More

    HomeEvidenzaCerignola, in giunta si preparano nuovi movimenti?

    Cerignola, in giunta si preparano nuovi movimenti?

    Pubblicato il

    Le elezioni politiche, seppur avvolte da diverse perplessità, non si esimeranno dal lasciare echi e riflessi all’interno delle amministrazioni locali e territoriali. Per Cerignola, nello specifico, il dato positivo del Pdl e la prestazione poco convincente dei centristi non limiterà i mal di pancia dei gruppi di maggioranza, considerato che a breve potrebbero concretizzarsi le dimissioni da vice Sindaco di Roberto Ruocco, sempre se Lucio Tarquinio si dimette da consigliere regionale. Il foggiano infatti pare essersi inserito in quella folta schiera di ‘attendisti’ della quale fanno parte diversi consiglieri regionali, tra cui ad esempio De Caro, e lo stesso presidente Nichi Vendola. Con la prospettiva infatti di un governo nazionale breve, l’abbandono di una posizione ‘sicura’ per altri due anni stuzzica l’appetito di chi, anche se eletto, sarebbe pronto a rinunciare alla poltrona romana.

    A Cerignola allora, con un Pdl in gran rispolvero e un ‘centro’ calante, per la sostituzione eventuale di Ruocco c’è già chi comincia a prospettare un giro di deleghe (e forse non di uomini). I ruocchiani sono usciti vincenti dall’ultimo week-end di febbraio, visto che (apparentemente) il candidato di traino è stato Gianvito Casarella, e a loro spetterebbe il nuovo vice Sindaco. D’altra parte altri consiglieri Pdl lamenterebbero una eccessiva rappresentanza in Giunta per Udc e UdCap. Pertanto lo scenario che diversi vorrebbero veder realizzarsi nell’immediato futuro è: delega di vice Sindaco in mano ai ruocchiani (sempre che, come si vocifera, non passi a De Cosmo) e nuovo assessore Pdl scelto direttamente dal Sindaco (o dal Gam?). Non lasciano trapelare molto i consiglieri e nemmeno gli uomini di Giunta. Tuttavia il via vai dalla stanza del Sindaco, cominciato il martedì dopo le elezioni, non si arresta. E chissà per quanto ancora durerà.

    14 COMMENTS