More

    HomeEvidenzaRINVIATO/Ambiente protagonista del secondo dibattito promosso da "Agorà"

    RINVIATO/Ambiente protagonista del secondo dibattito promosso da “Agorà”

    Pubblicato il

    RINVIATO CAUSA MALTEMPO
    Il convegno di questa sera alle 19 in Via Corsica è spostato a causa dell’inusuale freddo che sta investendo il Sud d’Italia. A renderlo noto, gli organizzatori di Giovane Italia e Popolo della Libertà di Cerignola, che avevano organizzato un pubblico dibattito sull’ambiente ed il ciclo dei rifiuti, sull’aiuola a ridosso di Corso Moro. “Avevamo pensato a tutto – fa sapere il responsabile di Gi, Ignazio Abatino – tranne che a temperature invernali, nella seconda metà di maggio, con vento freddo e pioggia incombente. Ci scusiamo con i cittadini, ma per garantire una più coinvolgente partecipazione riteniamo di rinviare l’evento, comunicando per tempo la nuova data”. Né appare auspicabile celebrare la manifestazione all’interno di una sala convegni cittadina: “Il titolo del ciclo di incontri del partito con la città – prosegue Abatino – è ‘Agorà’, pertanto intendiamo mantenere questa vocazione di piazza, inaugurata il 3 maggio. Siamo noi a dover scendere in strada, andando incontro ai cittadini. Non viceversa. Attenderemo soltanto un clima più consono”. Tra i relatori che sarebbero stati moderati questa sera dalla giornalista Federica Libertino, l’assessore comunale all’Ambiente, Stefano Palladino, i consiglieri Gianvito Casarella (Pdl) e Marcello Moccia (Udc), l’ingegnere ambientale Nicola Iungo, il responsabile ambientale della Giovane Italia Antonio Guercia e quello del Partito Democratico Luigi Pizzolo. Nel ciclo di appuntamenti con la ‘Agorà’, Gi e Pdl hanno previsto 4 iniziali appuntamenti itineranti, per parlare con la gente del futuro del Borgo Antico dopo la demolizione dell’Albergo Moderno, di ciclo dei rifiuti, di sviluppo e cultura, di sport. Va avanti, intanto, la petizione popolare della Giovane Italia, per suggerire all’amministrazione una piazza di accesso al centro storico, in luogo della ricostruzione dell’edificio abbattuto a gennaio.

    Di seguito il comunicato di presentazione dell’evento
    Ambiente, raccolta differenziata, smaltimento dei rifiuti. Questi i temi del secondo appuntamento con “Agorà”, la serie di dibattiti organizzati dalla Giovane Italia e dal Popolo della Libertà di Cerignola. Alle 19, domani toccherà alla piazza di Via Corsica ospitare l’evento, dopo che il 3 maggio all’Ex Opera si era rotto il silenzio sul futuro dell’area dell’ex Albergo Moderno. formula nuova, quella del dibattito in strada tra i condomini, che caratterizzerà questa stagione di dibattiti con la città. Tra i relatori moderati dalla giornalista Federica Libertino, l’assessore comunale all’Ambiente, Stefano Palladino, i consiglieri Gianvito Casarella (Pdl) e Marcello Moccia (Udc), l’ingegnere ambientale Nicola Iungo, il responsabile ambientale della Giovane Italia Antonio Guercia e quello del Partito Democratico Luigi Pizzolo. L’incontro sarà occasione per fare il punto della situazione sulla situazione ambientale ed in particolare sulla raccolta differenziata nei quartieri. Partita a dicembre 2011 al Borgo Antico su iniziativa dei consiglieri del Pdl, Michele Allamprese e Mimmo Carbone, ha superato il 50% nel centro storico. La buona riuscita dell’esperimento ha spinto l’amministrazione ad investire sulle Fornaci, dove dal 7 maggio è in corso la raccolta dei rifiuti nei condomini. Stessa caratteristica residenziale ha pure il quartiere ad Est di Cerignola, tanto da immaginare (e domani se ne discuterà alla presenza dei residenti) che il prossimo progetto di differenziata possa riguardare proprio la zona a ridosso di Corso Moro, passando magari attraverso la costituzione di un comitato ad hoc. Qui, si sviluppa una rete di condomini popolosi che si estendono sino a San Samuele. Dalla strada principale, giù per parallele e traverse, tra Via Plebiscito, Via dei Mille, Via Enna, Via Trapani, Via Gela, Via Milazzo, Via Messina, Via Siracusa, Via Ragusa, Via Taormina, Via Corsica, Via Nizza, Via Trento, Via Trieste, Via Venezia, Via Falcone, Viale Russia. Non solo differenziata: la presenza di Iungo, nel gruppo di lavoro che ha lavorato alla presentazione del ricorso all’inceneritore, rende inevitabile il dibattito sulla struttura complessa di Borgo Tressanti, al centro del dibattito cittadino ormai da mesi.