More

    HomeEvidenzaLadogana a Metta: «Giù le mani dal Pd!»

    Ladogana a Metta: «Giù le mani dal Pd!»

    Pubblicato il

    Il Partito Democratico, con una nota stampa decisa, risponde a quanto aveva, nella giornata di ieri, affermato Franco Metta. Infatti, dopo il comizio di domenica mattina, in cui Silvana Ladogana, Rocco Dalessandro, Tommaso Sgarro ed Elena Gentile hanno riconosciuto di «non esser stati probabilmente in grado, come Pd, di parlare a questa città», l’avvocato de La Cicogna apostrofa, in una nota stampa mattutina, il Pd come «ostaggio di Elena». Ecco giungere quindi da via Mameli la replica della segretaria, Silvana Ladogana.

    È incredibile il narcisismo di Metta. Si auto cita descrivendo un suo comizio per commentarne uno del PD. Di domenica in domenica urla, sbraita, insulta e si dimena su un palco e via etere, per poi venire a fare la morale in casa altrui. Chi si arroga il diritto di giudicare buoni e cattivi, di giudicare le parole altrui per sentito dire conto terzi, chi si crede migliore per investitura divina è fuori dalla logica democratica. Su una cosa, però, siamo d’accordo con lui: chi va a riferirgli (in maniera oltretutto sbagliata, non capendo neanche quello che ascolta: consigliamo di cambiare talpa…) quello che succede durante i coordinamenti o chi preferisce andare agli incontri di altri movimenti politici piuttosto che abitare i contesti democratici del suo partito, decida da che parte stare. Non si tratta di essere contro o pro qualcuno, perché con questi comportamenti sono loro a chiamarsi fuori dal Partito, con l’ambiguità della vecchia tattica, col tentativo di condizionare il partito dall’esterno come nella vecchia, peggiore politica, si è solamente contro il Partito Democratico. Queste persone dovrebbero chiedersi se vogliono davvero bene al PD e venirlo a dire nelle opportune sedi. La porta di questo Partito è aperta, tanto da dare la possibilità a chi vuole entrare di non chiedere permesso per fare politica, quanto per chi vuole uscire di farlo, perché ha deciso che il suo percorso politico non è più conciliabile con quello democratico. Essere democratici non significa fare quel che si vuole, ma stare alle e nelle regole sulle quali la democrazia si fonda.

    Quello che, invece, non permettiamo all’Avv., è di ergersi a difensore di una tradizione e di una storia, quella della sinistra italiana e cerignolana, che in quanto exmissino non gli appartiene. Il fatto che oggi sia diventato un “né-né”, rifiutando per motivi di opportunità la logica dei diversi schieramenti e il suo tentativo di riciclo politico, non ci fa dimenticare la sua lunga militanza nelle file dell’estrema destra (quanto in quelle del PDL, dopo un passaggio in Forza Italia e l’ultima policromatica campagna elettorale per le nazionali), la sua decennale esperienza consiliare dell’MSI, che ancora trapela dal suo modo d’intendere e fare politica. Stare nel PD è una scelta di campo politico, non di opportunità. S-Metta dunque di tentare campagne acquisti inutili e si ricordi: l’inciucio non appartiene alla nostra cultura politica e ai nostri militanti, solo noi abbiamo il diritto di chiedere chiarezza.

    8 COMMENTS

    1. Con 8300 voti e migliaia di problemi da risolvere grazie alla cattiva gestione del duo VALENTINO-GIANNATEMPO dobbiamo perdere tempo a mettere la mani sul PD ma Sig.Ladogana pensi a lavorare e non a strillare che ci avete rovinati.VERGOGNA

    2. Si vergogni lei sig. nato scanco come cittadino.
      invece di essere stanco diventi attivo e si muova a cambiare qualcosa, in questo benedetto paese, avete rotto tutti a lamentarvi solamente senza proporre niente .
      Ognuno è libero , a casa sua , di dire e fare quello che vuole e se questo non le piace be!!! problema suo.
      Veniamo alla questione:
      1. L’avvocato si interessi dei problemi di questa città, non solo a cercare alleanze a sinistra e destra o con parte della sinistra e parte della destra.
      2. Certo dopo averci provato anche con SEL adesso gli piace Grillo……..
      3. Ha cominciato a capire che alle prossime amministrative è di nuovo fuori perchè il suo movimento si è sgonfiato.
      4. faccia una proposta che sia una, per indicare alla città come uscire dalla secca del precariato, del lavoro nero.
      Faccia almeno come Grillo dica 4 cose decenti.

