More

    HomeNotizieCronacaOperazione "Coffee shop" della polizia di Cerignola: in manette sette persone

    Operazione “Coffee shop” della polizia di Cerignola: in manette sette persone

    Pubblicato il

    Nella mattinata odierna, oltre 30 agenti del Commissariato di Cerignola, coadiuvati dal Reparto Prevenzione Crimine Puglia, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di disposizione di misure cautelari personali, richiesta dal Sost. Proc. della Repubblica dr.ssa Sofia ANFOSSI ed emessa dal G.I.P. del Tribunale di Foggia dott.ssa Rita Pasqualina CURCI, nei confronti di 7 persone facenti parte di un sodalizio criminale dedito alla detenzione ed allo spaccio di sostanze stupefacenti del tipo “hashish” e “marijuana”, reati aggravati dalla continuità e dal concorso.

    Le persone alle quali è stata notificata l’ordinanza sono:

    ZAGARIA Savino, di anni 44, residente a Cerignola; (carcere)

    SPECCHIO Nicola, di anni 27, residente a Stornara; (carcere)

    TRALLO Alessandra, di anni 27, residente a Cerignola; (arresti domiciliari)

    AMBRIOLA Francesco, di anni 21, residente a Stornara; (arresti domiciliari)

    SANTARSIERO Mirco, di anni 26, residente ad Atella; (arresti domiciliari)

    BASTA Michele, di anni 36, residente a Manfredonia, (arresti domiciliari)

    CITO Giuseppe, di anni 26, residente a Melfi; (obbligo di presentazione alla P.G.)

    Le indagini, condotte dal Commissariato di P.S. di Cerignola, hanno consentito di acquisire importanti elementi probatori a carico degli indagati, i quali si rendevano responsabili a vario titolo dei reati sopra indicati. L’attività investigativa si è avvalsa di numerose intercettazioni telefoniche ed ambientali, nonché delle classiche tecniche di investigazione quali pedinamenti e appostamenti. Nel corso dell’attività d’indagine, il sodalizio, complessivamente, poneva in essere episodi di spaccio per un totale di circa 100 episodi, smerciando all’incirca 20 kg di sostanze stupefacenti. Sempre nel corso dell’attività, le indagini permettevano di arrestare in flagranza 2 persone e recuperare circa 2 kg di hashish. L’indagine aveva inizio nel mese di maggio 2011, quando una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Trani, in servizio al casello autostradale di Cerignola Ovest, durante un posto di controllo, intimava l’Alt Polizia ad un’autovettura, proveniente dalla vicina Lavello. Il conducente del veicolo, invece di fermare la corsa del mezzo, accelerava, tentando di eludere il controllo, rischiando d’investire l’operatore della Polizia di Stato. Gli agenti si ponevano all’inseguimento del fuggitivo, chiedendo l’ausilio dei colleghi del Commissariato di Cerignola che non tardava ad arrivare; infatti, appena l’autovettura entrava nel centro abitato di Cerignola, veniva bloccata da una pattuglia di questo Commissariato e gli occupanti sottoposti a perquisizione personale, estesa anche al veicolo. Durante la perquisizione si rinvenivano poche dosi di hashish, celate all’interno dei pantaloni del conducente del veicolo, il quale dichiarava di acquistare la sostanza stupefacente da un giovane di Cerignola che guidava una Fiat Punto nera. In questo caso il proprietario dell’autovettura veniva denunciato a P.L. e sanzionato amministrativamente per quanto concerne la sostanza (di modica quantità) e l’autovettura, risultata essere sprovvista dell’obbligatoria copertura assicurativa.

    Trascorsi i primi giorni d’indagine, si riusciva ad identificare chi fosse effettivamente lo “spacciatore”, identificato per SPECCHIO Nicola, il quale si muoveva da solo, o in compagnia della fidanzata, TRALLO Alessandra, la quale, durante i trasporti di sostanza stupefacente, per eludere eventuali controlli delle forze di polizia, nascondeva le dosi nelle parti intime. L’attività d’indagine veniva resa sempre più difficoltosa, in quanto, gli spacciatori, che si fornivano dallo SPECCHIO Nicola, risultavano essere tutti di comuni limitrofi (sono state accertate attività di spaccio nella città di Margherita di Savoia) o addirittura della provincia di Potenza, prediligendo la città di Melfi, luogo ove aveva lavorato in passato, presso l’azienda FIAT, e dove si era costruito una vasta cerchia di conoscenti. Ricostruita la rete di spacciatori che faceva capo allo SPECCHIO Nicola, si cercava di capire da chi si approvvigionasse, una volta esaurita la sostanza. La caparbietà degli agenti, veniva nuovamente premiata, riuscendo ad identificare il formale fornitore dell’organizzazione, risultato essere ZAGARIA Savino, noto parrucchiere di Cerignola, che già in passato era stato tratto in arresto per questo tipo di reato, ed aveva addirittura scontato una pena di alcuni anni, in Germania, nelle case di detenzione tedesche, dove era stato trovato in possesso di un grosso quantitativo di hashish. L’identificazione dello ZAGARIA, è stata particolarmente complessa, in quanto trattasi di persona molto scaltra, che non utilizzava mai telefoni cellulari per i suoi traffici illeciti, muovendosi sempre da solo e, soprattutto, mai in compagnia di pregiudicati.

