More

    HomeEvidenzaAmbiente, Palladino (Pdl): “La Cicogna fa clamore sulla base di strampalate sensazioni”

    Ambiente, Palladino (Pdl): “La Cicogna fa clamore sulla base di strampalate sensazioni”

    Pubblicato il

    “È da irresponsabili fare dichiarazioni sui problemi ambientali che attanagliano la nostra città sulla base di sensazioni, sui sentito dire, senza alcun approfondimento tecnico-amministrativo”. È questo il pensiero dell’assessore all’ambiente del comune di Cerignola Stefano Palladino circa le esternazioni da parte della Cicogna. L’attuale amministrazione comunale è impegnata su diversi fronti circa il settore ambiente: lotta agli inceneritori, miglioramento delle performance del depuratore, eliminazione delle discariche abusive, miglioramento della raccolta differenziata. “Franco Metta – ricorda Palladino – non è nuovo a disinformazione su tematiche ambientali. A novembre 2011 affermava che l’inceneritore Ecocapitanata in Zona industriale aveva riaperto, a novembre 2012 affermava che era imminente l’apertura dell’inceneritore Marcegaglia a Borgo Tressanti, a febbraio 2013 afferma che esiste un canale che si immetterebbe in quello del depuratore convogliando liquami fuori legge. Sono tutte cose inventate”.

    Per Palladino, queste “idee strampalate” del consigliere di opposizione “andrebbero segnalate alla Procura della Repubblica per l’allarme ingiustificato generato tra la popolazione”. L’inceneritore Ecocapitanata è chiuso da un anno e mezzo, l’inceneritore Marcegaglia non è ancora in funzione ingabbiato fra problematiche tecniche ed il ricorso al Capo dello Stato presentato dall’amministrazione comunale, la situazione del depuratore è stata da tempo denunciata e si stanno cercando soluzioni con gli organi preposti al suo controllo. “Per quanto riguarda l’inceneritore di Borgo Tressanti – precisa Palladino in conclusione – ci stiamo opponendo al suo avvio utilizzando tutte le possibilità riservate ad un ente pubblico come il Comune, è dura ma ci stiamo provando molto seriamente. Anche in questo caso non facciamo le cose ‘a sensazione’, come Metta, ma studiando e mettendo in campo quanto ci consente la legge. Questo significa amministrare, invece di fare inutile clamore. E ci auguriamo che la disinformazione di Metta sia almeno sempre in buona fede”.

    18 COMMENTS