    3. Cari Politici, non c’è bisogno di arrabbiarvi, tanto la vostra era è finita.
      Piuttosto rilassatevi.
      Andranno avanti, e saranno gli unici credibili, i Movimenti e non più i partiti.
      I Movimenti sì, basta, non se ne può veramente più.
      Spazio ai cittadini e basta.
      E non protestate, così facendo insultate la povera gente, l’unica arma che abbiamo è il voto, quindi non agitatevi più di tanto, andrete tutti a casa stavolta.
      Ritiratevi, e andate a lavorare.

    4. L’unica nota positiva e che ormai destra o sinistra ……. sono tutti alla frutta. Bisogna rinnovare gli organici, tornate pure a fare le Vostre professioni lasciate spazio ai giovani.

    5. Quello che non capisco di Cerignola, è che coloro che si occupano della gestione della Cittadina, ogni volta che vengono criticati, si attaccano alla politica Nazionale.
      A noi cittadini, del Pdl o del Pd o di altri partiti o Movimenti, ce ne può fregare di meno..
      A noi interessa solo avere gente che si occupa di Cerignola.
      Un conto è la politica Italiana, un altro la gestione di un Comune.
      Dopo la parentesi Tatarella, che mi è sembrata ottima, personalmente non ho visto miglioramenti, se mai decadimentisi, sia da parte della destra che della sinistra.
      Spesso per implosioni all’interno delle stesse amministrazioni, dovute a spaccamenti o ad altri motivi misteriosi. Ci vogliono persone competenti, non servono facce belle che attirano voti. E tanto meno amici degli amici, per occupare scrivanie o poltrone. Solo persone che conoscano a fondo il settore dove vengono impiegati.

    6. Le elezioni NAzionali hanno dato risultati, uno tra i tanti è quello di imporre “alla politica” di trovare una soluzione per il bene del paese, in quanto con il 70% dei consensi utili, eccetto quelli di protesta con Grillo ed i Non pervenuti, escludendo il più grande partito degli Astenuti, sono stati delegati a correre ai ripari per creare lavoro e ripresa economica.
      Tutto ciò ha spaventato il leader del P.D. che come d’abitudine ha bisogno di tutor, anche per decidere cosa fare per il bene del paese, con un partito variegato che ideologicamente ha perso anche l’identità di essere dalla parte del popolo, ma più del potere economico Unipol, M.P.S., AntonVeneta, Coop etc.etc., cattolici praticanti e ferventi, antiabortisti, ciellini, M.P., colletti bianchi integralisti, oltranzisti, ma i lavoratori?????????????
      Molti dei nepotisti presenti non hanno un’ora di lavorio serio, tutti cresciuti all’interno degli “asili nido” delle sezioni, federazioni, organismi sindacali, con ascensioni ed ascensori; i sacrifici, il sudore, i picchetti, le randellate…………..un ricordo del lungometraggio.
      A questo punto si sono persi i contatti con la base, la quale a sua volta si fa trasportare da pulman-treni-aerei-navi da una parte all’altra del territorio nazionale, come gli aerei dell’Italia fascista.

    Comments are closed.

    Ultimora

    Una rete per tempo: 1-1 tra Audace Cerignola e Avellino

    Ennesimo pareggio 1-1 per l'Audace Cerignola nella gara casalinga con l'Avellino dell'ex- Michele Pazienza....

    “Potere e dominio nelle pratiche di cura”, Felice Di Lernia ha presentato il suo libro a Cerignola

    «Un libro che ha il merito di essere fuori dal tempo». Definisce così una...

    Successo per “The chance to find your self”, lo spettacolo riservato alle persone non udenti

    In scena si racconta della diversità a causa del colore della pelle. In platea...

    Dopo un febbraio magro, l’Audace Cerignola vuole rompere il digiuno di vittorie con l’Avellino

    Sfida al recente passato per l'Audace Cerignola, nella 29^ giornata del girone C di...

    “Taralli & Vino per Solidarietà”: domani in Piazza della Repubblica e Corso Aldo Moro

    Si terrà domani, l’iniziativa “Taralli & Vino per Solidarietà”, organizzata dal Rotary Club di...

    Operazione antidroga a Torino, 6 arresti: Cerignola piazza di smistamento dell’hashish

    La Guardia di Finanza di Torino ha arrestato sei persone su ordinanza della Direzione...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Una rete per tempo: 1-1 tra Audace Cerignola e Avellino

    Ennesimo pareggio 1-1 per l'Audace Cerignola nella gara casalinga con l'Avellino dell'ex- Michele Pazienza....

    “Potere e dominio nelle pratiche di cura”, Felice Di Lernia ha presentato il suo libro a Cerignola

    «Un libro che ha il merito di essere fuori dal tempo». Definisce così una...

    Successo per “The chance to find your self”, lo spettacolo riservato alle persone non udenti

    In scena si racconta della diversità a causa del colore della pelle. In platea...