More

    HomeEvidenzaMetta, "Usato sicuro: Elena Gentile"

    Metta, “Usato sicuro: Elena Gentile”

    Pubblicato il

    Pubblichiamo di seguito una nota di Franco Metta, Presidente e leader del Movimento Politico la Cicogna, il quale analizza alcuni passaggi della nota di Elena Gentile, apparsa nella giornata di ieri. Ecco il documento completo.

    Elena Gentile vorrebbe partecipare alla rinascita di Cerignola. Non si ricorda di essere stata Sindaco di Cerignola, Consigliere Comunale di maggiornza, da dieci anni assessore regionale e consigliere regionale, padrona assoluta della sanità di Cerignola, dell’ospedale di Cerignola, del PD di Cerignola. Cade dal pero, e si propone per la rinascita. I becchini che organizzano battesimi…Intanto, giusto per non rimanere senza far niente, spacca in due il suo stesso partito, promette espulsioni e rottamazioni. Il nuovo che avanza si chiama Elena Gentile. Insopportabile camaleontismo di chi ha in bocca la parola cambiamento, solamente perché si è spasmodicamente attaccata alla poltrona. Dal pulpito che si è meritata in venticinque anni ininterrotti di esercizio del potere, spiega quel che occorre. Ha le idee chiare. Non dice perché quando ha comandato, quasi sempre, le cose in città siano andate sempre peggio. Non dice come mai abbia ridotto il PD ad un circolo amatoriale “amici ubbidienti” di sua maestà la madre badessa. Come i peggiori figuri del centro destra cittadino, dopo averla distrutta, si propone di risanare la città. No grazie, Elena Gentile. Ti sappiamo e…preferiamo vivere…

    P.S. La madre badessa incurante di fare la figura del toro che dice cornuto all’asino, ciancia di dissidi nel nostro Movimento. Alla vecchia, quello che voleva in sonno gli andava. Spiace deludere Lei e Le sue due cimicette, da noi l’unità è un valore che pratichiamo: si confonde con il PD, badessa. Quanto ai consensi che “stiamo perdendo”, speriamo di continuare così e saremo sicuri di spazzare via Lei, Ruocco, Gianna, Valentino che dopo averla distrutta, vorrebbero continuare ad occupare le macerie di Cerignola.