More

    HomeEvidenzaParla Palladino su EcoCapitanata: «è chiuso e i cibi non sono inquinati»

    Parla Palladino su EcoCapitanata: «è chiuso e i cibi non sono inquinati»

    Pubblicato il

    «L’inceneritore di EcoCapitanata è chiuso. Le analisi sin qui in nostro possesso restituiscono una Zona Industriale senza tracce di inquinamento. Si è in attesa degli ulteriori esami richiesti dalla Commissione straordinaria per la mensa Ladisa». Queste le parole di Stefano Palladino, Assessore all’Ambiente.
    Richiesta di riapertura «L’amministrazione comunale, ed in particolar modo l’assessorato all’Ambiente, ha sempre manifestato la propria più assoluta contrarietà ad ogni forma di incenerimento dei rifiuti. Tuttavia, non possiamo dimenticarci che viviamo in uno Stato di diritto, e dunque non possiamo impedire a chicchessia di avanzare delle istanze. Nel caso specifico, una richiesta di riapertura dell’impianto EcoCapitanata, presentata alla Regione Puglia nella conferenza dei servizi del 9 gennaio scorso. In quell’occasione, EcoCapitanata ha presentato delle analisi sui terreni della Zona industriale che dimostrano come tali siti non risultino inquinati, né tantomeno ci siano tracce di diossina. I risultati di tali analisi, nella stessa conferenza di servizi, sono stati avallati dall’Arpa Puglia e definiti come rispondenti ai requisiti di legge ed eseguiti da un laboratorio qualificato. Sulla scorta di questi risultati, EcoCapitanata ha chiesto la riapertura dell’impianto, presentando un crono programma della durata di 30 giorni, al cui termine sarebbe prevista una nuova verifica da parte dei tecnici dell’Arpa».
    Vigilanza di Comune, Regione e ARPA «Ad oggi, tale crono programma non è iniziato, malgrado la società avesse preannunciato una data di possibile avvio a metà gennaio. Per queste ragioni, al momento l’inceneritore è spento. Se EcoCapitanata avrà intenzione effettivamente di riaprire, dovrà rispettare in maniera pedissequa quanto previsto dalla legge. Ed a tal proposito, l’amministrazione comunale, la Regione e l’Arpa vigileranno con attenzione».
    Niente tracce nei cibi, ma si attendono ulteriori esami «Le apprensioni relative al futuro di EcoCapitanata sono intimamente collegate alle preoccupazioni per la salubrità dei pasti scolastici preparati in Zona industriale dalla Ladisa Spa. Nell’incontro che l’amministrazione ha avuto con la Commissione straordinaria, composta da tecnici, rappresentanti dei genitori e degli istituti scolastici, si è deciso di accelerare i tempi per la produzione di ulteriori analisi. La Commissione si è rivolta all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Foggia, che, per la produzione delle analisi sui terreni, fa riferimento indirettamente allo stesso laboratorio che l’Arpa, in conferenza dei servizi, aveva definito “qualificato”. Allo stato attuale, abbiamo, dunque, analisi eseguite da due laboratori distinti sui terreni della Zona Industriale, che affermano come non vi siano tracce di inquinamento. Attendiamo ulteriori esami ordinati dalla Commissione, per mettere una pietra definitiva sull’intera questione».