquente 67-56, che la dice lunghissima sulla serataccia dell’attacco udassino.

    TABELLINI:

    Parziali: 1° quarto 7-18; 2° quarto 18-13; 3° quarto 22-14; 4° quarto 22-12.

    REALIZZATORI:

    per la CASTELLANO Udas Cerignola: Sierra 26, F. D’Arrissi 12, V. D’Arrissi 7, Di Nanni 6, Susbielles 5.

    per la Valentino Basket Castellaneta: Acito 19, Ghirardi e Petrone 14, Mansueto 10, Desantis 7, Massaro 3.

    FALLI: nessun atleta out.

    3 COMMENTS

    1. Sono rimasto rabbrividito dal comportamento degli arbitri (tutti) , invece di prendere provvedimenti seri, hanno continuato la partita con evidente parzialità dettata dalla paura che i tifosi ultrà di Castellaneta hanno suscitato in loro.
      Gli hanno fatto di tutto , a partire dal primo minuto con lancio di pezzi di carta sul parquet , poi con sputi e lancio di acqua minerale, poi insulti pesantissimi alle loro madri e al termine del secondo quarto somo stati accompagnati sotto il tunnel telato (simile a quello da stadio) e a colpi di bastoni rumoreggiavano per intimorirli maggiormente. Insomma una Bolgia , immagginate me con i miei figli e un gruppo di sparuti tifosi cosa potevamo fare per incitare i ragazzi .
      Dulcis in fundo, si fa per dire, ci riferiscono che il pagamento del biglietto di ingresso (3€ si paga con SIAE) lo utilizzano regolarmente per il pagamento delle multe , cioè un’abitudine.

    2. in questi casi la federazione dorme! con noi a Ruvo massima severità con questi semplici multe!

    3. a cerignola ci vietano l’uso di 1 tromba e se gridiamo buffone magari ad un giocatore che simula o all’allenatore avversario che istiga gli spettatori ci fanno le multe!? la squadra paga tutta questa gentilezza, apriamo gli occhi!

    Comments are closed.

    Ultimora

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...

    A Cerignola ed Orta Nova due panchine gialle contro bullismo e cyberbullismo

    L'inaugurazione a Cerignola e Orta Nova di due panchine gialle, simbolo di sensibilizzazione contro...

    “No smoking be happy”: torna a Cerignola l’evento dedicato alla prevenzione del fumo

    Il 30 e 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l'associazione Costruire,...

    “Favugne. Storia di mafia foggiana”, domani la presentazione del libro a Cerignola

    All’interno de Il Maggio dei Libri, la biblioteca di comunità di Cerignola in collaborazione...

    Da oggi anche a Cerignola attivo il numero unico di emergenza 112

    A partire da oggi 28 maggio il nuovo numero unico di emergenza 112 sarà...

    Rianimazione all’ospedale di Cerignola, nessuna chiusura ma aumento posti

    Non ci sarà nessuna chiusura della Rianimazione a Cerignola, al contrario, nel pieno rispetto...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...

    A Cerignola ed Orta Nova due panchine gialle contro bullismo e cyberbullismo

    L'inaugurazione a Cerignola e Orta Nova di due panchine gialle, simbolo di sensibilizzazione contro...

    “No smoking be happy”: torna a Cerignola l’evento dedicato alla prevenzione del fumo

    Il 30 e 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l'associazione Costruire,...