venerdì, 21 Febbraio - 07:12
Sportweb
pub_728_90

Botta e risposta Pd-Metta sulla sfiducia a Giannatempo

i più letti

Tragedia in zona Convento. Si lancia nel vuoto e muore

E' accaduto in pieno centro, in zona Convento, nella mattinata di oggi. Una donna si è lanciata nel vuoto...

Cerignola, nelle campagne i carabinieri rinvengono armi, munizioni e droga

Un’altra robusta attività di controlli e rastrellamenti ha consentito ai carabinieri di Cerignola di rinvenire e sequestrare armi, munizioni,...

Vessazioni e minacce alla madre per acquistare droga, i carabinieri arrestano 34enne di Cerignola

I carabinieri di Cerignola hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale...

ladogana_mettaA seguito delle notizie dei giorni scorsi sulla “crisi” a Palazzo di Città il Pd di Cerignola in una nota stampa dell’1 ottobre aveva proposto la sfiducia a Giannatempo. Il tutto attraverso una «mozione di sfiducia ai sensi dell’art. 31 dello Statuto Comunale rivolgendo un appello a tutte le opposizioni consiliari per un azione congiunta che chiami ciascun consigliere ad una assunzione di responsabilità chiara e trasparente dinanzi alla Città». Non tarda ad arrivare il commento di Franco Metta, che ritiene inutile la raccolta firme per presentare la mozione di sfiducia. Infatti la stessa secondo il cicognino servirebbe solo a «compattare il fronte della Amministrazione, che troverà per fronteggiare la mozione, quel minimo di unità, costituita dalla volontà di non andare a casa. E così avremo fatto un bel lavoro, pro Giannatempo. Che, invece, lasciato a se stesso, dovrà domare le mille ambizioni, i segreti desideri, le sfrenate voglie dei suoi, di quelli di centro e compagnia cantando».

Giunge oggi la controreplica del Partito di via Mameli. «Noi chiediamo una mozione di sfiducia contro Giannatempo con le firme delle opposizioni e lui – riferendosi al Presidente del MP La Cicogna – dice che servirebbe solo a compattare il fronte della Amministrazione. Ma se lo sanno anche i bambini che questa crisi è un bluff? Ma se lo sanno pure i bambini che è l’ennesima farsa per alzare la posta in gioco? C’è solo un problema che chi paga questa crisi ancora una volta sono i cittadini. La mozione di sfiducia da noi proposta non compatta nulla, serve solo a discutere in quel luogo che è deputato all’espressione della democrazia rappresentativa cittadina, della deriva sociale di Cerignola e che è il risultato della metodica instabilità dell’amministrazione Giannatempo».

«Qualcuno può dubitare che La Cicogna non voglia il Gianna? Qualcuno può dubitare che anche il Pd non lo voglia? Nessuno – si chiede Metta -. Ma a che diavolo servirebbe una mozione di sfiducia delle opposizioni, se non a dare forza a Giannatempo per imporre a tutti i suoi, anche ai recalcitranti, un voto a suo favore? Per favore, spiegateglielo a Longo».

«Il PD, tutto – replicano i democrats -, chiede la possibilità di presentare una mozione consiliare per sfiduciare Giannatempo alle prese con l’ennesima crisi politica e lui se la prende con il nostro capogruppo Michele Longo. […] Lo sappiamo che Metta, per formazione, non è abituato a pensare alla possibilità che sia un Partito, ovvero un insieme di persone, a chiedere un atto politico, […]. Lo sappiamo che Metta non è abituato a pensare alla democrazia se non in termini di propaganda e utilitarismo ai fini del consenso, ma per una volata il consigliere metta da parte il suo narcisismo e, anche se non è una cosa proposta da lui, faccia lo sforzo di pensare a una forma di espressione politica che non sia il solito monologo ingiurioso recitato da un palco, ma un confronto serrato e a viso aperto davanti alla cittadinanza. […] Se il consigliere e il gruppo de “La Cicogna” non vogliono firmare la mozione poco male, useremo altre strade, ma a qualcuno poi magari verrà il dubbio sul fatto che veramente Metta non voglia Gianna. Anche perché, detto tra noi, non sarebbe la prima volta che l’avvocato dà la mano all’amico di un tempo…».

il_segno
Oropoint_300_250
Ultimi Spazi
OSS_300_250
Cala la pasta

Ultim'ora

Intimidazione a dirigente comunale, la ferma condanna della Chiesa di Cerignola

In una nota congiunta, Mons. Luigi Renna (Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano) e don Pasquale Cotugno (Vicario Foraneo di Cerignola)...

Cerignola, nelle campagne i carabinieri rinvengono armi, munizioni e droga

Un’altra robusta attività di controlli e rastrellamenti ha consentito ai carabinieri di Cerignola di rinvenire e sequestrare armi, munizioni, stupefacenti e vario materiale tipicamente...

Proiettile dietro la porta. Nel mirino un dirigente comunale

Un proiettile in Comune, posizionato dietro la porta di uno dei dirigenti. Si tratta di Michele Prencipe, dirigente ai Lavori Pubblici. Sarebbe infatti stato...

Sanità, Dattoli e Piazzolla indagati per gli appalti ai Riuniti

L’ipotesi è che quattro appalti milionari della sanità siano stati truccati per favorire due professionisti e altrettante imprese. Il sospetto è che questo sia...

Caporalato, Coldiretti Puglia: si paga più la bottiglia del pomodoro in essa contenuto

Quando si acquista una passata al supermercato costa più la bottiglia che il pomodoro contenuto. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti diffusa...