More

    HomeEvidenzaAl via l'anno scolastico: gli auguri del Primo cittadino

    Al via l’anno scolastico: gli auguri del Primo cittadino

    Pubblicato il

    Con l’anno scolastico cominciato lunedì scorso, il Comune ha ospitato oggi nell’aula consiliare la manifestazione “W la scuola”, dedicata a tutte le scuole di ordine e grado della città. Tantissimi ragazzi e ragazze con le loro speranze e i loro sogni hanno affollato l’aula e orgogliosamente hanno cantato l’inno di Mameli con le delegazioni di Polizia Municipale, Guardia di Finanza e Carabinieri che insieme al sindaco di Cerignola Giannatempo hanno formulato gli auguri per questo anno che ci si augura ricco di successi. Il Dirigente Salvatore Mininno ha parlato a nome dei colleghi presenti, chiedendo l’istituzione di un osservatorio permanente da realizzare in collaborazione con le forze dell’ordine per garantire la sicurezza di tutti i plessi scolastici. Il Sindaco Giannatempo nel corso del suo intervento ha sottolineato: “E’ importante che tutte le forze in campo diano il meglio di sé per dare sicurezza e positività alla nostra città”, nei prossimi giorni Lanotiziaweb.it vi racconterà attraverso le voci dei dirigenti scolastici aspettative e obiettivi da raggiungere durante l’anno. Di seguito la nota dell’Ufficio Stampa comunale.

    I valori del rispetto delle regole e della legalità al centro dell’incontro con le scuole che si è tenuto stamane nella sala consiliare del Palazzo di Città, a Cerignola. L’Amministrazione Comunale, rappresentata dal Sindaco Antonio Giannatempo, dall’Assessore alla Sicurezza Franco Reddavide e dal consigliere Domenico Carbone, che ha condotto l’incontro, lo ha organizzato per augurare un buon anno scolastico agli alunni, ai docenti, ai dirigenti, al personale amministrativo e a tutti coloro che, a vario titolo, lavorano a supporto del mondo dell’istruzione. Tanti di loro erano presenti, in rappresentanza dei diversi istituti scolastici, che non hanno voluto mancare a quella che è stata un’occasione per riflettere sull’importanza fondamentale dell’istruzione nel percorso di crescita umano, sociale e culturale dei ragazzi in una città come Cerignola, refrattaria alle regole e che tollera qualsiasi abiezione in tema di comportamenti pubblici, ribellandosi solo a chi, quelle regole fondamentali di civiltà, cerca di farle rispettare. Non è stato dunque un caso l’invito alla partecipazione rivolto dall’Amministrazione ai vertici locali delle forze dell’ordine. Invito accolto con entusiasmo: in sala consiliare c’erano il Tenente Prospero Fortunato, Comandante interinale della locale Compagnia dei Carabinieri, il Tenente Tommaso Izzo, da pochi giorni a capo della Tenenza della Guardia di Finanza, ed il Comandante della Polizia Municipale Giuseppe Mandrone, mentre la Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza, la dottoressa Loreta Colasuonno, è stata impossibilitata a presenziare per via di precedenti impegni.

    Nell’augurarvi un buon anno scolastico – ha detto il Sindaco Giannatempo – auspico che i ragazzi si impegnino come devono e che le loro famiglie non abdichino al loro ruolo educativo delegando interamente questo compito ai docenti. C’è bisogno infatti di una fattiva collaborazione tra famiglie e scuole, che sono i nuclei di socializzazione primari, nella definizione di strategie educative per i nostri ragazzi, ancor più in una fase storica delicatissima come quella che stiamo vivendo”. Rivolgendosi direttamente agli alunni, il primo cittadino ha ricordato loro che “occorre sforzarsi, sacrificarsi studiando per costruire qualcosa di importante per il futuro, perché non esistono scorciatoie per raggiungere gli obiettivi prefissati. Se si sbaglia in questo si rischia di sbagliare l’approccio all’esistenza”.  Il professor Salvatore Mininno, dirigente scolastico dell’Itc “Dante Alighieri”, parlando a nome di tutti i suoi colleghi, ha sottolineato “l’importanza di dare continuità ai progetti di educazione civica che nel corso degli ultimi anni si sono sviluppati nelle scuole di Cerignola, in particolare sul fronte dell’affermazione della legalità, della prevenzione e gestione delle devianze giovanili in una città difficile come questa. La novità, quest’anno, sarà l’istituzione di un Osservatorio cittadino permanente, per monitorare e rafforzare, con la collaborazione tra scuole, istituzioni ed associazioni, l’attività svolta da tutti coloro che operano per diffondere la cultura della legalità. Solo attraverso una più forte coesione sociale possiamo tornare ad una serena convivenza civile”.

    Valori sui quali si è soffermato anche il Tenente Prospero Fortunato, Comandate interinale della Compagnia dei Carabinieri di Cerignola: “Chi veste una divisa, come noi, non va visto come un nemico, ma come una persona pronta ad aiutare tutti i cittadini in situazioni di rischio”. Rivolgendosi agli scolari presenti, Fortunato li ha esortati “a recuperare il valore del sacrificio, una parola che sembra sparita dal vocabolario. Senza sacrifici, senza lavoro, non si va da nessuna parte. E se non si rispettano gli altri, e nemmeno si viene rispettati, quella che viviamo non è più una vita dignitosa”. Se il Tenente Izzo, della Guardia di Finanza, ha sottolineato “quanto sia rilevante la consapevolezza che attraverso la scuola è possibile cambiare in meglio la società”, l’assessore alla Sicurezza Franco Reddavide e il Comandante dei Vigili Urbani Giuseppe Mandrone hanno fatto ai ragazzi esempi concreti di comportamenti civicamente corretti: “Quando andate in motorino, portate sempre il casco; se siete in auto, allacciate le cinture di sicurezza e fatele allacciare ai vostri genitori, e chiedetegli pure di evitare i parcheggi selvaggi quando vi accompagnano a scuola”.