More

    HomeEvidenzaUila e Pd in difesa del mondo agricolo

    Uila e Pd in difesa del mondo agricolo

    Pubblicato il

    Pubblichiamo di seguito una nota della segreteria provinciale UILA che, in accordo col Pd provinciale, esprime i propri dubbi sulla manovra del Governo Monti in tema di economia agricola e diritti dei lavoratori. Ecco il documento completo.

    “Una riforma improponibile, che rischia di far fare un clamoroso passo indietro ai diritti dei lavoratori, in particolare a quelli del settore agricolo, condannando, nella sola Puglia, oltre 100mila unità alla più totale precarietà”. Damiano Paparella, componente della segreteria provinciale UILA, alza i riflettori sui drammatici effetti che le misure al vaglio del Governo Monti rischiano di avere su un comparto vitale per il futuro dell’economia, non solo pugliese. “L’introduzione del voucher rischia di smantellare in un sol colpo diritti importantissimi, come la disoccupazione agricola e l’indennità di malattia, infortunio e maternità, oltre che l’iscrizione negli elenchi anagrafici, la contribuzione figurativa agricola ai fini pensionistici e i diritti previsti dalla contrattazione collettiva e dalla legislazione sul lavoro”. Di questo si discuterà sabato 5 maggio, ore 19,00 a Cerignola, nell’aula consiliare di Palazzo di Città, in un convegno promosso dalla UILA dal titolo: “Disoccupazione agricola, cosa cambierà con la nuova riforma del lavoro”. Interverranno il segretario provinciale UILA, Antonio Castriotta; la senatrice PD Colomba Mongiello, già promotrice a Palazzo Madama di numerosi emendamenti al testo del governo; il consigliere provinciale PD Rino Pezzano; il consigliere comunale PD Leonardo Paparella. L’iniziativa segue le numerose altre azioni di protesta e discussione sul tema messe in campo congiuntamente dalle associazioni di categoria pugliesi, FLAI CGIL, FAI CISL, UILA UIL, per dire no ad una riforma che “ancora una volta – dichiara Paparella- tenta di far cassa sulla pelle delle categorie più deboli, nulla dicendo, invece, sulle tanto attese misure di contrasto al lavoro nero e all’evasione, vere piaghe endemiche delle nostre campagne”.

    2 COMMENTS

    1. xxxxx e tutti quelli che li stanno intorno sono una massa di xxxxx e xxxxxxxx! invece di togliere i diritti ai lavoratori che lavoriamo per pagare tasse e appena per vivere,si dimezzassero il loro stipendio noi lavoratori per prendere un mese del loro stipendio… dobbiamo lavorare dieci anni…..QUESTI Bxxxxx STANNO VEDENDO
      QUANTA GENTE SI STA AMMAZZANDO ??!!!PER LA DISPERAZIONE
      CHE NON SI RIESCE più ARRIVARE A FINE MESE ,PER CHI HA LA FORTUNA CHE LAVORA, E CHI NON HA LAVORO COME DEVE FARE ??!SI AMMAZZA! COME VUOLE Mxxxx QUEL Cxxxxx. MA IO NON MI AMMAZZO MA GIURO CHE xxxxxxx !!!

    2. Rxxxx Mxxxxx è un xxxxxx però anche chi vota le sue leggi sono tutti uguali ci vorrebbe un kamikaze su di loro quando sono tutti uniti destra sinistra e centro solo cosi si tolgono dalle pxxxx e si forma una nuova classe politica che si spera ci governi meglio.

    Comments are closed.