More

    HomeSportCalcioIl derby va al San Severo: al "Ricciardelli" finisce 2-1 per i...

    Il derby va al San Severo: al “Ricciardelli” finisce 2-1 per i giallogranata

    Pubblicato il

    Non riesce al Cerignola l’impresa di espugnare per la seconda volta in stagione il campo del San Severo: il derby, match clou della 22ma giornata di Eccellenza, va ai padroni di casa per 2-1. Apprezzabile la reazione ofantina sul doppio svantaggio ma non basta, anche se nel recupero si sfiora l’incredibile pareggio. Ancora una volta, Pizzulli non varia la formazione, lasciando gli stessi interpreti delle ultime due gare: 4-2-3-1 con la difesa composta da Vurchio, Corcelli, Ingrosso, Colangione, Colucci; mediani Riontino e De Santis; trequartisti Zotti, Lasalandra ed Auciello a supporto di Ventura. Il San Severo lancia Galetti e Ladogana in avanti, con le incursioni sulle fasce di Lanave e De Vivo. L’Audace parte bene, pressando e costringendo gli avversari sulla difensiva, anche se non crea particolari pericoli; alla prima sortita offensiva, Vurchio risponde con grande riflesso sul colpo di testa di Galetti. I giallogranata prendono fiducia, ed il centrocampista Conte manca la porta da pochi metri: la prima occasione per gli ospiti arriva al 31′ con Lasalandra, il cui tiro deviato è facile preda di Renna (uno degli ex dell’incontro). La partita diventa molto tattica ed il ritmo particolarmente accelerato dell’avvio decresce, fino al duplice fischio dell’intervallo.

    Finale convulso, ma il pari non arriva Al rientro dagli spogliatoi, subito un cambio operato da Rufini: l’attaccante Ladogana è avvicendato da Selvaggi e la partenza per i sanseveresi non poteva essere migliore. Al 47′, sugli sviluppi di una punizione, la difesa gialloblu non libera e la palla resta in area tra i piedi del libero Ianniciello che supera Vurchio per l’1-0. Il Cerignola accusa per alcuni minuti il colpo, mentre i cugini aspettano le ripartenze: così, al 63′, Selvaggi (figlio d’arte del campione del mondo Franco a Spagna ’82) semina alcuni avversari ed arrivato sul fondo crossa per l’indisturbato Lanave ed è raddoppio. Gli uomini di Pizzulli rabbiosamente si gettano in attacco, con Zotti che poco dopo colpisce una traversa con il tocco decisivo di Renna e Colangione che vede respinto sulla linea un colpo di testa da un giocatore di casa. In campo contemporaneamente Piscopo e Caggianelli per De Santis e Ventura, ed anche Rufini provvede a cambiare qualcosa nel proprio scacchiere: entra il classe ’95 Kamano, che all’82’ si fa ipnotizzare da Vurchio; nel prosieguo dell’azione, stavolta il salvataggio sulla riga è dell’Audace, sul tentativo di Galetti. I cerignolani accorciano all’88’ con Russo, abile a svettare e trasformare in gol un traversone dalla fascia; ultimi minuti molto frenetici e “cicogne” vicine al pari nel primo minuto di recupero, quando Lasalandra sfiora il palo ancora di testa, su sponda di Colangione. Stringendo i denti, il San Severo riesce a chiudere vittoriosamente la sfida, restando l’inseguitrice più diretta della Libertas Molfetta, che batte 2-0 il Vieste. Il Cerignola ora è terzo a quattro punti dalla vetta ed affronterà, nel prossimo turno al “Monterisi”, il Terlizzi, sconfitto quest’oggi 2-0 dal Polimnia.

    2 COMMENTS

    1. A chi diceva che questa squadra poteva vincere ovunque, perchè allestita con grandi giocatori, dico: bisogna aver giocato per capire cos’è un campo di calcio. Fuori casa ci vuole gente che si sacrifica corre e “mena” per portare a casa punti per vincere il campionato…molfetta docet….giocatori di categoria anche inferiore ma gente con la fame…e non solo con la fama….!!! Speriamo nella coppa, e in questo campionato scarso….scarso….scarso….rispetto agli altri degli anni passati. Mai dire mai….forza gnola…

    Comments are closed.

    Ultimora

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...

    A Cerignola ed Orta Nova due panchine gialle contro bullismo e cyberbullismo

    L'inaugurazione a Cerignola e Orta Nova di due panchine gialle, simbolo di sensibilizzazione contro...

    “No smoking be happy”: torna a Cerignola l’evento dedicato alla prevenzione del fumo

    Il 30 e 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l'associazione Costruire,...

    “Favugne. Storia di mafia foggiana”, domani la presentazione del libro a Cerignola

    All’interno de Il Maggio dei Libri, la biblioteca di comunità di Cerignola in collaborazione...

    Da oggi anche a Cerignola attivo il numero unico di emergenza 112

    A partire da oggi 28 maggio il nuovo numero unico di emergenza 112 sarà...

    Rianimazione all’ospedale di Cerignola, nessuna chiusura ma aumento posti

    Non ci sarà nessuna chiusura della Rianimazione a Cerignola, al contrario, nel pieno rispetto...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Tre anestesiste rafforzeranno il reparto di Rianimazione dell’ospedale di Cerignola

    Si è tenuto ieri pomeriggio, presso l’ospedale di Cerignola, l’incontro tra il sindaco Bonito...

    A Cerignola ed Orta Nova due panchine gialle contro bullismo e cyberbullismo

    L'inaugurazione a Cerignola e Orta Nova di due panchine gialle, simbolo di sensibilizzazione contro...

    “No smoking be happy”: torna a Cerignola l’evento dedicato alla prevenzione del fumo

    Il 30 e 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l'associazione Costruire,...