More

    HomeEvidenzaApprovato il Milleproroghe: cosa c'è di nuovo?

    Approvato il Milleproroghe: cosa c’è di nuovo?

    Pubblicato il

    Il Consiglio dei ministri si è riunito il 27 dicembre alle ore 11.00 per approvare il decreto Milleproroghe, avente un valore di 6,2 miliardi di euro provenienti per 2,2 miliardi per la riprogrammazione del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC), per 1,8 miliardi da quella del Piano d’Azione Coesione e per 2,2 miliardi dai Programmi dei Fondi Strutturali 2007-2013. Tra le misure più importanti del decreto Milleproroghe, ritroviamo la sospensione degli sfratti per le categorie disagiate. «È stata decisa la sospensione sino al 30 giugno 2014 dei provvedimenti esecutivi di rilascio per finita locazione di immobili adibiti ad abitazione nei confronti di conduttori con un reddito annuo lordo familiare inferiore a 21.000 euro». Le famiglie in questione devono avere figli fiscalmente a carico, oppure persone anziane aventi più di 65 anni, malati terminali o portatori di handicap con invalidità superiore al 66%. Devono avere residenza nei comuni capoluoghi di provincia, o nei comuni limitrofi con oltre 10.000 abitanti e non devono avere un’altra abitazione adeguata ad ospitare l’intero nucleo familiare nella regione di residenza.

    “Salva Roma” è un’altra misura importante presa durante il consiglio dei ministri. Tra gaffe e rivisitazioni, volute fortemente dal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, del testo del decreto, al comune di Roma vengono assegnati 115 milioni di euro «da destinare a partite debitorie rivenienti da obbligazioni od oneri anteriori al 28 aprile 2008» e per la raccolta differenziata 6 milioni di euro nel 2013; 6,5 milioni nel 2014 e 7,5 milioni nel 2015. L’emergenza rifiuti nella capitale d’Italia era diventata pressante, basti pensare alla fotografia, che in questi giorni girava sul web, rappresentante dei maiali intenti a mangiare la spazzatura per strada che non era stata (ancora) raccolta. Tra le disposizioni di carattere finanziario indifferibili ritroviamo, ad esempio, la ormai famosa Web tax, la norma della Legge di Stabilità, posticipata al 1° luglio 2014; la Bonus mobili; le Locazioni passive delle Pubbliche amministrazioni, i cosiddetti “affitti d’oro”; le Accise sui tabacchi.

    «La manovra punta ad accelerare la spesa delle diverse politiche di coesione territoriale legate al ciclo dei Fondi Europei 2007-2013. Essa consente, da un lato, di ridurre i rischi di perdita delle risorse europee la cui spesa va certificata entro il 31 dicembre 2015» e, come lo stesso Presidente del Consiglio ammette, storicamente molte volte le risorse europee sono andate perdute perché c’è stata l’incapacità di saperle utilizzare e indirizzare entro i limiti di scadenza, «e, dall’altro, di dare impulso a misure antirecessive nelle Regioni del Mezzogiorno, particolarmente colpite dalla crisi economica e occupazionale». Le risorse riprogrammate si basano su quattro misure principali. Misure a sostegno delle imprese: 2,2 miliardi che verranno utilizzati per rifinanziare il Fondo Centrale di Garanzia (1,2 miliardi) e per la creazione di nuova imprenditorialità giovanile nel settore della produzione dei beni e nella fornitura dei servizi (1 miliardo). Misure per il sostegno all’occupazione: sono previsti 700 milioni che serviranno per la decontribuzione a sostegno dell’occupazione giovanile, femminile e dei lavoratori più anziani. Misure per il contrasto alla povertà: 300 milioni di euro saranno destinati alle famiglie in grave stato di povertà (il cui numero è fortemente aumentato negli ultimi anni, specie nel Mezzogiorno) attraverso il rafforzamento dello Strumento per l’Inclusione Attiva (SIA), che prevede forme di sostegno del reddito e politiche attive volte a favorire l’inserimento scolastico dei minori e l’inserimento lavorativo degli adulti. Infine, Misure a sostegno delle economie locali: sono previsti 3 miliardi di euro che andranno a finanziare diversi obiettivi. Interventi cantierabili e realizzabili in tempi brevi nei Comuni sotto i 5mila abitanti (Programma “6.000 Campanili”); interventi di riqualificazione urbana (Piano nazionale per le Città); interventi per la valorizzazione di beni storici, culturali e ambientali al fine di promuovere l’attrattività turistica, anche in vista dell’Expo 2015; interventi per la riqualificazione, messa in sicurezza ed efficientamento energetico degli edifici scolastici.

    2 COMMENTS

    1. Le chiacchiere della politica italiana le conosciamo molto ma molto bene.
      L’anno 2014 sarà peggio degli anni precedenti, parlano troppo, ma i fatti zero assoluto.
      Con che coraggio continuano a prendere in giro il popolo Italiano, certo che ne hanno di fegato…ma cuore zero.

    2. Mille proroghe?
      Vi auguriamo milioni di anni all’inferno.
      Grazie al sistema politico Italiano…si Italiano..avete rovinato tutto.
      Siete la causa di tutti i mali…vi pare poco, cosa dovrete passare nell’altra vita.
      Non vorrei trovarmi nei vostri panni.

    Comments are closed.

    Ultimora

    Nove titoli regionali a Bari per l’Asd Skating Cerignola

    Nel weekend del 13 e 14 aprile, presso il Palazzetto Capocasale di Bari, si...

    Cerignola, vandalizzata la fontana del Parco “Baden Powell”: marmi divelti e gettati in acqua

    Interi pezzi di marmo spaccati, divelti e gettati in acqua: è quanto accaduto nei...

    Dercole sull’amministrazione Bonito: «ennesimo episodio di parentopoli»

    «Ennesimo episodio di parentopoli dell’Amministrazione della legalità: assunto in Comune il cugino del vice...

    Campi assetati in tutta la regione, CIA Puglia: “La siccità sta ‘bruciando’ la nostra agricoltura”

    Dalla punta più a nord della regione al lembo di terra più a sud,...

    Tratto Foggia-Cerignola della statale 16, Conversano: «Si faccia manutenzione al più presto»

    Pubblichiamo di seguito e integralmente, una nota stampa del consigliere di maggioranza del Comune...

    Audace Cerignola, tris alla Virtus Francavilla che tiene vive le speranze playoff

    Riassapora il successo l’Audace Cerignola, con una prestazione autoritaria davanti al pubblico del “Monterisi”...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Nove titoli regionali a Bari per l’Asd Skating Cerignola

    Nel weekend del 13 e 14 aprile, presso il Palazzetto Capocasale di Bari, si...

    Cerignola, vandalizzata la fontana del Parco “Baden Powell”: marmi divelti e gettati in acqua

    Interi pezzi di marmo spaccati, divelti e gettati in acqua: è quanto accaduto nei...

    Dercole sull’amministrazione Bonito: «ennesimo episodio di parentopoli»

    «Ennesimo episodio di parentopoli dell’Amministrazione della legalità: assunto in Comune il cugino del vice...