More

    HomeNotizieCultura510 anni fa la battaglia di Cerignola per la spartizione del Regno...

    510 anni fa la battaglia di Cerignola per la spartizione del Regno di Napoli

    Pubblicato il

    Lo scontro è storicamente importante per due ragioni: primariamente, perché è il primo esempio, nella tattica militare, di vittoria sul campo grazie all’uso dell’artiglieria leggera che, grazie anche alla conformazione geografica del territorio, permise agli spagnoli, inferiori numericamente, di vincere sui galli; in secondo luogo, perché questa battaglia, insieme a quella del Garigliano, sancì la definitiva appartenenza della nostra regione al regno iberico, il cui dominio perdurò per oltre duecento anni. Cinquecentodieci anni dopo, cosa ne è nella memoria dei cerignolani di questo fatto storico che ha vista la loro terra, suo malgrado, protagonista? Nessun evento era in programma, né nel giorno né in settimana, per ricordare questo frammento della storia locale.

    Franco Conte, Presidente della Consulta comunale per la cultura, così spiega a lanotiziaweb il perché di questo vuoto: “Il primo anno dell’insediamento di questa giunta comunale, fu dato grande rilievo alla rievocazione di questo evento, importante per la storia della nostra città. Nella sala consiliare fu ubicato un bassorilievo, tutt’ora presente; fu indetto un convegno con docenti di storia del cinquecento e il calendario fu pieno di molti altri appuntamenti sulla storia locale. In quell’occasione, però, fummo fortemente accusati dalla stampa e dalle forze politiche di opposizione di dare spazio alla rievocare di una guerra che era stata manifestazione di oppressione e non di liberazione. Per queste critiche, abbiamo ritenuto più opportuno, come evento della tradizione locale da rievocare, dare spazio alla rappresentazione di un altro fatto localmente significativo: la leggenda del ritrovamento dell’icona della Madonna di Ripalta”. Nel frattempo, i luoghi che furono teatro dello scontro fra Gonzalo Fernàndez de Còrdoba e il duca di Nemours, sembrano ancora un campo di battaglia. Piazza del Cinquecentenario è abbandonata a se stessa e soltanto una lapide, apposta dieci anni fa, ricorda come sia stata un luogo storicamente importante.

    Ultimora

    Omicidio Donato Monopoli, ridotte in appello le pene per i due imputati

    Derubricando il reato di omicidio volontario in omicidio preterintenzionale, la Corte d’assise d’appello di...

    Cerignola, iscrizioni aperte per il registro delle imprese storiche

    Cerignola rende omaggio alle radici della sua economia e della sua storia. Il Comune...

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...

    A Cerignola ed Orta Nova due panchine gialle contro bullismo e cyberbullismo

    L'inaugurazione a Cerignola e Orta Nova di due panchine gialle, simbolo di sensibilizzazione contro...

    “No smoking be happy”: torna a Cerignola l’evento dedicato alla prevenzione del fumo

    Il 30 e 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l'associazione Costruire,...

    “Favugne. Storia di mafia foggiana”, domani la presentazione del libro a Cerignola

    All’interno de Il Maggio dei Libri, la biblioteca di comunità di Cerignola in collaborazione...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Omicidio Donato Monopoli, ridotte in appello le pene per i due imputati

    Derubricando il reato di omicidio volontario in omicidio preterintenzionale, la Corte d’assise d’appello di...

    Cerignola, iscrizioni aperte per il registro delle imprese storiche

    Cerignola rende omaggio alle radici della sua economia e della sua storia. Il Comune...

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...