    Il nome dell’operazione, “Coffee Shop”, deriva dal fatto che, durante le fasi d’intercettazione ambientale, SPECCHIO Nicola si vantava, spesso, con gli amici, per la sua vasta conoscenza delle diverse qualità di sostanza stupefacente, prediligendo l’hashish, dovuta ai diversi viaggi che aveva fatto in Olanda, precisamente ad Amsterdam, maggiore città dei Paesi Bassi, nota anche per il famoso museo della canapa, della marijuana e dell’hashish e per i suoi famosissimi locali, prettamente notturni, denominati “COFFEE SHOP”, luoghi, che a suo dire, SPECCHIO aveva frequentato, e dove, come ben sappiamo, è possibile consumare, provare e confrontare gli effetti delle diverse varietà e qualità di droghe “leggere”, ricevendo anche consigli dai venditori.

    11 COMMENTS

    1. e beviamoci ‘sto caffè al “coffe shop”. Brava Polizia! Complimenti per il vostro lavoro. E vi ringrazio di cuore.

    2. bravissimi ragazzi in divisa andate avanti quelli sn persone ke nn merita a nessuno ci sta rubando la dignità.

    3. Il lupen perden il pelen ma non il vizien.

      Che pena che mi fate!

      Ovviamente enormiiiii complimenti alle forze dell’ordine. Bravissimi

      • a dire vierita uno di qsueti e il mio ragazzo!! e vi assicuro che non ha mai scpacciato come viene scritto… soltanto che si ha trovato nel momento sbagliato con la persona sbagliata…!!!!! certo avete ragione di dire che sono persone che non valgono nulla… e lo dico anch’io… e secondo me e giusto che i carabinieri fanno i loro lavoro e che fanno la giustizia che mettono le persone in gallera!! e poi spero soltanto che il mio ragazzo imparera la lezione che non deve parlare con le persone che hanno gia avuto dei reati gravi!!!

    4. il ragazzo ha studiato ad amsterdam, mica in un posto qualsiasi, era preparato poteva dare pure ripetizioni, noi di questo territorio quando faccciamo le cose le facciamo per bene

    5. Condivido in pieno il commento dell’utente Medusa:

      “Forza Polizia, ripulite la citta’ da questa feccia”.

    6. Abbiamo dovuto rimuovere diversi commenti inopportuni. Pertanto a causa di commenti offensivi si chiude.
      Redazione

    Comments are closed.

    Ultimora

    Saccheggiarono 1500 prosciutti da una azienda udinese: arresti fra Cerignola e la Bat

    Nel corso della mattinata, nelle province di Milano, Foggia e Barletta-Andria-Trani, i Carabinieri della...

    La Scuola di Teatro del Roma di Cerignola in scena dal 28 al 31 maggio

    Dopo il grande successo della Stagione Teatrale il sipario del Roma Teatro di Cerignola...

    Rianimazione a rischio chiusura a Cerignola? L’allarme del Tribunale del Malato

    Cittadinanzattiva APS Puglia apprende proprio in queste ultime ore che il reparto di Rianimazione...

    Seminario di aggiornamento per le forze di Polizia e personale tecnico degli Umc a Cerignola

    Seminario di aggiornamento rivolto alle forze di polizia ed al personale tecnico degli UMC...

    Noi-Comunità in movimento sul problema dei medici di base a Cerignola

    Pubblichiamo di seguito una nota stampa del presidente dell'associazione politica Noi-Comunità in movimento, avv....

    “Per costruire una comunità inclusiva”, incontro a Cerignola presso Palazzo di Città

    Ha avuto luogo nella mattinata di venerdì 24 maggio, nell’Aula Consiliare di Palazzo di...

    Altro su lanotiziaweb.it

    Saccheggiarono 1500 prosciutti da una azienda udinese: arresti fra Cerignola e la Bat

    Nel corso della mattinata, nelle province di Milano, Foggia e Barletta-Andria-Trani, i Carabinieri della...

    La Scuola di Teatro del Roma di Cerignola in scena dal 28 al 31 maggio

    Dopo il grande successo della Stagione Teatrale il sipario del Roma Teatro di Cerignola...

    Rianimazione a rischio chiusura a Cerignola? L’allarme del Tribunale del Malato

    Cittadinanzattiva APS Puglia apprende proprio in queste ultime ore che il reparto di Rianimazione...