More

    HomeEvidenzaServizio Europa: il Comune cerca professionisti per intercettare finanziamenti Ue

    Servizio Europa: il Comune cerca professionisti per intercettare finanziamenti Ue

    Pubblicato il

    È on line dal 14 agosto il bando per la costituzione di una short list di europrogettisti professionisti. Serviranno all’amministrazione per intercettare i finanziamenti dell’Unione europea. I termini resteranno aperti sino ai primi di ottobre. La documentazione è pubblicata sul sito del Comune di Cerignola (http://www.comune.cerignola.fg.it/po/mostra_news.php?jvs=0&acc=1&area=H&id=147). L’elenco sarà rinnovabile a cadenza triennale. L’iniziativa muove da un’idea del consigliere comunale Gianvito Casarella, che nei mesi scorsi ha proposto al sindaco Antonio Giannatempo ed all’assessore agli Affari generali Stefano Palladino di costituire un albo ad hoc per monitorare e sfruttare le tante occasioni offerte dall’Europa. La giunta si è espressa favorevolmente lo scorso 24 maggio, dando mandato agli uffici di preparare avviso e bando, così come avvenuto.

    “Il compito degli Enti locali è via via più arduo a causa delle note ristrettezze legate al federalismo fiscale ed alla crisi mondiale – osserva il sindaco Giannatempo – e strumenti come questo non possono che essere accolti con favore perché aprono il Comune alla possibilità di attingere da fondi che troppo spesso tornano all’Ue”. “Cerignola non era in condizione di ripristinare l’Ufficio Europa in funzione fino al 2009 – spiega l’assessore Palladino –, così abbiamo pensato ad istituire il Servizio Europa. L’imminente uscita dell’Italia dall’Obiettivo 1, nel 2013, rende improcrastinabile un provvedimento del genere. I termini per la presentazione dei curricula resteranno aperti sino al 2 ottobre, per dare a tutti la possibilità di partecipare anche dopo il periodo di ferie che ha visto la pubblicazione dell’avviso”.

    “Approntata la short list di europrogettisti – spiega il consigliere Casarella – il Comune, a costo zero, potrà procedere con il conferimento di mandati gratuiti ai professionisti che possiedano i requisiti. Saranno loro a proporre all’Ente quei bandi a cui partecipare che servano alla realizzazione delle linee programmatiche dell’amministrazione. A finanziamento ottenuto, ciascuno avrà il meritato compenso per la progettazione. Riteniamo che sia uno strumento rapido e vantaggioso per attingere lì dove spesso non riusciamo ad arrivare, dando anche un’occasione a tanti giovani del territorio che non aspettano altro che una possibilità dimostrare il proprio valore. Si stravolge il metodo, insomma: chi merita si guadagna il lavoro e rende un gradito servizio alla collettività”.