More

    HomeNotizieCronacaTecnici Rai a Cerignola: si prova a risolvere il problema del digitale

    Tecnici Rai a Cerignola: si prova a risolvere il problema del digitale

    Pubblicato il

    Sono arrivati in mattinata e rimarranno a Cerignola almeno fino a stasera. Sono i tecnici della Rai che, giunti direttamente da Bari, a bordo di un furgoncino dotato dell’apparecchiatura adatta a captare la presenza e la qualità del segnale, stanno monitorando la nostra città per capire se l’allarme digitale terrestre sia una bufala o se, invece, ci sia un problema reale ed eventualmente trovare le soluzioni più adatte. Per una città, Cerignola, che, lo ricordiamo, si “appoggia” su due ripetitori: quello di Monte Sambuco (in direzione Volturino) e quello di Monte Caccia (tra Minervino e Spinazzola). Stamattina i tecnici Rai hanno cominciato il loro tour da via Maria Ausiliatrice, per poi passare per via Stresa ed, infine, arrivare in via Anagni (traversa di via Melfi). La procedura è semplice: il furgoncino resta giù per captare il segnale nella zona di riferimento, mentre due tecnici si recano direttamente nelle abitazioni per verificare il singolo apparecchio. Una procedura utile sopratutto per capire se sia il segnale a mancare o se, semplicemente, ci sia stato un non corretto utilizzo del televisore. Ed in effetti, proprio nella mattinata, diversi sono stati i casi in cui una semplice risintonizzazione dei canali ha risolto la faccenda. Eppure l’allarme resta.

    Rilevatore di segnale RAI

    Uno degli abitanti di via Maria Ausiliatrice dichiara a Lanotiziaweb: «Devono venire la sera, non adesso. Noi la mattina riusciamo a vedere sempre tutto, poi in serata, proprio quando stanno per cominciare le partite dell’Europeo di calcio, il segnale va via». Ed è per questo che proprio stasera i tecnici torneranno nelle abitazioni perlustrate in mattinata, per controllare se, nel frattempo, la qualità del segnale ha subito delle oscillazioni. San Samuele e Cimitero sembrano essere nelle stesse condizioni. «Ieri, finalmente, ho visto Germania-Grecia, la mia prima partita di questo Europeo» – ci racconta un residente di San Samuele. Mentre la zona Castello dimostra come il segnale copra la città davvero a macchia di leopardo: «Dove abito io è la parte più alta di Cerignola – si lamenta un giovane commerciante -, si dovrebbe vedere meglio che da altre parti. Eppure non ho visto niente, nemmeno ieri sera. Il bello è che il mio vicino, invece, si sta vedendo in beata tranquillità tutto l’Europeo. O vado a casa sua o mi collego ad Internet».

    Cabina di rilevazione mobile del segnale

    I controlli di stamattina, lo ricordiamo, giungono dopo che il Comune di Cerignola, nelle persone del sindaco Antonio Giannatempo e dell’assessore Rosario Spione, avevano diffidato la Rai e il Ministero per lo Sviluppo Economico a risolvere il problema. E proprio Rosario Spione si è dimostrato il più attivo in tal senso seguendo le operazioni di stamani passo dopo passo: «Ho chiamato in continuazione in questi giorni al centralino del Ministero – rivela il neo assessore -, mi hanno fatto aspettare diverso tempo, rimbalzandomi da un numero all’altro. Ho insistito, però, e ieri mi è arrivata la notizia che i tecnici Rai avrebbero effettuato un sopralluogo. Siamo riusciti a smuovere qualcosa: ci dicano loro, adesso, se il problema dipende dal segnale del digitale e se sono in grado d’intervenire». Noi, intanto, vi terremo aggiornati sugli sviluppi.