More

    HomeEvidenzaD'Alema chiude col botto la campagna elettorale del Pd

    D’Alema chiude col botto la campagna elettorale del Pd

    Pubblicato il

    Si chiude la campagna elettorale per dar spazio, tra poche ore, al silenzio pre-elettorale. Il Partito Democratico sceglie ancora una volta il Cine Teatro Roma, stracolmo, per la seconda volta in una settimana. Questa volta non c’è il presidente Emiliano ma lo storico leader Massimo D’Alema. Applausi prolungati e lanci di confetti (come per Di Vittorio) sono il filo rosso che tiene insieme l’intera serata democratica. Elena Gentile parte dalla Puglia, da quello che è stato fatto e che può essere esempio in tutt’Italia. Attenzione al mezzogiorno e alla politiche sociali: queste le linee guida dell’Assessore Regionale già proiettata a Palazzo Madama. Per Massimo D’Alema invece «il Pd è l’unico partito, l’unica coalizione credibile. Se Grillo dice “arrendetevi” mi vien da dirgli: “noi siamo i figli di quelli che non si sono arresi”». Pochi intimi invece dall’altro lato, per il comizio del Pdl, laddove Casarella, Giannatempo e Ruocco provano a trainare l’elettorato berlusconiano.

    37 COMMENTS

    1. Ho voluto ascoltare dal vivo
      anche l’on D’alema. Discorso monotono ed
      a tratti patetico, Solita tiritera. Egli ha avuto parole di biasimo, come
      prevedibile, nei confronti di Berlusconi e Grillo. Non una parola di critica
      verso chi ha tartassato di tasse il popolo italiano, Monti per l’appunto. Era del tutto evidente non inimicarsi l’elettorato
      di questi in vista di un accordo di governo in caso di vittoria del PD.

      Avrei apprezzato la sua venuta a
      Cerignola, se il suo discorso fosse stato imperniato sul programma politico. Spiegare
      con parole comprensibili a tutta la platea
      i punti più salienti che il PD intende realizzare. Ed anche sul programma nemmeno un cenno.

      Onestamente, questa sera, l’on. D’alema
      non mi è piaciuto affato.

      22-2-2013