More

    HomeEvidenzaLe celebrazioni del 25 aprile nel ricordo delle vittime cerignolane della guerra

    Le celebrazioni del 25 aprile nel ricordo delle vittime cerignolane della guerra

    Pubblicato il

    Insieme al 68esimo Anniversario della Liberazione, giovedì 25 aprile Cerignola celebra anche i 70 anni degli eccidi di Vallecannella e di via Anna Rossi, avvenuti il 25 settembre 1943, una giornata tragica per la nostra città, per le vittime militari e civili cadute innocentemente: un ulteriore contributo di sangue dato da Cerignola alla causa della libertà. “Per questo – dice il Sindaco Antonio Giannatempo – una massiccia manifestazione popolare alle celebrazioni dl 25 aprile costituirebbe un mirabile sforzo di raccoglimento unitario di cui oggi, più che mai, abbiamo tutti assolutamente bisogno. La Festa della Liberazione dall’oppressione nazifascista deve essere una festa di tutti. Dobbiamo ricordare quanti si sacrificarono per riconquistare la libertà e fondare nel nostro Paese una democrazia basata sul rispetto dei diritti umani, senza distinzione di razza, idee o religione. La libertà rappresenta un patrimonio collettivo ma non è un bene gratuito o una condizione che si mantiene da sola: va difesa giorno per giorno, custodita preziosamente, perché permette a tutti di vivere nel miglior modo possibile”.

    Alle 10 prenderà il via dal Palazzo di Città un corteo formato dalle autorità politiche, civili e militari, dalle associazioni culturali e di volontariato, dall’Anpi, i partiti politici, i sindacati e i cittadini. Verranno deposte corone d’alloro in Corso Roma davanti alla casa natale dell’avvocato Teodato Albanese, martire delle Fosse Ardeatine, in via Anna Rossi davanti alla lapide che ricorda le undici vittime civili, in Corso Garibaldi davanti al monumento ai Caduti in Guerra, sul prospetto del palazzo Carmelo. La manifestazione si concluderà al cimitero, dove corone d’alloro saranno deposte ai Caduti di Vallecannella e dei mari Egeo e Ionio.