More

    HomeNotiziePoliticaMetta scrive a Curiello sul tema sicurezza e sul reparto di Ortopedia...

    Metta scrive a Curiello sul tema sicurezza e sul reparto di Ortopedia di Cerignola

    Pubblicato il

    Pubblichiamo di seguito due lettere inoltrate al Presidente del Consiglio Comunale Curiello, da Metta. La prima riguarda la questione ordine pubblico, in merito ai botti di capodanno e alla possibilità di utilizzare i filmati delle telecamere in funzione nei punti nevralgici della città. La seconda riguarda il reparto di Ortopedia dell’Ospedale di Cerignola. Ecco il primo documento.

    Caro Presidente, ancora una volta la notte dell’ultimo dell’anno è stata l’occasione per teppisti e vandali di danneggiare la proprietà pubblica e privata. E’ una triste storia, che si ripete annualmente. MA………Quest’anno noi avevamo le telecamere. Sicuramente in funzione. Sicuramente presidiate da qualche operatore. Dunque, saranno stati attivati immediati interventi repressivi. Dei quali, però, non si hanno notizie. Forse, quindi, le telecamere erano in funzione. Ma non erano presidiate, per cui non s’è potuto intervenire immediatamente. Male, Presidente, malissimo. Comunque…….Adesso abbiamo le registrazioni! Se le telecamere erano in funzione, tramite le registrazioni avremo la possibilità di……….Di fare in concreto tutte quelle cose di cui, a chiacchiere, si è vantato il nostro magniloquente assessore alla sicurezza. Raccomandi al suddetto di dare massima pubblicità agli interventi repressivi. Perché siano noto a tutti che gli atti di teppismo e di vandalismo non sono rimasti impuniti. Perché questo valga, quest’anno per la repressione, l’anno prossimo come misura preventiva. Ma, Presidente, mi sorge un dubbio atroce. Le telecamere………erano in funzione? Sono in funzione? O è stato………un ennesimo comunicato stampa……..?

    Di seguito la lettera sul reparto di Ortopedia.

    Presidente. E’ notizia di oggi che il reparto ortopedia dell’ospedale civile di Manfredonia ha ripreso la propria ordinaria attività, mercé l’assunzione di un nuovo dirigente medico, con contratto a tempo determinato. L’ortopedia di Manfredonia era nelle stesse, identiche, condizioni dell’omologo reparto del Tatarella di Cerignola. Chiuso anch’esso per carenza di personale medico. Ricorderà, forse, che il primario del reparto, dottor Vincenzo Scarano, dichiarò proprio nell’aula del Consiglio Comunale che un unico medico, un solo medico, gli sarebbe stato sufficiente per poter riaprire il reparto di ortopedia cerignolano. Era la riunione che tenemmo sulle emergenze della nostra sanità. Ed in un’orgia indecorosa di chiacchiere inutili e anche grottesche, fu questa l’unica notizia di un qualche significato e che originava una qualche speranza. Sul tema della difesa del nostro ospedale il mio Movimento raccolse anche numerose firme di cittadini, che da un lato protestavano per la situazione di abbandono del nosocomio, dall’altro invocavano qualche urgente rimedio. Non auspicavamo rimedi miracolosi, impossibili in questa spiacevole congiuntura economica, ma semplici interventi di ordinaria routine, che tenessero conto dei bisogni del nostro ospedale. Un rimedio di routine era, appunto, quello di “catturare” quell’unico, solo medico ortopedico, che assegnato a Cerignola o a Manfredonia avrebbe determinato la riapertura di questo o quell’altro reparto. La scelta è caduta su Manfredonia. L’ennesima mortificazione per Cerignola e per il “Tatarella”. Né la città, nè la struttura meritavano una simile penalizzazione. Il “comunicato stampa” che funge da nostro Sindaco, come sempre è in retroguardia. Ora con questo ora con quell’argomento prende le distanze da qualunque battaglia per la dignità della città e il benessere della nostra gente, timoroso di esporsi troppo e di modificare il profilo inconsistente ed incofferente che da sempre ha dato alla propria amministrazione. Occorre, quindi, che a tanta inerzia sopperisca il Consiglio Comunale, che va convocato con urgenza ed immediatezza, perché protesti contro questo ennesimo sopruso. E perché faccia finalmente sentire alta la voce della protesta e della scontetezza della nostra gente. In difesa di Cerignola e basta; senza inutili incertezze e mortali tentazioni di strumentalizzazioni, in base alle quali il centrodestra parla contro Vendola; il centrosinistra contro Fitto; in una inutile e sterile diatriba. Per di più di infimo livello oratorio. Se un solo ortopedico era disponibile, questo doveva essere allocato presso il Tatarella. Se ora è troppo tardi per rivendicarlo, che almeno le Autorità della Ausl trovino una soluzione di compromesso che consenta di operare ad entrambi i reparti dei due ospedali. Faccio presente che proprio di recente per numerosi primari sono state disposte estensioni delle responsabili dagli originari presidi ospedalieri ad altri. La invito, Presidente, dunque ad assumere questa iniziativa. Sperando che possa spendere una parola anche per svegliare dalla ignavia il Sindaco ed i Suoi assessori. che in tutt’altre faccende, affaccendati; a queste cose sono morti e sotterrati. Ma che, anche loro, come qualsiasi mortale sono esposti al rischio di….spezzarsio una gamba.

    Ultimora

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...

    Due nuovi eventi di Giuseppe Amorese tra Roma e Pesaro

    A distanza di poche settimane, due eventi che vedono protagonista l’arte di Giuseppe Amorese....

    Venerdì 14 giugno nuova seduta del Consiglio comunale di Cerignola

    Il Presidente del Consiglio ha convocato il Consiglio comunale, in seduta ordinaria, per venerdì...

    Anticipazioni delle partite: gli avversari dell’Italia nella fase a gironi di Euro 2024

    La sfida per l'Italia all'EURO 2024 sarà ardua, specialmente dopo il trionfo nel 2020....

    Altro su lanotiziaweb.it

    L’Aps ‘Sud Music’ e l’Istituto “Di Vittorio-Padre Pio” in campo insieme per il progetto “Musicando”

    «Un progetto che, attraverso il ‘fare musica insieme’, intende promuovere e favorire tra i...

    Juan Ignacio Iliev ha vinto il terzo Open Fmishop di tennis allo Sporting Club di Cerignola

    Si è concluso il Terzo Open Fmishop presso lo Sporting Club di Cerignola: nove...

    Cerignola, Monsignor Domenico Battaglia ospite della parrocchia Sant’Antonio da Padova

    Ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, nel salone “Monsignor Nicola...